Home > Accessori > ZTE BlueWatch ufficiale: smartwatch con retrogusto di Pebble

ZTE BlueWatch ufficiale: smartwatch con retrogusto di Pebble

Google rilascia un nuovo aggiornamento per il suo player musicale ufficiale. Ecco cosa è cambiato

Google Play Music

L'ultimo corposo aggiornamento rilasciato da Google per il suo player musicale ufficiale per dispositivi Android risaliva al lancio di Ice Cream Sandwich.

Con l'arrivo di Jelly Bean, pertanto, è giunto il momento di un nuovo major update anche per Google Play Music (si tratta della versione 4.3.606).

L'aggiornamento introduce diverse modifiche all'interfaccia utente dell'applicazione, con una visualizzazione più piacevole degli ultimi brani riprodotti e delle playlist. Non mancano, inoltre, un nuovo widget da utilizzare in homescreen e un design rinnovato per la schermata del brano in riproduzione.

Google Play Music può essere scaricato dallo store.

Un aggiornamento definito dagli stessi sviluppatori nel changelog ufficiale "Harder, better, faster, stronger". Fateci sapere con un commento cosa ne pensate.

Video: 

Immagini: 
Google Play Music
Google Play Music
Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Oggetto: 

Anche il produttore cinese ZTE entra nell’ arena degli smartwatch: lo fa con BlueWatch, presentato oggi al CES.

bluewatch

Lo smartwatch in questione ha un design pulito ed essenziale. Non è basato su Android, quindi non aspettatevi possibilità di utilizzo di modelli basati su OS Android completo come Neptune Pine. Si limiterà, oltre che a svolgere l’ ovvio compito di orologio, a farvi leggere le notifiche del vostro smartphone ed a fungere da contapassi e localizzatore del telefono.

Come tutti gli smartwatch presenti sul mercato, si collega al vostro smartphone via Bluetooth, e si interfaccia ad esso mediante una app apposita: è richiesto Android 4.0 ICS come requisito minimo.

Il display montato sembra essere un unità e-paper retroilluminata: aspettiamoci quindi un autonomia buona, visto che i display e-paper non richiedono l’ energia richiesta dai tradizionali LCD (specialmente se questi sono retroilluminati). La retroilluminazione però non convince: sembra infatti provenire tutta dall’ angolo sinistro inferiore dello schermo, e non distribuita quindi uniformemente per il display dello smartwatch.

Perchè, nel titolo, abbiamo scritto “con retrogusto di Pebble”? Lo abbiamo scritto perchè il BlueWatch non appare molto dissimile dal Pebble. Partiamo dalla modalità di ricarica: lo smartwatch ZTE usa come Pebble un connettore ad aggancio magnetico per assicurare la tenuta del collegamento. Inoltre, come quest’ ultimo, usa 3 tasti, e l’ interfaccia utente è molto simile a quella vista sul Pebble.

Vi lasciamo ad una galleria di foto scattata da The Verge, in cui è incluso uno scatto accanto al Pebble.

Sembra che comunque l’ unità mostrata sia ancora un prototipo: avremo quindi possibilità di vedere interfaccia e design diversi nella versione finale, magari anche una retroilluminazione migliore. Non si conosce ad ogni modo nè il prezzo nè la data di lancio.

Via