Home > Android > Twitter consentirà di modificare i tweet fino a cinque volte

Twitter consentirà di modificare i tweet fino a cinque volte

twitter

Twitter nel corso delle settimane ha implementato tantissime funzionalità e così oltre alla normale funzione di esplorazione dei contenuti, sono arrivati i Momenti, le ricerche, le dirette video e tante altre cose come l’espansione dei caratteri utilizzabili in un tweet.

Da qualche versione dell’app ci sono particolari attenzioni alla sicurezza e, infatti, è stata introdotta la possibilità di utilizzare l’autenticazione in due fattori senza la necessità di impostare un numero di telefono, poi di nascondere le risposte ai tweet e anche di limitare gli utenti che possono rispondere ai tweet.

Dopo alcuni mesi in versione beta, il popolare social network ha annunciato che renderà disponibili Super Follows a utenti selezionati negli Stati Uniti. Super Follows consente agli utenti di Twitter di guadagnare entrate mensili condividendo contenuti riservati agli abbonati con i loro follower sul social network, ma oggi parliamo di funzionalità ed in particolare del tanto atteso tasto di modifica dei tweet, oggetto di uno sfottò da parte di Instagram.

Qualche tempo fa, Twitter ha annunciato che stava valutando l’introduzione di un’opzione per modificare i tweet da oltre un anno. L’attesa è finita, almeno per alcuni utenti. Twitter ha iniziato a testare il pulsante di modifica con utenti selezionati e lo espanderà agli abbonati Twitter Blue durante le prossime settimane.

Nelle ultime ore sono emerse altre informazioni in merito a questo strumento. La società ha affermato che una volta che la funzione sarà disponibile, gli utenti saranno in grado di modificare i propri tweet per un massimo di 30 minuti dalla pubblicazione. Tuttavia, c’è un problema: gli utenti possono modificare i loro tweet solo cinque volte in questo periodo.

Sebbene questo limite sembri sufficiente per correggere errori di battitura, caricare file multimediali o aggiungere alcuni tag, la società potrebbe averlo introdotto per impedire alle persone di abusare della funzione.

Via