Home > Smartphone > Secondo il NYT, l’Apple farà di più per garantire all’utente maggir sicurezza in caso di furto

Secondo il NYT, l’Apple farà di più per garantire all’utente maggir sicurezza in caso di furto

Strano, non è vero? Si spende così tanto per un telefono Apple, uno dei più costosi sul mercato per poi sentirsi dire, in caso di furto o smarrimento, la solita frase: Ci dispiace ma non possiamo far più del dovuto. Secondo le moderne tecnologie chiunque, con una semplice navigata in rete può imparare a rendere un telefono Apple non più rintracciabile una volta rubato.

Una falla nel sistema che viene riportata dal New York Times e dedicata ad alcuni esperti in sicurezza e analisti industriali che potrebbero fare molto di più per limitare i furti di iPhone e di altri dispositivi mobili. Mentre, dunque, da un lato gli iPhone, gli iPad e gli altri dispositivi mobili stanno diventando sempre più popolari, dall’altro il fenomeno dei furti di questi devicei è in continua crescita. A San Francisco, dove un iPhone 5 rubato può essere venduto anche a 500 dollari, quasi la metà degli oggetti rubati lo scorso anno è stato un telefono cellulare, come riportato dal New York Times.

Addirittura, verso la fine dello scorso anno, il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha affermato che i ladri di iPhone sono la causa principale della crescita del tasso di criminalità della città. Senza di questi, infatti, il tasso globale di criminalità nellaGrande Mela, sarebbe diminuito a fine 2012, rispetto al passato. Queste le parole di alcuni esperti a riguardo:

“A differenza di altri tipi di crimine, i furti di iPhone e di smartphone in generale possono essere facilmente evitati grazie ad una soluzione tecnologica. Alcuni produttori, come Apple, potrebbero prendere in considerazione alcune tecnologie che possano aiutare a prevenire i furti di smartphone.”

Allo stato attuale, esistono diverse tecnologie antifurto, che permettono ai proprietari di tenere traccia dei dispositivi rubati (un esempio su tutti: l’applicazione “Trova il mio iPhone”), così come di bloccare gli iPhone evitando che si possano connettere alla rete cellulare (tecnologia brevettata da AT&T lo scorso anno) ma a quanto pare questi sistemi non sarebbero abbastanza. Eccessivo allarmismo o problema reale?