Home > Apple > Spotify finalmente disponibile in Italia

Spotify finalmente disponibile in Italia

Il Motorola DROID RAZR, la versione destinata al mercato USA del Motorola RAZR, in arrivo anche nel nostro mercato, è il protagonista dell'esaustiva video recensione realizzata dallo staff di Phone Arena.

motorola droid razr

Il Motorola DROID RAZR punta molto all'aspetto del design come è facile intuire inziando ad osservare l'ottima video recensione di Phone Arena. Lo spessore dello smartphone è da record e riesce a battere due device che, proprio su tale aspetto, hanno costruito buona parte delle loro campagne di marketing: l'iPhone 4 ed il Samsung Galaxy S II. Le finiture, poi, appaiono di alto livello, basti pensare alla cover postoriore in fibra di carbonio.

Il Motorola DROID RAZR non è soltanto uno smartphone che punta all'estetica, ma sembra avere un hardware molto prestante articolato sul processore dual-core TI OMAP 4430 da 1.2 GHz e sull'ampio display da 4.3" con risoluzione 960x540 pixel. Anche il Motorola DROID RAZR sembra poi riconfermare l'ottima qualità del modulo telefonico, da sempre segno distintivo dei device del produttore statunitense.

Per approfondire più nel dettaglio i temi qui sinteticamente descritti, vi lasciamo alla lunga video recensione del Motorola DROID RAZR realizzata da Phone Arena. Buona visione: 


Motorola DROID RAZR: video review

Fonte: Phone Arena

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Comunicato stampa

Spotify no dei principali servizi di musica on demand in streaming a livello mondiale, è disponibile anche in Italia.
Con Spotify arriva un modo rivoluzionario di ascoltare la musica. Finalmente anche nel Belpaese gli appassionati di musica potranno avere accesso al servizio, che mette a disposizione in modo facile, istantaneo e legale, oltre 20 milioni di brani, da ascoltare sul proprio computer, smartphone, tablet, sistemi home entertainment e altro ancora.

Basta cercare un artista, un album o una traccia e premere ‘play’ per ascoltare online o offline la propria musica preferita, ma non solo. Utilizzare il servizio significa viaggiare alla scoperta di nuove canzoni curiosando tra i brani selezionati dai propri amici, da artisti o da personaggi famosi o, ancora, lasciandosi guidare dalla funzione “radio” di Spotify.

Spotify si caratterizza anche per la forte connotazione social: è possibile condividere brani e playlist su Facebook, Twitter, sul proprio blog o via e-mail per scoprire, gestire e condividere con un solo click la musica con i propri amici.

Fondato nel 2008 a Stoccolma da Daniel Ek e Martin Lorentzon per combattere la pirateria musicale, ad oggi Spotify ha conferito ai titolari dei diritti d’autore oltre 500 milioni di dollari. Attualmente Spotify è la seconda principale fonte di ricavi per le case discografiche in Europa nel settore della musica digitale (fonte: IFPI, Aprile 2011).

Registrarsi è facile: basta collegarsi a www.spotify.com e creare il proprio account o loggarsi utilizzando il proprio profilo Facebook per vivere un’esperienza ancora più social.

Spotify arriva in Italia con un’offerta completa composta da tre tipologie diverse di account:

Spotify free – completamente gratuito, l’account free permette di accedere a milioni di brani musicali in modo semplice e immediato dal desktop del proprio computer. La versione gratuita è supportata da annunci pubblicitari.
Spotify unlimited – musica senza limiti e senza interruzioni. Con questo tipo di account l’utente può accedere al servizio senza annunci pubblicitari sottoscrivendo un abbonamento da 4,99 euro al mese
Spotify premium – il modo migliore per avere la musica sempre a portata di mano e vivere al meglio l’esperienza Spotify. Con l’account premium è possibile ascoltare brani su tutti i dispositivi mobili e accedere alle proprie playlist anche offline, con una qualità del suono ancora più elevata. Con l’abbonamento mensile da 9,99 euro, la musica sarà disponibile sempre, ovunque e senza interruzioni.
“Siamo orgogliosi di poter offrire da oggi agli italiani tutta la musica che hanno sempre voluto attraverso il miglior servizio di streaming musicale esistente al mondo. Arriviamo in Italia con un grande entusiasmo, sappiamo che gli utenti ci aspettavano da tempo”, dichiara Veronica Diquattro, Responsabile del mercato italiano di Spotify. “Spotify offre tutto ciò che l’utente ha sempre desiderato da un servizio di musica in streaming, basta provarlo una volta per non poterne più fare a meno: è un servizio di qualità, veloce, intuitivo che consente di vivere e condividere la musica con gli amici. Gli appassionati di musica potranno ora avere a disposizione tutto ciò che hanno sempre voluto, con un catalogo di oltre 20 milioni di brani, una delle più vaste librerie musicali on-demand al mondo, in maniera semplice e legale, al prezzo di un aperitivo al mese”.

L’arrivo del servizio in Italia – che avviene in contemporanea al lancio in Polonia e Portogallo, portando così a 20 il numero dei paesi in cui Spotify è presente – coincide con l’apertura del Festival di Sanremo: un’occasione unica per contribuire alla promozione della musica italiana. Durante la settimana sanremese saranno disponibili sulla piattaforma contenuti in esclusiva streaming per alcuni degli artisti che prendono parte alla kermesse canora, come Chiara, Max Gazzè, Marta sui Tubi, Il Cile e Annalisa.

Spotify arriva quindi in Italia dopo aver siglato accordi con le quattro principali etichette discografiche, con Merlin e altre etichette indipendenti tra cui Made in Etaly, Sugar e Pirames International.

“Secondo le ultime statistiche, in Italia lo streaming rappresenta una grande opportunità: nel 2012, infatti, questo modo di ascoltare la musica è cresciuto del 77% in termini di fatturato”, dichiara Enzo Mazza, Presidente FIMI. “Spotify si posiziona come uno dei principali player nel settore e offre un modello di business innovativo che, per i consumatori italiani, diventerà certamente uno strumento aggiuntivo nell’offerta di musica digitale”.

“Gli appassionati di musica e i titolari di diritti di autore hanno un comune interesse ad un accesso semplice alla musica legale attraverso una gamma diversificata di servizi digitali”, spiega Gaetano Blandini, Direttore Generale della SIAE. “Spotify è sicuramente un notevole progresso in questa direzione e, considerato il successo ottenuto in altri paesi, sono fiducioso che Spotify avrà effetti positivi per l’intero panorama musicale in Italia”.

A partire da oggi saranno già utilizzabili dagli utenti italiani tutte le app disponibili globalmente, tra cui Soundrop – che permette di condividere playlist e chattare durante l’ascolto – e MusiXmatch – che offrirà il catalogo completo dei testi delle nuove canzoni sanremesi – oltre a Rockol, sviluppata in esclusiva per il mercato italiano. Queste tre app offriranno del contenuto speciale in occasione del lancio.

Alfa Romeo, Disaronno, Beck’s, Red Bull e Puma sono i primi partner pubblicitari a collaborare con l’azienda svedese.

 

Informazioni su Spotify

Spotify è uno dei principali servizi di musica on demand in streaming a livello mondiale, che consente agli utenti di accedere a oltre 20 milioni di canzoni da computer, tablet e smartphone. Attualmente il servizio conta più di 20 milioni di utenti attivi e oltre 5 milioni di abbonati. Spotify è presente in 20 paesi: USA, UK, Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Francia, Svizzera, Germania, Austria, Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Australia, Nuova Zelanda, Irlanda, Lussemburgo, Polonia, Portogallo e Italia. Spotify nasce con funzioni e modalità social e rende particolarmente agevole scoprire, gestire e condividere la musica con i propri amici.

www.spotify.com

Facebook:  https://www.facebook.com/Spotify

Twitter: @SpotfyItaly

Blog: http://www.spotify.com/it/blog

YouTube: http://www.youtube.com/spotify