Home > Guide > Touch ID, quando li vedremo su tutti i dispositivi Apple?

Touch ID, quando li vedremo su tutti i dispositivi Apple?

Touch ID

Touch IDTouch ID è la novità di quest’anno di Apple che ha portato nuove funzioni nell’iPhone 5S, ma questa tecnologia ovviamente sarebbe molto funzionale anche in altri dispositivi, quindi ci chiediamo: se Apple la definisce il futuro della tecnologia quando la inserirà nei suoi prodotti?

Oggi abbiamo un ragionamento che potrebbe darvi una risposta, sicuramente le prossime versioni dei dispositivi Apple infatti presenteranno il lettore di impronte digitali integrato e magari con un uso migliorato e più ampio rispetto a quello del piccolo iPhone, quando si inizia ad utilizzare questo nuovo metodo per sbloccare il telefono o per inserire password e fare transazioni lo si vorrebbe avere in tutti i dispositivi.

iPad 5 e iPad mini 2 dovrebbero essere presentati ad ottobre quindi molti si  aspettano la nuova tecnologia anche in questi devices, perciò oggi vi faremo un resoconto della situazione in cui ci troviamo per provare a prevedere le prossime mosse di Apple.

iphone_5s_touch_id_fingerprint_video_hero_4x3

Funzionalità, affidabilità ed aspettative

Sono stati effettuati dei test su più persone e più device, il sensore delle impronte non ha avuto alcun problema nel riconoscerle tutte, ed è molto preciso, e quando lo si usa ci si abitua sempre ad averlo, perciò molte persone incominceranno a sentirne il bisogno in qualunque dispositivo, ed è normale per la mente umana magari all’inizio volere qualcosa di semplice, ma poi raggiunto l’obiettivo si vuole sempre di più, questo non solo per la tecnologia, senza quindi pensare alle funzionalità che abbiamo ora fra le nostre mani.

Ci si aspetta quindi un integrazione del Touch ID anche sui prossimi dispositivi Apple che dovrebbero uscire a breve, una tecnologia che espandendosi potrebbe davvero semplificare l’utilizzo dei terminali.

iPad 5 e la probabile integrazione di Touch ID

L’iPad 5 è il device più semplice da immaginare, infatti come tutte le versioni presentate dopo l’uscita di iPhone possiamo parlare di un processore Apple A7, magari in versione A7X potenziato per iPad, con grafica sicuramente quad-core per gestire il display di 2048 x 1536 pixel. Il Touch ID sicuramente sarà presente anche in questo device, magari con un sistema che supporta gli account multipli per utilizzare più impronte digitali e ambienti diversi allo stesso tempo, ma sicuramente una funzionalità non presente, poichè nell’ultima versione nulla parla di questo supporto nel codice di sistema e non sembra che ci siano nuove release in corso di iOS 7.

Il Touch ID su iPad Mini 2

Pensare invece all‘iPad Mini invece è un impresa, non sappiamo bene se Apple ha una strategia costante, invece con iPad abbiamo ben 4 generazioni da contare, sicuramente però il Touch ID non sarà presente, difatti iPad mini si distingue per caratteristiche e prezzo minori di iPad, il processore della prima versione era quello precedente ad iPad 3 e la risoluzione del display era relativamente bassa, tuto questo per mantenere un prezzo basso, quindi si suppone che anche stavolta Apple punterà a creare un prodotto di fascia media e con una spesa moderata rispetto all’iPad che è il top.

Impronte digitali su iPod Touch

Anche l’iPod touch dispone del processore Apple A5 come l’iPad mini, e sicuramente non sarà prevista una versione con il supporto al Touch ID, causa appunto dell’hardware economico. Si potrebbe pensare ad un integrazione di esso nella prossima versione del lettore MP4.

Touch ID nei MacBook

Ancora non sappiamo se questa tecnologia verrà implementata in tutto quello che fa parte della linea Apple, ma sicuramente, se prende piede nel mercato mobile e dimostra di essere una soluzione affidabile e vantaggiosa i notebook Apple verranno equipaggiati del Touch ID, magari direttamente nel pulsante di accensione o nel touchpad.

Questo il futuro che ci attende con le tecnologie che Apple potrebbe mostrarci, anche se la privacy dell’utente è sempre quella che ne risente, bisogna fare molta attenzione su come si usa la tecnologia, specie se va ad interagire con la nostra persona.