Home > News > Samsung realizza la prima batteria flessibile

Samsung realizza la prima batteria flessibile

Dopo aver mostrato i primi test della futuristica rete 5G il colosso sud-coreano Samsung svela ufficialmente la prima batteria flessibile e completamente avvolgibile su se stessa: si tratta ovviamente ancora di un prototipo, ma non è da escludere che in pochi anni potremo già trovarla su numerosi dispositivi, in particolare nel segmento dei wearable

Nella giornata di oggi Samsung ha davvero voluto dare spettacolo: forse per distogliere un po la forte attenzione che c’è sull’evento Apple di domani, che si terrà alle 19.00 italiane, tant’è che dopo averci mostrato un video in cui ci mostrava le potenzialità del 5G ecco che svela al mondo una batteria completamente avvolgibile, destinata in particolar modo ai dispositivi indossabili.

Samsung realizza la prima batteria flessibile

La batteria annunciata è ben diversa da quella già vista su LG G Flex, un terminale che era dotato appunto di una batteria leggermente flessibile: la nuova batteria presentata da Samsung può essere piegata totalmente su se stessa. I ricercatori sono riusciti ad arrivare a questo risultato ridisegnando la struttura delle celle agli ioni di litio e utilizzando materiali di maggiore qualità.

Samsung
La nuova tecnologia utilizzata tuttavia non è ancora pronta per essere venduta in larga scala, e lo sforzo a cui sono sottoposte le batterie porta a lungo andare un danneggiamento delle parti interne, provocando malfunzionamenti. Samsung sostiene inoltre che le nuove batterie saranno pronte per la produzione di massa entro i prossimi tre anni. Sarebbe interessante capire quali capacità riuscirebbero ad avere in confronto alle tradizionali batterie al litio, e ancora più interessante sarebbe vedere qualche prodotto ridisegnato con la possibilità di utilizzare batterie curve al suo interno.

Via