Home > Tablet > Un nuovo PadPhone… Ma stavolta più potente che mai!

Un nuovo PadPhone… Ma stavolta più potente che mai!

Mancano ormai poche ore alla presentazione ufficiale di Ice Cream Sandwich, ma non si arrestano le indiscrezioni sulle sue feature. L'ultima in ordine di tempo fa riferimento alla possibilità di acquisire gli screenshot dell'interfaccia e delle applicazioni con una combo di tasti.

ice cream sandwich screen capture

La cattura del contenuto dello schermo è una funzione già da tempo integrata in maniera nativa in altre piattaforme concorrenti (ved iOS) ed è una feature che, per quanto a volte non del tutto necessaria all'utente finale, è particolarmente apprezzata da sviluppatori, blogger ed, in generale da tutti coloro che hanno necessità di divulgare le immagini dell'interfaccia utente o delle singole applicazioni.

Tale feature, in tempi recenti, è stata integrata da sempre più produttori di smartphone Android. E' mancata però l'integrazione nativa della funzione nel sistema operativo e non è infrequente utilizzare un device Android che non consente l'operazione senza preliminarmente procedere al root.

Lo stato di cose sembra destinato a cambiare con ICS che integrerebbe tale funzione nativamente e senza richiedere il root. Sarebbe sufficiente attivare la combinazione di tasti: tasto di accensione e tasto per la riduzione volume.

I binari che consentivano di attivare l'analoga feature erano presenti anche in Honeycomb, ma per utilzzarli era necessario il root. Salvo ripensamenti dell'ultima ora ICS dovrebbe consentire di attivarli senza troppe difficoltà. Per sfatare ogni dubbio è necessario attendere ancora qualche ora.

Fonte: Android Police

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Sembra proprio che Asus stia veramente puntando molto su questa famiglia di PadPhone. Si ricorda l’anno scorso l’arrivo del primo, che è stato una vera e propria novità.

Poi qualche mese fa è stato presentato il PadPhone 2, che portava con sè grandi migliorie e novità rispetto al primo, che possiamo considerarlo come una versione di prova. E a distanza da un anno dalla presentazione del primo grande successo, oggi Asus sempre durante il MWC ha presentato l’Asus PadPhone Infinity.

ASUS-Padfone-Infinity_71025_1

Esteticamente ricorda moltissimo la seconda versione, ma le novità sono state apportante principalmente a livello software e hardware.

Tra le sue caratteristiche troviamo: la nuova SoC Qualcomm Snapdragon 600 quad core da 1.6GHz, GPU Adreno 320, 2Gb di RAM, 32 o 64 Gb di memoria interna, supporto alle reti LTE, fotocamera posteriore da 13mpx e anteriore da 2mpx, Wi-fi, Bluetooth 4.0, NFC e batteria da 2400mAh. Anche il display si è evoluto passando dai 4.7″ con risoluzione 1280x720p ai 5″ con risoluzione FullHD, mantenendosi così al passo con i top di gamma del 2013. Inoltre questo sarà il primo dispositivo non Nexus ad avere nativamente Android 4.2 Jelly Bean.

ASUS-Padfone-Infinity_71027_1

Come possiamo ben sapere le caratteristiche del tablet sono le stesse di quelle dello smartphone, dato che è proprio questo l’anima del tablet, ma il display da 10.1″ ha subito delle migliorie rispetto a PadPhone 2. Infatti adesso la risoluzione è di 1920x1200p (addirittura superiore al FullHD).

Asus pAdPhone Infinity sarà il vero cavallo di battaglia di Asus? O dato il prezzo spropositato, 999€, avrà vita breve? A noi sembra un ottimo dispositivo e pensiamo che riuscirà, nonostante il prezzo elevato, ad avere grande successo. Lo aspetteremo con ansia… Ah! Sarà disponibile da Aprile su tutti gli scaffali dei principali negozi di tecnologia.