Home > News > Samsung: lo smartphone con il riconoscimento dell’iride si avvicina sempre più

Samsung: lo smartphone con il riconoscimento dell’iride si avvicina sempre più

samsung_galaxy_s5_scanner_oculare_1

Qualche giorno fa vi abbiamo comunicato la classifica dei produttori che hanno depositato più brevetti nel corso dell’intero 2014. In questa lista, Samsung si è piazzata al secondo posto e sembra che il 2015 stia cominciando esattamente come è finito il 2014. Recentemente infatti, il colosso sudcoreano ha depositato un nuovo brevetto che ha molto a che fare con una tecnologia che in passato si credeva potesse arrivare già dal Samsung Galaxy S5. Stiamo parlando dell’implementazione in uno smartphone di un sensore per il riconoscimento retinico.

Il brevetto di cui stiamo parlando è una sorta di aggiornamento di un altro che era stato depositato nel 2013 da Samsung. Da questo nuovo e rinnovato progetto che sembra sia nella mente di Samsung abbiamo appreso che essa sta anche collaborando con la lndustry-Academic Cooperation Foundation Yonsei, anch’essa assegnataria del brevetto.

Sensore di riconoscimento iride Samsung

Ricordiamo che un sensore di riconoscimento della retina è molto più sicuro rispetto al sensore di riconoscimento delle impronte digitali soprattutto per due ragioni: la retina resta immutata per tutto l’arco della nostra vita ed inoltre tale sensore sarebbe molto più difficile da “imbrogliare”.

Sensore di riconoscimento iride Samsung 2

Purtroppo depositare un brevetto e presentare un prodotto finito sono due cose diverse. Non sappiamo quanto tempo ci vorrà affinchè Samsung realizzi un prodotto finito e pronto per la messa sul mercato.

Sensore di riconoscimento iride Samsung 3

VIA