Home > News > Ubuntu: in atto una collaborazione col governo Cinese

Ubuntu: in atto una collaborazione col governo Cinese

Continuano a rimbalzare in rete da un sito all'altro nuove indiscrezioni su quello che dovrebbe essere l'atteso prossimo modello di iPhone. Stando ad uno degli ultimi rumors in ordine di tempo, Apple avrebbe deciso di posticipare il lancio dell'iPhone 5.

Apple

Alla base di tale decisione non vi sarebbero ragioni commerciali ma un problema di surriscaldamento del processore A5 che rischierebbe di mettere a repentaglio l'arrivo sul mercato nei prossimi mesi di questo atteso terminale.

Per correre ai ripari e provare a difendere la propria fetta di mercato nel settore degli smartphone dagli "attacchi" dei dispositivi Android, Apple a settembre dovrebbe lanciare un iPhone 4S che, stando a quanto pubblicato dalla webzine cinese Sohu.com, potrebbe ugualmente contare su un processore dual core A5 (lo stesso che avrebbe dovuto essere adottato sull'iPhone 5).

Volendo dare affidamento a tali indiscrezioni, si potrebbe immaginare che l'iPhone 5, a causa di una scocca ridisegnata e più sottile dell'attuale modello, non sia in grado di dissipare il calore prodotto, cosa che invece riuscirebbe alla scocca dell'iPhone 4. Proprio per tale motivo, l'iPhone 5 potrebbe utilizzare il processore A6: ciò potrebbe significare che il suo esordio sul mercato avverrà a 2012 inoltrato.

Ci teniamo a precisare che quanto sopra riportato è frutto di indiscrezioni e supposizioni che, tuttavia, non hanno alcun riscontro affidabile. Appuntamento ai prossimi rumors.

Fonte: Sohu.com (via Phone Arena)

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

A quanto è apparso il governo cinese sembra aver firmato un accordo con la Canonical di Ubuntu col fine di velocizzare lo sviluppo e la promozione del software. Si tratta di un piano quinquennale, in modo tale da ridurre la dipendenza dalle piattaforme Microsoft e Apple.

Inizialmente Canonical e CIPS collaboreranno con la National University of Defence Technology per rilasciare una nuova versione di Ubuntu entro il mese di Aprile, che dovrebbe comprendere applicazioni e funzioni  concentrate principalmente per il mercato cinese. Inoltre ci sono gia’ in programma intenzioni  di integrare le mappe di Baidu, attivare collegamenti col servizio di shopping cinese Taobao, con la collaborazione delle banche cinesi per poter effettuare i pagamenti.

Inoltre il governo cinese prevede inoltre di espandere l’utilizzo di Ubuntu anche per i server, dispositivi mobili e nel cluod. Questo potrebbe in qualche modo contrastare il predominio in assoluto di Android in Cina, che secondo una relazione tra il ministero cinese e l’Information Technology sembra essere preoccupante.