Home > News > Samsung Galaxy Note 3: eccolo in alcuni test di benchmark

Samsung Galaxy Note 3: eccolo in alcuni test di benchmark

galaxy_note_3

Con lo scorrere del tempo si avvicina inesorabilmente la data di presentazione del tanto atteso Samsung Galaxy Note 3, il prossimo phablet dell’azienda coreana del quale non si fa che parlare nelle ultime settimane grazie ai numerosi rumors che ne hanno svelato molti dettagli tra i quali, in particolare, quelli tecnici e nessuno per il design, avvolto nel completo mistero grazie all’attenzione che Samsung sta dimostrando per tenerlo celato sino al 4 Settembre, ovvero la data dell’evento IFA di Berlino dove sarà presentato al pubblico.

Tra le notizie trapelate nelle ultime ore, spiccano senz’altro i dati emersi da alcuni test di benchmark ai quali è stato sottoposto il device, si tratta dei test di AnTuTu nel quale il modello è contrassegnato dal codice identificativo SM-N9005 con risultati molto incoraggianti, sebbene non all’altezza delle reali potenzialità calcolate sulla base delle specifiche tecniche sin ad oggi pervenute: processore Qualcomm Snapdragon 800 quad-core da 2,3 GHz completo di ben 3GB di memoria RAM, un assoluto record sino ad oggi nel settore, GPU Adreno 330 e la tecnologia LTE-Advanced, il tutto oltre al noto display da 5,7 pollici Full HD ed alla fotocamera posteriore da 13 megapixel.

Samsung-SM-N9005-AnTuTu-620x149

Molto probabile che il device sottoposto ad esame benchmark sia soltanto un prototipo per testare alcune configurazioni, come ad esempio le ottimizzazione derivate dalla presenza di Android 4.3 che, dopo la presentazione di Google e visto il lasso di tempo, dovrebbe essere certamente presente a bordo del Samsung Galaxy Note 3, del quale si vocifera possa esser presentata anche una variante dotata di processore Exynos octa-core, sebbene in quest’ultimo caso gli elementi di conferma siano davvero pochi e le notizie siano costantemente e sempre più frammentarie. Non ci resta quindi che attendere ulteriori sviluppi consapevoli che con l’avvicinarsi del 4 Settembre, molti dettagli verranno resi pubblici, sia grazie alla fuga di notizie che per volontà della stessa Samsung di accrescere l’attenzione sul proprio device.