Home > News > RIM continuerà a supportare Adobe Flash autonomamente

RIM continuerà a supportare Adobe Flash autonomamente

RIM interviene per rassicurare gli utenti che hanno scelto la piattaforma QNX utilizzata dal BlackBerry PlayBook: il supporto ad Adobe Flash Player non verrà meno a prescindere dalle decisioni adottate da Adobe.

blackberry playbook

RIM continuerà a sviluppare Adobe Flash Player grazie alla licenza acquisita da Adobe che le consente di utilizzare il codice sorgente di Flash Player. Secondo il produttore canadese un moderno browser non può rinunciare a supportare sia Adobe Flash, sia l'HTML5. Partendo da tale assunto discende la decisione di proseguire con lo sviluppo di Flash.

RIM aveva puntato buona parte della sua campagna di lancio del BlackBerry Playbook proprio facendo leva sulla sua capacità di gestire contenuti in Flash contrariamente ad altre piattaforme, come iOS:


Flash Player è stato uno dei principali argomenti su cui si è basata la campagna di lancio del PlayBook

Il venir meno del supporto a Flash da parte di Adobe si rivelerebbe, quindi, particolarmente penalizzante per RIM, tenuto conto anche dei progetti futuri che prevedono la realizzazione dei primi smartphone basati su QNX. 

Per il momento sembra che RIM abbia deciso di fare corsa a sè, accollandosi la responsabilità di sviluppare uno standard che, almeno in ambito mobile, potrebbe cedere il passo, in futuro, al sempre più diffuso HTML5.

Fonte: AllThingsD via Electronista

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

RIM interviene per rassicurare gli utenti che hanno scelto la piattaforma QNX utilizzata dal BlackBerry PlayBook: il supporto ad Adobe Flash Player non verrà meno a prescindere dalle decisioni adottate da Adobe.

blackberry playbook

RIM continuerà a sviluppare Adobe Flash Player grazie alla licenza acquisita da Adobe che le consente di utilizzare il codice sorgente di Flash Player. Secondo il produttore canadese un moderno browser non può rinunciare a supportare sia Adobe Flash, sia l'HTML5. Partendo da tale assunto discende la decisione di proseguire con lo sviluppo di Flash.

RIM aveva puntato buona parte della sua campagna di lancio del BlackBerry Playbook proprio facendo leva sulla sua capacità di gestire contenuti in Flash contrariamente ad altre piattaforme, come iOS:


Flash Player è stato uno dei principali argomenti su cui si è basata la campagna di lancio del PlayBook

Il venir meno del supporto a Flash da parte di Adobe si rivelerebbe, quindi, particolarmente penalizzante per RIM, tenuto conto anche dei progetti futuri che prevedono la realizzazione dei primi smartphone basati su QNX. 

Per il momento sembra che RIM abbia deciso di fare corsa a sè, accollandosi la responsabilità di sviluppare uno standard che, almeno in ambito mobile, potrebbe cedere il passo, in futuro, al sempre più diffuso HTML5.

Fonte: AllThingsD via Electronista

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: