Home > Apple > Il riconoscimento facciale di iPhone 8 supporterà anche i pagamenti e le app di terze parti

Il riconoscimento facciale di iPhone 8 supporterà anche i pagamenti e le app di terze parti

Un paio di giorni fa vi abbiamo comunicato che, attraverso l’analisi del codice dell’HomePod, si era scoperto che il riconoscimento facciale di iPhone 8 funzionerà anche se non saremo di fronte alla fotocamera. Nelle scorse ore sono state scoperte altre interessanti caratteristiche relative a questo sistema di autenticazione.

Come potete vedere dalle seguenti stringhe di codice, il riconoscimento facciale di iPhone 8 potrà essere utilizzato anche per autorizzare i pagamenti (probabilmente attraverso Apple Pay). Ciò significa che il livello di sicurezza di questo sistema biometrico deve essere alto almeno quanto quello del Touch ID degli attuali modelli.

Con il Samsung Galaxy S8 abbiamo avuto modo di vedere che il livello di sicurezza del riconoscimento facciale non è minimamente paragonabile a quello del sensore di impronte. C’è da dire comunque che su iPhone 8 verranno integrate anche delle fotocamere a infrarossi per migliorare tutto il processo e renderlo più accurato.

Supporto immediato agli sviluppatori di terze parti

Inoltre, sin da subito gli sviluppatori di terze parti dovrebbero essere in grado di accedere a questo sistema di riconoscimento biometrico integrandolo nelle loro app

Infine, come ultima caratteristica che è stata scoperta grazie al firmware dell’HomePod, troviamo il supporto al riconoscimento facciale multiplo, sia che nella scena sia presente una persona estranea (ma registrata) e sia che siano presenti pi persone registrate.

iPhone 8 sarà un capolavoro in ogni aspetto

Insomma, Apple con l’iPhone 8 ha intenzione non solo di proporre uno smartphone che, dal punto di vista tecnico, sia assolutamente di un altro livello rispetto ai modelli attuali ma anche che il settore della sicurezza ne tragga beneficio al punto tale da affidarsi a un sistema del tutto innovativo e mai provato prima d’ora su un prodotto commerciale da Apple.

VIA