Home > News > Windows Phone 7: rilasciato il tool per “fixare” gli smartphone aggiornati in via non ufficiale

Windows Phone 7: rilasciato il tool per “fixare” gli smartphone aggiornati in via non ufficiale

Chris Walsh annuncia dalle pagine del suo blog il rilascio del tool che consente di ricevere gli aggiornamenti di Windows Phone 7 agli utenti che lo avevano aggiornato in via non ufficiale con il tool del team ChevroWP7.

windows phone 7

Era stato proprio Chris Walsh insieme al team ChevronWP7 a rilasciare lo strumento non ufficiale per aggiornare il sistema operativo all'aggiornamento NoDo. Nei giorni successivi Microsoft aveva lanciato l'allarme mettendo in evidenza che chi aveva utilizzato il tool non sarebbe riuscito ad ottenere i successivi aggiornamenti tramite il canale ufficiale di Zune. Dopo poco lo stesso team che lo aveva realizzato lo ha rimosso dal suo sito e ne ha sconsigliato l'utilizzo.

La vicenda in ogni caso sembra essersi conclusa positivamente considerato che nella giornata di ieri Chris Walsh ha reso disponibile per il download il tool per correggere l'errore che impediva di ottenere gli upgrade ufficiali. Sempre allo stesso indirizzo è possibile consultare le istruzioni per l'utilizzo. Come lo stesso autore ribadisce, il nuovo tool ha ricevuto l'approvazione da parte di Microsoft.

Fonte: Chris Walsh

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Chris Walsh annuncia dalle pagine del suo blog il rilascio del tool che consente di ricevere gli aggiornamenti di Windows Phone 7 agli utenti che lo avevano aggiornato in via non ufficiale con il tool del team ChevroWP7.

windows phone 7

Era stato proprio Chris Walsh insieme al team ChevronWP7 a rilasciare lo strumento non ufficiale per aggiornare il sistema operativo all’aggiornamento NoDo. Nei giorni successivi Microsoft aveva lanciato l’allarme mettendo in evidenza che chi aveva utilizzato il tool non sarebbe riuscito ad ottenere i successivi aggiornamenti tramite il canale ufficiale di Zune. Dopo poco lo stesso team che lo aveva realizzato lo ha rimosso dal suo sito e ne ha sconsigliato l’utilizzo.

La vicenda in ogni caso sembra essersi conclusa positivamente considerato che nella giornata di ieri Chris Walsh ha reso disponibile per il download il tool per correggere l’errore che impediva di ottenere gli upgrade ufficiali. Sempre allo stesso indirizzo è possibile consultare le istruzioni per l’utilizzo. Come lo stesso autore ribadisce, il nuovo tool ha ricevuto l’approvazione da parte di Microsoft.

Fonte: Chris Walsh

Sistema Operativo: 
Contenuto: