Home > News > Problemi di sicurezza per i processori Samsung Exynos 4210 e 4412

Problemi di sicurezza per i processori Samsung Exynos 4210 e 4412

Un problema mette a rischio la sicurezza di numerosi smartphone Android animati da un processore Exynos di Samsung. Gli utenti chiedono al colosso coreano una soluzione in tempi brevi

Samsung Exynos

Dalla community di XDA-Developers arrivano brutte notizie per i possessori di alcuni dei più importanti smartphone della gamma GALAXY e più in generale di un device animato da una CPU Exynos 4210 o 4412: tali processori, i fatti, avrebbero un problema di vulnerabilità.

Una falla che potrebbe consentire ad un'applicazione di aver accesso a tutta la memoria del dispositivo, RAM inclusa, con grandi rischi per la sicurezza: tra i vari, tanto per fare un paio di esempi, la possibilità di ripristinare il device o ottenere i permessi di root automaticamente ed all'insaputa dell'utente. Non manca qualche aspetto interessante per i più smanettoni, che potrebbero sfruttare il "buco" per effettuare il root con grande semplicità.

I terminali potenzialmente interessati da questo problema sono quelli animati dai processori Exynos 4210 e 4412, come i Samsung GALAXY Note e Note 2, GALAXY S II e GALAXY S III, GALAXY Note 10.1, GALAXY Tab 7.7 ed alcuni dei principali modelli di Meizu, Lenovo ed altri produttori asiatici.

La speranza è che Samsung prenda presto una posizione ufficiale sulla vicenda, rilasciando una dichiarazione e provvedendo a trovare una soluzione. Con la sicurezza, del resto, è meglio non scherzare.

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Oggetto: 
Produttori: 

Un problema mette a rischio la sicurezza di numerosi smartphone Android animati da un processore Exynos di Samsung. Gli utenti chiedono al colosso coreano una soluzione in tempi brevi

Samsung Exynos

Dalla community di XDA-Developers arrivano brutte notizie per i possessori di alcuni dei più importanti smartphone della gamma GALAXY e più in generale di un device animato da una CPU Exynos 4210 o 4412: tali processori, i fatti, avrebbero un problema di vulnerabilità.

Una falla che potrebbe consentire ad un'applicazione di aver accesso a tutta la memoria del dispositivo, RAM inclusa, con grandi rischi per la sicurezza: tra i vari, tanto per fare un paio di esempi, la possibilità di ripristinare il device o ottenere i permessi di root automaticamente ed all'insaputa dell'utente. Non manca qualche aspetto interessante per i più smanettoni, che potrebbero sfruttare il "buco" per effettuare il root con grande semplicità.

I terminali potenzialmente interessati da questo problema sono quelli animati dai processori Exynos 4210 e 4412, come i Samsung GALAXY Note e Note 2, GALAXY S II e GALAXY S III, GALAXY Note 10.1, GALAXY Tab 7.7 ed alcuni dei principali modelli di Meizu, Lenovo ed altri produttori asiatici.

La speranza è che Samsung prenda presto una posizione ufficiale sulla vicenda, rilasciando una dichiarazione e provvedendo a trovare una soluzione. Con la sicurezza, del resto, è meglio non scherzare.

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Oggetto: 
Produttori: