Home > Smartphone > ZTE presenta lo ZTE GEEK

ZTE presenta lo ZTE GEEK

I sistemi di input per tablet Android Honeycomb non mancano, basti pensare a Thumb Keyboard, ma tra i più particolari figura Swype, già integrato in alcuni smartphone Android, la cui versione tablet è attualmente in via di sviluppo. Scopriamola con un interessante video.

swype honeycomb

La particolarità di Swype è la possibilità di immissione del testo selezionando le singole lettere della parola  con un'unico gesto, senza mai sollevare il dito dal display. Al di là di tale meccanismo che forse su tablet risulterà meno utile rispetto a quanto avviene con i piccoli schermi degli smartphone, la tastiera virtuale di Swype può essere usata nella maniera tradizionale ed integra un sistema predittivo e di autocorrezione delle parole. Altra particolarità della versione per tablet di Swype è la possibilità di ridimensionare la tastiera e di posizionarla in uno degli angoli dello schermo, in tal modo l'input dei testi anche con una sola mano diventa agevole.

Swype per tablet Honeycomb è ancora in fase di sviluppo. Lo sviluppatore in passato ha scelto di stringere accordi con i produttori finalizzati a preinstallare Swype in alcuni smartphone, basti ricordare alcuni modelli realizzati da Samsung (dall'Omnia II al Galaxy S). La stessa operazione potrebbe essere compiuta con la versione tablet, che non ci stupirebbe  trovare preinstallata in un tablet in uscita nei prossimi mesi. In attesa di nuove informazioni a riguardo vi lasciamo al video che mostra il funzionamento di Swype con il Motorola Xoom. Buona visione:


Swype per Honeycomb su Motorola Xoom

Fonte: The Handheld Blog

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Comunicato stampa

In occasione dell’Intel Developer Forum (IDF) tenutosi a Beijing, ZTE
presenta lo ZTE GEEK, il primo smartphone dell’azienda che dispone del processore Intel Atom
Z2580 a 32nm.

ZTE GEEK vanta un display HD da 5” con risoluzione 1280×720, dispone del sistema operativo
Android 4.2 Jelly Bean e di 8GB di eMMC+1GBRAM. Lo smartphone è dotato di una
fotocamera da 8 megapixel sul retro e una da 1 megapixel davanti, una luce LED supplementare,
una batteria da 2300mAh ad ampia capacità e una frequenza di CPU di 2.0GHZ. I test mostrano
che, rispetto al processori Intel precedenti, il dispositivo Clover Trail+ è due volte più rapido in
termini di elaborazione e tre volte più veloce per la grafica, oltre a ridurre i consumi.

“La recente collaborazione con Intel sullo ZTE GEEK si basa sul successo della serie Grand
e rafforza ulteriormente la nostra competitività nel mercato degli smartphone di fascia alta”,
commenta He Shiyou, ZTE EVP e Head of the Mobile Devices Division. “La partnership
migliorerà anche l’esperienza dei clienti fornendo loro una maggiore ampiezza di scelta”.

Quest’anno è il settimo consecutivo dell’IDF di Beijing, il principale evento Intel e uno dei più
noti per il settore della comunicazione. ZTE mostrerà anche il tablet V98 e lo smartphone Grand
X IN, entrambi dotati di chip Intel.

Da diverso tempo ZTE sottolinea l’importanza dell’esperienza utente, componente chiave della
relazione di lunga data con Intel. Quando Intel è entrata nel mercato del microchip mobili nel
2012, ZTE ha presentato poco dopo il suo primo smartphone basato su Intel, il Grand X IN,
consentendo all’azienda cinese di diventare la prima a presentare un prodotto di punta basato su
processore Intel sul mercato europeo. Un prodotto, il Grand X IN, che è diventato il più venduto
in Austria.

Negli ultimi due anni, ZTE si è impegnata molto nel segmento dei device intelligenti, e il nuovo
telefono Intel rappresenta un elemento chiave della strategia dell’azienda per passare a prodotti di
fascia alta.