Home > News > Football Manager 2021, il calcio manageriale migliore in circolazione

Football Manager 2021, il calcio manageriale migliore in circolazione

Football Manager si conferma anche per questa stagione la migliore simulazione di calcio disponibile online per gli amanti dei videogame. Il team di sviluppatori di Sports Interactive ha dovuto affrontare un anno particolarmente turbolento per via delle tante novità che sono subentrate anche nell’universo calcio, rendendo la versione 2021 di FM comunque qualcosa di molto vicino alla realtà.

A un primo impatto, i cambiamenti fatti quest’anno possono sembrare roba da poco conto. Tutti, o quasi, possono essere collegati alla percezione personale che si ha del gioco. In realtà ci sono tante altre novità legate alle nuove modalità delle conferenze stampa pre- e post-match, alle nuove comunicazioni tra staff tecnico e dirigenza, alla presentazione della partita. Quindi, no, Football Manager 2021 non è la versione upgrade di Football Manager 2020. Anzi (e vedremo più avanti perché).

Una delle feature più note del titolo, il calciomercato, continua a dare molte soddisfazioni. Se vi sentite dei novelli Beppe Marotta o Fabio Paratici e avete in animo di portare nella vostra squadra uno dei più pagati fuoriclasse di questo sport, con FM2021 avrete tutte le possibilità per farlo, a condizione che la vostra società vi dia i fondi necessari per completare l’operazione di trasferimento.

Probabilmente il cambiamento più grande e impattante di questa versione di Football Manager riguarda le interazioni tra utente e intelligenza artificiale. Nelle vecchie versioni del gioco, queste sono state ideate ed organizzate come una sorta di insieme di risposte a scelta multipla. Bastava rispondere ad una domanda – posta in conferenza stampa o magari da qualsiasi altra fonte di informazione – scegliendo tra una manciata di risposte preconfezionate; quindi si passava a selezionare il tono della replica (cauto, calmo, aggressivo, pensieroso, ecc.).

 

Oggi, invece, in Football Manager 2021 le conferenze stampa vengono presentate in una stanza 3D, con un brief pre- e post-conferenza e con l’addetto stampa del tuo club che potrebbe dirti e consigliarti di dire o meno qualcosa di specifico riguardo uno dei tuoi giocatori. In questa edizione di Football Manager si dovrà gestire l’atmosfera generale di tutto ciò che riguarda il rapporto tra allenatore e media.

Insomma, con Football Manager 2021 potremo sentirci dei novelli José Mourinho con i vari giornalisti, comportarci in maniera cinica e sprezzante (e poi subirne le conseguenze). Oppure essere più accomodanti e vedere l’effetto che fa con l’ambiente sportivo in generale.

Come possiamo ricordare dalle precedenti edizioni del gioco, tutto quello che proveniva dai giornali e dalla stampa in generale ha sempre influenzato le prestazioni dei giocatori e, soprattutto, le reazioni dei tifosi (e anche quella della dirigenza). Insomma, gestire un club nelle vesti di allenatore-manager in un gioco di calcio simulato non è mai stato così realistico.

E poi ancora le statistiche. Football Manager 2021 si è rinnovato in questo senso. Adesso numeri e cifre relative a singoli giocatori, prestazioni campo, squadre avversarie, campionati e leghe, vengono presentate in maniera diversa e non semplicemente come una accozzaglia di numeri messi lì a caso. Con la nuova versione è stato introdotto anche l’ormai famoso fattore xG, ovvero la statistica che ci dice con precisione qual era il numero di gol attesi in un match rispetto a quanto visto in campo. Nel calcio giocato reale, questo dato è ancora oggetto di dibattito. Sono ancora in molti, tra gli addetti ai lavori, a restare scettici di fronte alla statistica degli “expected goals” (o gol attesi).

Ma è proprio questo il bello del videogame che negli anni passati ha saputo intercettare a meraviglie le ultime tendenze per quanto concerne il mondo del calcio giocato. Questa serie rappresenta da sempre un punto cardine del divertimento e della simulazione sportiva. E Football Manager 2021 rappresenta un enorme passo in avanti rispetto all’edizione di dodici mesi fa. È estremamente dettagliato ed estremamente ben pensato. È più bello da vedere, più facile da capire e più facile da giocare, indipendentemente dal grado di difficoltà con cui si sceglie di giocarlo.