Home > Recensioni > Recensione: HTC HD Mini

Recensione: HTC HD Mini

Altro: 
ASUS P735

Smartphone

Windows Mobile 6 Professional
UMTS - Wi-Fi - Bluetooth 2.0 A2DP - mini-USB - Autofocus

Categoria:
  • Smartphone
Sistema Operativo:
  • Windows Mobile 6 Professional
Funzionalità telefoniche:
  • Quad-band GSM 850/900/1800/1900 MHz
  • GPRS classe 10
  • UMTS
Display e tastiera:
  • TFT da 65.536
  • 2.8" 240 x 320 pixel
Processore e memoria:
  • Processore Marvell PXA300 a 520 MHz
  • 256 MB Flash ROM
  • 64 MB SDRAM
  • Slot per memory card SDIO, miniSD
Fotocamera integrata:
  • Frontale CMOS VGA 640 x 480
  • Principale CMOS da 1.92 megapixel con autofocus
GPS integrato:
  • No
Connettività:
  • Wi-Fi IEEE802.11b/g
  • Bluetooth 2.0 con A2DP
  • Infrarossi
  • Mini USB 1.1
Funzioni aggiuntive:
  • Comandi vocali
  • Riconoscitore biglietti da visita
Batteria:
  • Ricaricabile, agli Ioni di Litio, da 1300 mAh
Dimensioni e peso:
  • 59 x 109 x 19 mm
  • 143 g (con batteria)
Link:

Sistema Operativo: 
Tipologia: 
Produttori: 

HTC HD MiniL’HTC HD Mini è stato definito il “fratello minore” dell’HD2, lo smartphone di punta della serie Windows Mobile del produttore asiatico: ed in effetti questo terminale di “mini” ha solo il nome.

L’HTC HD Mini, infatti, pur non rientrando nella fascia di prezzo degli smartphone top di gamma, ha poco o nulla da invidiare a questi ultimi, potendo vantare, inoltre, delle dimensioni abbastanza compatte che lo rendono molto comodo da tenere in mano e di nessun fastidio quando è in tasca.

Ma non sono soltanto le sue dimensioni a rendere l’HTC HD Mini così interessante: il suo vero punto di forza è rappresentato dall’ormai stabile connubio tra Windows Mobile 6.5 e l’interfaccia utente HTC Sense. Quest’ultima ha il grande pregio di personalizzare il terminale in maniera unica, offrendo all’utente la possibilità di avere “a portata di un tocco” tutte le principali feature ed applicazioni dello smartphone.

Particolarmente curati sono tutti gli aspetti multimediali, senza tralasciare la navigazione Web e la condivisione di contenuti, foto o video. Ma prima di addentrarci nella recensione, diamo uno sguardo alle immagini ed alla scheda tecnica dell’HTC HD Mini.

 

Immagini:

HTC HD MiniHTC HD Mini
La compattezza rappresenta uno dei punti di forza dell’HD Mini. Frontalmente vanta una superficie liscia ed esente da tasti fisici. In alto trova posto un ampio altoparlante.

HTC HD MiniHTC HD Mini
Gli unici tasti frontali sono i 5 “soft touch” posti sotto il display: si sono dimostrati molto precisi (forse anche un pò troppo sensibili).

HTC HD MiniHTC HD Mini
In basso troviamo solo la presa MicroUSB (utilizzata sia per ricaricare il terminale che per connetterlo al computer) ed il microfono. In alto vi è il tasto di accensione/spegnimento e l’ingresso per il jack audio.

HTC HD MiniHTC HD Mini
Sul lato sinistro non vi sono tasti mentre su quello destro trovano posto quelli dedicati al volume.

HTC HD Mini
I tasti volume sono molto precisi e conferiscono un tocco di eleganza al terminale. 

HTC HD MiniHTC HD Mini
Per accedere al vano batteria è necessario togliere tutta la cover posteriore facendo leva su una piccola fessura posta nella parte alta della scocca, in prossimità del tasto di accensione/spegnimento.

HTC HD Mini 
Basta ripetere l’operazione un paio di volte per prenderci la mano: arrivare al vano batteria si rivelerà abbastanza semplice anche per gli utenti un pò più “impacciati”.

 

Scheda Tecnica:

Categoria:

  • Smartphone

Sistema Operativo:

  • Windows Mobile 6.5.3 Professional con HTC Sense

Funzionalità telefoniche:

  • GSM Quadband 850/900/1800/1900 MHz
  • UMTS/HSDPA Dualband 900/2100 MHz 7,2 Mbps in download e  2 Mbps  in upload
  • GPRS/EDGE fino a 114/560 kbps in download

Display e tastiera:

  • Schermo touchscreen capacitivo TFT da 3,2″ a 320×480 pixel (HVGA) e 65.536 colori

Processore e memoria:

  • Processore a 600 MHz Qualcomm MSM7227
  • RAM 384 MB
  • ROM 512 MB
  • Espandibilità tramite microSD fino a 32GB

Fotocamera integrata:

  • 5 MPX con autofocus, georeferenziazione e macro
  • Registrazione video fino a 640×480 pixel (VGA)

GPS integrato:

  • Si, con aGPS

Connettività:

  • Bluetooth 2.1+EDR 
  • Wi-Fi 802.11b/g
  • micro-USB 2.0
  • Jack audio da 3,5 mm

Funzioni aggiuntive:

  • Tethering ( condivisione internet tramite USB )
  • Sensori di gravità, prossimità e luce ambientale
  • Integrazione con Facebook
  • Condivisione foto su Facebook e Twitter
  • Condivisione video su Youtube
  • HTC Peep per Twitter
  • Radio FM
  • Abbassamento automatico della suoneria quando si prende in mano il telefono
  • La suoneria diventa silenziosa quando si gira il telefono a faccia in giù

Batteria:

  • Removibile e ricaricabile agli ioni di Litio da 1200 mAh
  • Autonomia in conversazione GSM fino a 435 minuti, UMTS fino a 400 minuti
  • Autonomia in standby GSM fino a 340 ore, UMTS fino a 500 ore
  • Autonomia in riproduzione video fino a 8 ore
  • Autonomia in riproduzione audio fino a 12 ore

Dimensioni e peso:

  • 103,8 x 57,7 x 11,7 mm
  • 110 grammi

Link:

 

Utilizzo:

Costruzione:

La qualità costruttiva è uno dei punti di forza dell’HTC HD Mini: ciò sia per quanto riguarda i materiali utilizzati per la sua costruzione che per quanto riguarda il loro assemblaggio.

Il produttore è riuscito nell’intento di offrire un terminale solido, assolutamente esente da scricchiolìi e capace di restituire all’utente una sensazione molto piacevole al tatto. Due, in particolare, i materiali che esteriormente vengono a contatto con l’utente: posteriormente e lateralmente una cover con superficie plastica (che sembra assomigliare, tuttavia, alla gomma) molto dura e resistente mentre nella parte anteriore l’ampio display in vetro.

Tre soli i tasti fisici dello smartphone, il tasto accensione/spegnimento in alto e quelli dedicati al volume sul lato destro: sono tutti molto precisi e reattivi.

Infine, ci sentiamo di promuovere a pieni voti l’HD Mini anche sotto l’aspetto dell’ergonomia: le sue ridotte dimensioni consentono all’utente di impugnarlo facilmente ed utilizzarlo con una sola mano senza alcun problema.

 

Display:

Il display dell’HD Mini, ampio 3,2 pollici e con una risoluzione di 320×480 pixel, restituisce colori molto caldi e piacevoli. Il touchscreen adottato sullo smartphone è di tipo capacitivo: basta, pertanto, un leggero sfioramento perchè il terminale percepisca l’input.

Ci teniamo a sottolineare che si tratta di uno dei display touch più sensibili e precisi che ci è capitato di provare negli ultimi mesi: in particolare, la sua precisione costituisce “una marcia in più” per questo smartphone nella navigazione tra i menu o, ancora di più, durante la scrittura di un messaggio di testo.

Anche la navigazione Web si avvantaggia dell’ottima qualità del touchscreen: navigare in internet con un display capacitivo è sempre piacevole ma quando ci si trova ad avere a che fare con uno preciso e reattivo come quello dell’HD Mini si ottiene la perfetta combinazione.


La visualizzazione delle immagini è molto piacevole.

Anche in ambienti esterni, sotto la luce del sole, il display rimane tranquillamente leggibile, confermandosi uno tra i principali punti di forza di questo device.

HTC HD Mini

 

Reattività:

Premettiamo che lo smartphone utilizzato per la nostra recensione è un terminale con una ROM di test.

Processore Qualcomm MSM7227 da 600 MHz, 384 MB di RAM e Windows Mobile 6.5.3, perfettamente supportato dall’interfaccia utente Sense, sono gli elementi che rendono l’HTC HD Mini un terminale estremamente reattivo.

Windows Mobile 6.5.3 ha raggiunto una stabilità davvero invidiabile, tanto che dovrebbe essere presa come punto di riferimento anche per il nuovo Windows Phone 7: assolutamente esente da riavvìi o rallentamenti, è capace di supportare anche molte applicazioni che girano in background.

Anche l’accelerometro è molto veloce e sensibile e non provoca rallentamenti al funzionamento generale del sistema operativo.

HTC ha particolarmente curato l’aspetto hardware dell’HD Mini, offrendo agli utenti uno smartphone che non pone limiti. Se a ciò aggiungiamo anche la sua stabilità e reattività, ci sentiamo di affermare, senza paura di essere smentiti, che difficilmente qualcuno potrà ritenere questo terminale “inadeguato”.

 

Interfaccia utente:

HTC Sense. Vero “nucleo” dell’HD Mini: tutto gira attorno ad essa e, soprattutto, l’interfaccia del produttore asiatico consente di raggiungere tutte le principali feature ed applicazioni dello smartphone senza bisogno di passare dal Menu del sistema operativo.


Dalla schermata principale è possibile accedere ad ogni feature dello smartphone. Tutto è estremamente personalizzabile. A destra il “tab” dedicato agli SMS.


Meteo e Calendario.


Agenda e Twitter.


I contatti preferiti.


Musica e Galleria Foto & Video.


Internet e Footprints, un’applicazione “targata” HTC ed adottata in quasi tutti i suoi smartphone.

Windows Mobile non ha mai spiccato per la sua intuitività: anche questo fattore ha influito negativamente sulla diffusione. Quando HTC ha deciso di venire incontro ai suoi utenti, lanciando un’interfaccia semplice ed immediata, il suo successo è stato enorme, tanto da estenderla a praticamente tutti i suoi terminali Android e Windows Mobile.


Grazie a Sense settare le varie impostazioni dello smartphone diventa semplice ed intuitivo.

 

 

 


Il menu di default di Windows Mobile non presenta novità di rilievo.


Anche la navigazione nel Menu si avvantaggia del touchscreen molto preciso dell’HD Mini: selezionare un’applicazione per sbaglio è un’ipotesi molto rara.


Toccando la parte alta del display si apre la schermata delle Notifiche, dalla quale si accede al “cuore” dello smartphone.

Uno dei punti di forza di Sense è rappresentato dalla sua personalizzabilità: l’utente può decidere cosa vuole visualizzare in homescreen e quali “tab” impostare, avendo così accesso con un solo tocco a tutte le funzioni del telefono. 

L’interfaccia Sense, inoltre, non è solo completa: è anche rapida e molto curata dal punto di vista grafico. Una volta abituaticisi, diventerà un problema farne a meno.


L’interfaccia Sense è così “avvolgente” da far quasi dimenticare di avere tra le mani uno smartphone Windows Mobile. 

 

Strumenti di Input:

HTC ha deciso di limitare a 3 i tasti fisici  dell’HD Mini (volume e accensione/spegnimento): la gran parte dell’interazione con il terminale, pertanto, avviene attraverso il touchscreen capacitivo. Completano il quadro i cinque tasti soft touch posti sotto il display (Inizio chiamata, Homescreen, Menu, Indietro, Fine chiamata).

Utilizzando il terminale abbiamo potuto apprezzare la grande precisione e la reattività sia del touchscreen che dei tasti soft touch: questi ultimi, forse, si sono rivelati un pò troppo sensibili e di tanto in tanto possono essere premuti per errore.

La grande qualità del touchscreen diviene evidente nella navigazione Web o, ancor di più, nella digitazione di testo. Da questo punto di vista ci sentiamo di promuovere la scelta di HTC di dotare l’HD Mini di una comoda tastiera QWERTY virtuale composta da tasti ben distanziati tra loro e di dimensioni sufficienti ad evitare errori di digitazione.


La tastiera QWERTY virtuale è molto comoda: in pochi minuti ci si abitua e gli errori sono molto rari.

A supportare l’utente durante la scrittura di testo, infine, vi è un software T9 molto preciso e dotato di un vocabolario davvero completo.

 

Connettività:

L’aspetto della connettività è stato particolarmente curato dal produttore, che ha dotato lo smartphone di HSDPA, WiFi, Bluetooth e USB 2.0.

L’HD Mini può vantare una ricezione del segnale sopra la media, riuscendo a garantire la ricezione di chiamate anche in luoghi dove il segnale è molto basso ed in cui altri smartphone hanno dimostrato di avere difficoltà. Anche una sola “tacca” di segnale è più che sufficiente per sentire ed essere sentiti dal proprio interlocutore.

I giudizi sono positvi anche per quanto riguarda la navigazione Web sotto copertura HSDPA: le pagine vengono caricate abbastanza velocemente e senza impuntamenti. Non siamo ai livelli dei “campioni” in questo specifico settore, tra cui l’iPhone, tanto per fare un esempio, ma non ci allontaniamo più di tanto.

Avendo a disposizione un hot-spot WiFi la navigazione Web sarà ancora più piacevole e veloce: una volta agganciato il segnale, infatti, questo non viene più perso.

Anche il funzionamento del Bluetooth merita di essere promosso a pieni voti: immediato il riconoscimento degli altri device, il trasferimento dei file avviene senza alcun problema.

L’HD Mini, infine, può fare affidamento anche sull’USB 2.0: una volta connesso al computer attraverso il cavo di serie (che viene utilizzato anche per collegarlo al caricabatterie da viaggio), il terminale viene immediatamente riconosciuto. I file possono essere trasferiti velocemente e senza problemi.

 

Funzioni telefoniche e Messaggistica:

Non c’è tanto da dire per quanto riguarda l’aspetto delle funzioni prettamente telefoniche: l’HD Mini consente di effettuare o ricevere chiamate anche in posti dove la copertura del segnale è bassa.


L’interfaccia della rubrica è semplice ed intuitiva.

L’interfaccia utente in chiamata è piuttosto semplice ma completa, così come quella della rubrica.


Durante la chiamata è possibile avere accesso a tutta una serie di opzioni (Muto, Attiva vivavoce, Scrivi nota, Salva contatto, ecc.)


Il Registro Chiamate.

Buona la qualità dell’audio dall’altoparlante integrato mentre non ci ha convinto pienamente quella in vivavoce: spesso, con il volume impostato al massimo, si è rivelata un pò gracchiante.

Per quanto riguarda la messaggistica, HTC Sense offre all’utente la possibilità di visualizzare direttamente in homescreen SMS ed email in arrivo: abbiamo di gran lunga preferito questa soluzione a quella offerta di default dall’OS, che si è rivelata essere abbastanza scarna dal punto di vista grafico.


Semplice, intuitiva ma poco curata graficamente l’interfaccia degli SMS di default: molto più piacevole quella di Sense.

In pochi passi è possibile impostare il proprio account di posta elettronica e ricevere o inviare le email dallo smartphone come se si stesse utilizzando un computer.

 

Browser:

Internet Explorer, il browser di default dell’HTC HD Mini, si è rivelato essere una soluzione abbastanza convincente: forte del supporto al multitouch, con la possibilità di zoomare le pagine Web con il “classico gesto delle due dita che si avvicinano o allontanano” (Pinch to zoom), offre una navigazione molto piacevole.


Internet Explorer.

Il caricamento delle pagine è abbastanza rapido (influisce, ovviamente, il tipo di connessione utilizzato) e viene supportato Flash: proprio quest’ultimo fattore rende a volte più  lento il completamento del caricamento.

Ad ogni modo sono diversi i browser Web per Windows Mobile e l’utente non dovrà fare altro che scegliere quello più adatto alle proprie esigenze: l’HD Mini possiede tutte le potenzialità hardware per offrire una navigazione piacevole.


Supportata anche la modalità Landscape.

Se proprio vogliamo fare un paragone con altri smartphone, ci sentiamo di collocare l’HD Mini appena un gradino sotto all’iPhone, vero “campione” per quanto riguarda la navigazione Web.

 

Software preinstallato:

Buona la dotazione software dell’HD Mini, che può contare su tutte le classiche applicazioni di default di Windows Mobile (già di per sè numerose), alle quali vanno poi ad aggiungersi quelle introdotte da HTC ed integrate con l’interfaccia Sense.

Guardiamole insieme:


La Cartella Outlook comprende Rubrica, Note, Calendario e Impegni.


L’interfaccia dell’Agenda è molto intuitiva.


Il Calendario.


Nella cartella dedicata alla messaggistica troviamo Windows Live Messenger.


Windows Live Messenger: sembra quasi di avere un computer davanti.


Twitter.


Footprints, applicazione che rende “unica” ogni foto, con appunti e tante informazioni da aggiungere.


La Cartella Office Mobile contiene tutte le applicazioni della suite di Microsoft dedicata alla produttività.


Word Mobile.


Excel Mobile.


Microsoft MyPhone.


Non manca il classico Solitario.


Teeter, un gioco che sfrutta la grande sensibilità dell’accelerometro.


La cartella con gli Strumenti (Sveglia, Adobe Reader, Calcolatrice, ecc.).


L’ottimo Task Manager.


Esplora File.


Registratore Audio.


Cartella Multimedia.


Windows Media Player funziona alla perfezione: ottimo l’audio sia con gli auricolari che con l’altoparlate del terminale.


Audio Booster.


Galleria Immagini.


L’applicazione dedicata a YouTube consente di accedere con un solo tocco a tutti i filmati del portale e di navigare tra di essi.


La qualità dei video in riproduzione è ottima sia per fluidità che per audio.

Abbiamo installato anche Microsoft Marketplace, lo store ufficiale di Windows Mobile: non nascondiamo la nostra delusione nell’appurare che le applicazioni disponibili sono in realtà abbastanza limitate. Se l’obiettivo di Microsoft è riuscire a creare qualcosa di simile all’App Store di Apple o all’Android Market, siamo ancora lontani anni luce.


L’interfaccia di Marketplace è molto intuitiva: sono i contenuti a scarseggiare.

 

Fortunatamente esiste un mercato sconfinato di applicazioni per la piattaforma Windows Mobile, sia gratuite che a pagamento, dai contenuti più vari: gli utenti, pertanto, non avranno problemi a trovare tutto ciò di cui hanno bisogno semplicemente effettuando una ricerca in Rete.

 

Fotocamera:

L’HTC HD Mini può contare su una fotocamera da 5 megapixel supportata da Autofocus e geolocalizzazione ma priva di flash: com’è facilmente intuibile, pertanto, gli scatti migliori saranno quelli effettuati in ambienti illuminati o, meglio ancora, sotto la luce del sole.

Interessante la possibilità di mettere a fuoco una parte precisa dell’immagine toccando la specifica porzione del display nella quale è visualizzata (“Touch Focus”). Lo scatto e la memorizzazione dell’immagine sono immediati e tutta l’operazione “scorre liscia” senza intoppi.

Ricordiamo che lo smartphone non dispone di un tasto dedicato alla fotocamera: sarà pertanto necessario avviarla dal Menu mentre per scattare le foto bisognerà toccare l’apposito comando visualizzato sul display.

Discreta la quantità di opzioni di personalizzazione offerte all’utente: Modalità Panorama, Modalità Contatti, Bilaciamento del bianco, ISO, Autoscatto, Effetti e Zoom digitale.

Guardiamo insieme qualche scatto di prova:


È in ambienti esterni e con una buona illuminazione che la fotocamera dell’HD Mini offre i risultati migliori.


Una giornata particolarmente nuvolosa influisce sulla bontà della luminosità delle immagini e, conseguentemente, sulla qualità dei colori. 


Discreta la qualità delle foto Macro in interno, anche se l’assenza di flash provoca la presenza di “rumore”, soprattutto nella prima di queste due immagini.


Meno luminoso è l’ambiente, maggiore è il “rumore” delle immagini. 

L’HD Mini è capace di registrare video in qualità VGA (640×480 pixel), supportando i formati H.263, MPEG4 e H.264. La qualità dei video registrati è buona e la loro successiva riproduzione avviene senza scatti o impuntamenti ma, al contrario, con un’ottima fluidità.

L’audio dei video in riproduzione non eccelle per qualità anche se raggiunge tranquillamente la sufficienza; buona, invece, la potenza dell’altoparlante.

 

GPS:

L’HD Mini può contare su una buona antenna GPS, che con il supporto dell’A-GPS trasforma il terminale in un piccolo navigatore satellitare tascabile. Il tempo necessario per il fix con i satelliti rientra nella media, mantenendosi sotto il minuto ed il segnale, una volta agganciato, non viene più perso.


Google Maps funziona bene e si propone come un valido assistente per trovare o raggiungere una località.

Dal punto di vista software il produttore include una versione di prova di CoPilot Live 8. Sono disponibili, tuttavia, numerosi programmi di navigazione satellitare per la piattaforma Windows Mobile: l’utente non ha che l’imbarazzo della scelta.


CoPilot Live 8 è in versione demo.

 

Batteria:

Anche la batteria dell’HD Mini ci ha decisamente convinti: 1200 mAh si sono rivelati essere più che sufficienti per concludere la giornata senza “patemi d’animo” pur sfruttando le caratteristiche multimediali di questo smartphone, soprattutto quelle relative alla navigazione Web ed alla messaggistica.

Anche con un uso mediamente intenso del terminale si riesce ad arrivare a fine giornata mentre gli utenti che si limitano ad utilizzare prevalentemente le funzioni tradizionali di un telefono non avranno problemi a “chiudere” anche la seconda giornata. Di questi tempi e vista la concorrenza, si tratta di risultati da non sottovalutare.

 

Conclusioni:

L’HTC HD Mini si è rivelato essere uno smartphone completo e molto curato, anche se non esente da qualche limite, tra cui spicca l’assenza del flash, che non permette all’utente di scattare foto in ambienti poco illuminati o completamente bui.

Windows Mobile e HTC Sense rappresentano oramai il perfetto connubio che offre all’utente la possibilità di avere allo stesso tempo tutte le potenzialità dell’OS di Microsoft ed un’interfaccia fluida ed intuitiva, che sarà particolarmente apprezzata dagli utenti meno esperti.

Dal punto di vista hardware, mancanza del flash a parte, l’HD Mini è in grado di competere anche con smartphone di fascia alta: RAM e processore, uniti all’ottimo touchscreen, rendono lo smartphone molto prestante e pronto a supportare l’utente in tutte le sue esigenze.

La navigazione Web è piacevole, l’integrazione con i social network è assicurata e gli aspetti multimediali nel complesso sono ben curati: l’HD Mini si rivela il terminale adatto a coloro che desiderano coniugare la “professionalità” di Windows Mobile pur senza rinunciare ai momenti di svago.

 

Pregi:

  • Stabilità OS
  • Interfaccia Sense
  • Qualità costruttiva
  • Touchscreen
  • Connettività
  • Ergonomia
  • Batteria

Difetti:

  • Audio non pulito in vivavoce
  • Mancanza flash
  • Mancanza servizio di navigazione satellitare gratuita

 

Voto di AgeMobile: 8,3

  • Costruzione: 8,7
  • Display: 8,0
  • Prestazioni: 8,5
  • Ergonomia: 8,5
  • Connettività: 8,7
  • Multimedia: 7,7
  • Fotocamera: 7,6
  • Autonomia: 8,8
Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: