Home > News > Samsung potrebbe sviluppare una GPU per SoC Exynos

Samsung potrebbe sviluppare una GPU per SoC Exynos

Secondo il sito Fudzilla, Samsung sarebbe al lavoro su una propria GPU per i processori Exynos. L’azienda coreana avrebbe infatti assunto ex-impiegati in Nvidia, AMD ed Intel, esperti in questo settore.

L’unità di elaborazione grafica, più nota come GPU, è una tipologia particolare di coprocessore che si contraddistingue per essere specializzata nel rendering di immagini grafiche. Il suo tipico utilizzo è come coprocessore della CPU.

La conferma di questo progetto arriva direttamente da diverse aziende e addetti ai lavori nel nuovo campus della Silicon Valley (la nuova sede del colosso sudcoreano , che conta fino a 2000 dipendenti), i quali affermano che Samsung starebbe lavorando già da tempo su una nuova GPU proprietaria (sono necessari almeno due anni per progettare un chip, ndr).

Samsung attualmente utilizza nei suoi processori Cortex ARM Exynos, chip grafici prodotti da Mali, ARM o PowerVR di Imagination Technologies.

L’obiettivo, quindi, è produrre un SoC proprietario (system on a chip, un circuito integrato che in un solo chip contiene un intero sistema, o meglio, oltre al processore centrale, integra anche un chipset ed eventualmente altri controller come quello per la memoria RAM, la circuiteria input/output o il sotto sistema video).

Al momento solo NVIDIA e Qualcomm producono chip con architettura ARM in grado di creare SoC con CPU e GPU proprietarie; MediaTek e Rockchip utilizzano GPU ARM Mali e PowerVR; Texas Instruments utilizzava una GPU PowerVR; Apple utilizza una GPU PowerVR.

Tuttavia, il chip grafico è probabilmente il più difficile da sviluppare. Solo quattro colossi, nel mondo mobile, riescono a produrre GPU ad alte prestazioni con basso consumo energetico: ARM, Imagination Technologies , Nvidia e Qualcomm. Per progettare una GPU proprietaria, si dovrebbe iniziare da zero, e non tutte le aziende potrebbero portare a termine un progetto così complesso da realizzare. Sfida difficile, ma ricordiamoci che stiamo parlando di Samsung.

Via