Home > News > Sony Xperia U

Sony Xperia U

Compatto, potente e con tastiera QWERTY fisica. L'identikit del Sony Ericsson Xperia mini pro è quello di uno smartphone che è destinato a portare una ventata di novità nella fascia medio-bassa del mercato.

Dopo aver provato il Sony Ericsson Xperia mini, ci occupiamo della versione "pro", ovvero quella dotata di tastiera QWERTY fisica. La lettura della nostra precedente recensione è in ogni caso consigliata per approfondire alcuni aspetti che l'Xperia mini pro condivide con il suo "fratello minore".

Così come avevamo già messo in evidenza con l'Xperia mini, sottolineiamo anche nel caso dell'Xperia mini pro che si tratta di un device per certi aspetti unico nell'attuale panorama dei dispositivi mobili di fascia medio-bassa. Raramente un produttore si è spinto tanto oltre, integrando in un form-factor così compatto un hardware che, dual-core a parte, resta a dir poco attuale.

Ricordiamo che il Qualcomm MSM 8225 da 1 GHz che troviamo nel Sony Ericsson Xperia mini pro è lo stesso che attualmente viene utilizzato da tutti i nuovi smartphone Windows Phone di seconda generazione e da numerosi Android Phone di fascia media e alta (basti pensare, senza allontanarsi troppo da Sony Ericsson, all'Arc o al Neo).

La versione "pro" introduce, poi, un valore aggiunto non da poco rispetto all'Xperia mini, ovvero la tastiera QWERTY scorrevole e la videocamera frontale. Senza indugiare oltre, iniziamo subito la recensione del Sony Ericsson Xperia mini pro con il video hands-on:

 

Immagini:

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Il frontale del Sony Ericsson Xperia mini pro mette subito in evidenza una differenza sostanziale rispetto all'Xperia mini: nella parte alta troviamo infatti la videocamera anteriore. Nell'angolo superiore sinistro del frontale è collocato il LED di notifica che è stato riposizionato rispetto all'Xperia mini che lo ospitava nel bordo superiore (noi troviamo sia più fruibile sul frontale)

La parte posteriore mette in evidenza altri due particolari differenti rispetto al modello sprovvisto di QWERTY: il riposizionamento dell'altoparlante esterno e la differente finitura in plastica gommata.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Particolare della fotocamera da 5MP dotata di autofocus e flash a LED. A destra il contenuto della confezione che non riserva grosse sorprese e comprende il consueto caricabatterie, il cavo dati, un paio di cuffie e la manualistica in formato cartaceo. All'interno dello smartphone, poi, abbiamo già trovata preinstallata una microSD da 2 GB.

sony ericsson xperia mini pro
Una volta fatto scorrere il meccanismo slide ci troviamo di fronte alla vera "killer application" dello smartphone: la tastiera QWERTY fisica

 

Scheda Tecnica 

Potete visionare la scheda tecnica del Sony Ericsson Xperia mini pro a questo link.

 

Utilizzo:

Costruzione

Anche il Sony Ericsson Xperia mini pro, come il mini, fa ricorso a materiali plastici. L'assemblaggio è soddisfacente e non ci sono grosse pecche, anche se permangono alcuni lievi scricchiolii nella scocca. Il meccanismo slide è realizzato molto bene e non ha manifestato particolari cedimenti durante il nostro periodo di test.

Il Sony Ericsson Xperia mini pro, pur ricorrendo a materiali plastici, come il mini, trasmette un senso di robustezza ancora maggiore, anche in virtù del peso complessivo superiore.

sony ericsson xperia mini pro
Nonostante il ricorso a materiali plastici, il Sony Ericsson Xperia mini pro trasmette un senso di robustezza

Le dimensioni del Sony Ericsson Xperia mini pro sono leggermente superiori a quelle dell'Xperia mini, ma in senso assoluto il device è tra i più compatti del mercato. Lo spessore non è propriamente contenuto, ma l'ergonomia è molto buona anche durante il controllo con una sola mano. Il peso è di 137 grammi ed in senso assoluto non penalizza la trasportabilità.

 

Display

Le specifiche dello schermo sono condivise con l' Xperia mini: 3.3" di diagonale, risoluzione da 320x480 pixel. Le differenze però non mancano: il display dell'Xperia mini pro, di fatto, è praticamente posto a diretto contatto con lo schermo di protezione, mentre quello dell'Xperia mini è collocato alcuni mm più in basso. La visibilità del display, soprattutto in esterna, è migliore con l'Xperia mini pro.

C'è da dire che dalle nostre prove è emerso che il display dell'Xperia mini pro è risultato essere meno luminoso di quello dell'Xperia mini, anche se il risultato dei test potrebbe essere stato condizionato dal sensore di luminosità (non disattivabile) che sembra comportarsi in maniera differente nei due device (meno sensibile alle variazioni di luce nell'Xperia mini pro, sin troppo sensibile quello dell'Xperia mini).

sony ericsson xperia mini pro
La visibilità in esterna è migliorata dalla collocazione del display a ridosso dello schermo di protezione

L'interfaccia tattile è di tipo capacitivo e si è rivelata sempre pronta e reattiva. Anche nel caso del Sony Ericsso Xperia mini pro, i tocchi riconosciuti simultaneamente sono stati 4.

 

Reattività

Un rapido sguardo ai risultati del test è sufficiente per rendersi conto che il Sony Ericsson Xperia mini pro è in grado di offrire prestazioni da smartphone di fascia alta piuttosto che di device di fascia bassa. In Quadrant abbiamo totalizzato oltre 1800 punti, in Neocore, grazie alla non elevata risoluzione del display, superato i 60 fotogrammi al secondo.

Artefice dell'ottima prestazione velocistica è l'ormai collaudato Qualcomm Snapdragon S2 accoppiato a 512 MB di RAM. Ribadiamo anche in questa occasione che l'hardware del Sony Ericsson Xperia mini pro è non solo molto prestante, ma anche poco diffuso in questa fascia di mercato.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
In Quadrant si superano i 1800 punti. NeoCore fa registrare oltre 60 fotogrammi al secondo

Grazie alla bontà dell'hardware svolgere anche più operazioni in multitasking è un'operazione possibile senza troppe difficoltà. I sensori integrati nel Sony Ericsson Xperia mini pro si sono comportati ancor meglio rispetto a quelli dell'Xperia mini. In particolar modo, il sensore di luminosità sembra essere stato settato in maniera più conservativa e non produce indesiderati effetti di "flickering" dello schermo.

 

Interfaccia utente

A coronamento dell'ottimo hardware, Sony Ericsson ha aggiunto anche un'interfaccia utente funzionale e molto reattiva. La soluzione scelta da Sony Ericsson si rivela vincente perchè la UI è snella, ma offre un discreto livello di personalizzazione.

Agli ormai collaudati widget e temi personalizzabili, Sony Ericsson ha unito un intelligente modo di massimizzare lo spazio a disposizione sfruttando gli angoli del display: ciascun angolo può ospitare sino a quattro elementi: preferiti, applicazioni, shortcuts, eccezion fatta per le cartelle.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
La home e la schermata di blocco

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Il menu principale e l'angolo che può essere considerato a tutti gli effetti una sorta di cartella che si espande dopo ogni tap

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Per restare in tema di cartelle, segnaliamo che con il recente aggiornamento ad Android 2.3.4. Sony Ericsson ha modificato le cartelle che possono essere create dall'utente. Le nuove cartelle presentano un'anteprima degli elementi in esse contenute. Nella schermata a destra ritroviamo il particolare meccanismo di selezione delle home che raggruppa l'intero contenuto di tutte le home in un'unica schermata

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Timescape è il segno distintivo della UI di Sony Ericsson che appare molto curata graficamente, come lascia intuire anche l'interfaccia utente del player multimediale (ved. foto a destra)

 

Strumenti di input

Sony Ericsson non ha seguito l'esempio di altri produttori di smartphone con QWERTY fisica che sono soliti rimuovere alcuni layout della tastiera virtuale, ritenuti non necessari. Nel Sony Ericsson Xperia mini pro ritroviamo, infatti, il layout con tastierino numerico e full QWERTY in portrait, e quello full QWERTY in landscape.

A seguito dell'aggiornamento ad Android 2.3.4 abbiamo notato che, per rendere ancor più visibile le singole lettere della full QWERTY, è stato introdotto un carattere in grassetto. Un piccolo particolare che denota la particolare cura di Sony Ericsson nella realizzazione degli strumenti di input.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Il tastierino numerico e la full QWERTY sono i due layout in portrait

sony ericsson xperia mini pro
La QWERTY in landscape

Passando all'esame dei pulsanti fisici troviamo l'ampio tasto home, circondato dai due tasti soft-touch (indietro e menu) e, sul lato sinistro, il bilanciere del volume e il pulsante di accensione, ben integrati nella scocca.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Particolare del tasto home e (a destra) il bilanciere del volume

Dulcis in fundo, troviamo la tastiera QWERTY fisica che presenta tasti ampi e ben distanziati  ed è caratterizzata da un feedback molto buono. Anche se apparentemente la tastiera è simile a quella del precedente Xperia X10 mini pro, nell'utilizzo pratico è risultata ancora più gradevole proprio grazie ad un feedback più soft e meno "plasticoso".

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
La tastiera QWERTY fisica è il principale elemento su cui basare la scelta tra l'Xperia mini e l'Xperia mini pro

 

Connettività

Il Sony Ericsson Xperia mini pro ripropone la già ottima dotazione di serie dell'Xperia mini. WiFi e Bluetooth, ovviamente, non mancano, così come non manca la possibilità di condividere la connessione ad Internet con pochi tap.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Il Sony Ericsson Xperia mini pro può trasformarsi rapidamente in un hotspot WiFi

 

Funzioni telefoniche e messaggistica

La ricezione telefonica è l'unico aspetto dello smartphone a non averci convinto del tutto. Avendo avuto modo di effettuare una prova comparata con l'Xperia mini (nella stessa zona e con lo stesso operatore), è emerso che la versione pro ha una sensibilità del modulo telefonico inferiore ed una maggiore propensione ad accusare il cosiddetto "'effetto mano". Il dato in senso assoluto non è penalizzante, ma potrebbe diventarlo in presenza di una zona con un scarsa copertura del segnale.

La sezione WiFi ha esibito un potenza non da top di gamma, ma "solo" sufficiente. Verosimilmente la scocca di dimensioni ridotte ha comportato la necessità di accettare qualche compromesso per quanto riguarda il dimensionamento delle antenne.

Il Sony Ericcson Xperia mini pro ha esibito una buona qualità audio, anche in vivavoce, riconfermando le ottime impressioni che avevamo ricevuto con l'Xperia mini.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Il tastierino telefonico e la scheda dei contatti in rubrica che possono essere facilmente sincronizzati con il proprio account di Gmail

Le applicazioni dedicate agli SMS ed alla posta elettronica ripropongono l'organizzazione in conversazioni per gli SMS ed un riquadro con l'anteprima delle singole mail nel client di posta elettronica personalizzato da Sony Ericsson. Tale ultima opzione non è attiva sin da subito, ma deve essere selezionata dal menu dell'applicazione.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Gli SMS organizzati in conversazioni e il client di posta elettronica con l'anteprima delle singole e-mail

 

Browser

La navigazione web è un'attivita che il Sony Ericsson Xperia mini riesce a svolgere molto bene. L'hardware anche in questo caso riesce a fare la differenza rispetto ad altri device di fascia bassa realizzati "in economia".

L'unico limite è rappresentato dalla diagonale dello schermo che potrebbe non essere adatta a tutti gli utenti. Ricordiamo, così come abbiamo fatto con l'Xperia mini, che le operazioni di zooming della pagina, eseguite sempre molto molto rapidamente, possono supplire alla non molto ampia diagonale del display.

Sony Ericsson Xperia mini pro va poi annoverato tra i pochi dispositivi di fascia medio-bassa in grado di gestire adeguatamente i contenuti in Flash.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Il browser visualizza la versione mobile o desktop del nostro sito. In entrambe i casi la navigazione avviene senza incertezze

Fotocamera

La fotocamera del Sony Ericsson Xperia mini pro utilizza un sensore da 5MP con autofocus e flash a LED. I dati di targa e il software di gestione sono analoghi rispetto a quelli dell'Xperia mini. Medesimo è il software di gestione che appare più ricco di opzioni rispetto a quello standard di Android.

sony ericsson xperia mini pro
Il mirino della fotocamera, circondato dai numerosi pulsanti che consentono di controllare i parametri della fotocamera e di accedere rapidamente alla galleria immagini
 

In esterna i risultati sono molto convincenti: i colori sono saturi, il contrasto è molto buono e il livello di dettaglio convincente.

Negli scatti effettuati in interni riconosciamo subito l'intervento degli algoritmi di "denoising", che contengono il rumore a scapito del dettaglio. Gli scatti appaiono un po' più "morbidi" rispetto a quelli realizzati in esterno, ma la resa finale è comunque dignitosa anche in condizioni di ripresa difficili (ved. foto della tromba delle scale).

La fotocamera non delude nemmeno in modalità macro: la distanza minimo di messa a fuoco è buona, al pari della quantità di dettaglio.

Nelle foto notturne abbiamo voluto seguire le nostre abitudini di scatto che ci portano a privilegiare le foto eseguite in luce ambiente senza ausilio di flash. Come si noterà, anche in tali condizioni non certo semplici da gestire, gli scatti restano fruibili. Il merito va sempre al software di gestione che è in grado di tenere sotto controllo il rumore digitale.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Foto in esterna

 

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Foto in interni (la prima con flash in modalità automatica)

 

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Foto macro

 

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
Foto notturna (entrambe senza flash)

Grazie all'hardware di qualità, il Sony Ericsson Xperia mini pro è in grado di registrare video in HD (in formato 720p per l'esattezza). Il risultato è buon in termini di resa dell'immagine e di frame rate. Nei video il sistema di autofocus è di tipo continuo. Cambiando il piano di fuoco, quindi, lo smartphone regola automaticamente la messa a fuoco. Come sarà evidente nel filmato che vi proponiamo di seguito, l'autofocus in continuo non è estremamente reattivo, ma con un po' di allenamento si riesce a sfruttare adeguatamente.


Sony Ericsson Xperia mini pro: prova registrazione video in 720p

 

GPS

Il Sony Ericsson Xperia mini pro si è rivelato un compagno di viaggio affidabile grazie alla buona sensibilità dell'antenna GPS integrata e alle soluzioni software dedicate alla navigazione che si trovano preinstallate nello smartphone. All'ormai consueto Navigatore di Google, si somma Wisepilot che consente anche la navigazione con le mappe in modalità offline.

sony ericsson xperia mini prosony ericsson xperia mini pro
8 satelliti su 8 visibil agganciati in pochi secondi dal Sony Ericsson Xperia mini pro. Nello screenshot a destra osserviamo Wisepilot, il software di navigazione GPS preinstallato nello smartphone

 

Autonomia

Una delle critiche rivolte al precedente Xperia X10 mini pro riguardava la durata della batteria. Ricordiamo chiaramente le difficoltà incontrate a tagliare il traguardo di fine giornata con tale modello, difficoltà che con il Sony Ericsson Xperia mini pro sono ormai superate. La batteria è cresciuta da 900 a 1200 mAh e il processore Qualcomm S2 grazie all'architettura a 45nn contiene i consumi energetici. Da tali premesse discende la possibilità di raggiungere senza troppe difficoltà la fine della giornata senza necessità di ricorrere al caricabatterie.

 

Conclusioni

Riassumere i pregi e i difetti del device è abbastanza semplice, soprattutto dopo aver provato la versione sprovvista di tastiera QWERTY. Anche nel caso del Sony Ericsson Xperia mini pro ci sentiamo di promuovere il device per il particolare, e per certi versi unico, connubio di trasportabilità e prestazioni. Difficile trovare un device più performante in questo segmento di mercato e, soprattutto, con un form factor che lo rende a dir poco tascabile.

Posto che la promozione del Sony Ericsson Xperia mini pro non è in discussione, riassumiamo di seguito le principali differenze con il modello sprovvisto di QWERTY che potranno essere utili agli utenti indecisi se scegliere l'una o l'altra versione. La versione "pro" ha:

  • QWERTY fisica
  • Videocamera anteriore
  • Display a filo con lo schermo di protezione e un po' meno luminoso
  • Led di notifica collocato nel frontale e non sul bordo superiore
  • Jack delle cuffie collocato sul bordo superiore del device (e quindi più comodo)
  • Vibrazione più energica
  • Dimensioni leggermente superiori
  • Peso superiore
  • Modulo telefonico meno sensibile

Partendo da queste premesse la scelta dovrebbe essere semplice: se si punta alla massima trasportabilità e compattezza e non si ha necessità della QWERTY e della videocamera anteriore si può optare per il Sony Ericsson Xperia mini, in caso contrario la scelta non potrà che ricadere sul Sony Ericsson Xperia mini pro.

 

Pregi

  • Prestazioni
  • Costruzione curata
  • Tastiera QWERTY fisica
  • Ergonomia
  • Qualità dell'audio in vivavoce
  • Autonomia
  • LED di notifica

Difetti

  • Il display da 3" potrebbe non soddisfare gli utenti più esigenti
  • Modulo telefonico meno sensibile dell'Xperia mini e più soggetto all'effetto mano
  • Qualche scricchiolio

 

Voto di AgeMobile: 7.7

  • Costruzione: 7.7
  • Display: 6.5
  • Prestazioni: 8.8
  • Ergonomia: 8
  • Connettività: 7.3
  • Multimedia: 8.3
  • Fotocamera: 7.3
  • Autonomia: 7.8
Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Oggetto: 
Produttori: 

Scheda Tecnica – Sony Xperia U
Smartphone
Android 2.3

Sony Xperia U
Sistema Operativo: 
  • Android 2.3 Gingerbread (previsto upgrade ad Ice Cream Sandwich)
Processore: 
  • CPU dual core STE U8500 da 1GHz
Memoria: 
  • 512MB di RAM
  • 8GB di ROM
Display: 
  • Display con touchscreen capacitivo da 3.5”
  • Tecnologia Reality Display con Mobile BRAVIA Engine
  • Risoluzione 854 x 480 pixel
  • Supporto fino a 16 milioni di colori
  • Vetro anti-riflesso
Connettività: 
  • HSPA
  • WiFi 802.11 b/g/n
  • Bluetooth
  • DLNA
  • USB 2.0
  • Jack audio da 3,5mm
Fotocamera: 
  • Fotocamera da 5 megapixel con flash LED
  • 3D Sweep Panorama
  • Autofocus
  • Face detection
  • Registrazione video in qualità HD
  • Fotocamera frontale VGA
  • Supporto geolocalizzazione
GPS: 
  • Si, con A-GPS
Batteria: 
  • Batteria agli Ioni di Litio da 1.320 mAh
  • Autonomia in conversazione GSM fino a 6 ore e 36 minuti
  • Autonomia in conversazione UMTS fino a 5 ore e 36 minuti
Dimensioni e Peso: 
  • Dimensioni: 112 x 54 x 12 mm
  • Peso: 110 grammi
Altro: 
  • PlayNow
  • SensMe
  • xLoud
  • Audio 3D
  • Tecnologia soppressione del rumore di fondo
  • Accelerometro
  • Radio FM con RDS
  • 2 diverse colorazioni (Black, White)
Video: 

Immagini: 
Sony Xperia U
Sistema Operativo: 
Tipologia: 
Soggetto: 
Produttori: