Home > Applicazioni > Plex Cloud annunciato ufficialmente

Plex Cloud annunciato ufficialmente

Plex Cloud

Fra i media player più famosi al mondo disponibili in maniera multi piattaforma, Plex senza dubbio è fra i primi. Esso viene molto utilizzato da coloro che sono soliti acquistare film nel formato Blu-Ray e poi li convertono in file .mkv per guardarli comodamente sul PC senza la necessità di dover utilizzare necessariamente il disco ottico. Nelle scorse ore è stato annunciato Plex Cloud, un nuovo servizio che permette di espandere ancora di più l’ecosistema del media player.

Normalmente Plex funziona installando un server all’interno del proprio PC o del proprio NAS e facendogli gestire tutta la riproduzione multimediale e la trans-codifica dei file contenuti al suo interno verso i client (smartphone, altri PC, Smart TV, tablet ecc.). Con Plex Cloud rimane tutto invariato tranne che per la sorgente dei file: invece di essere salvati localmente, i file si trovano su Google Drive, OneDrive o Dropbox (i servizi al momento supportati).

Plex Cloud non è adatto a tutti

Ciò significa che per poter utilizzare Plex Cloud bisogna avere tutta la libreria dei media già caricata su uno dei servizi prima citati (probabilmente lo spazio gratuito fornito dai servizi non vi basterà). Chiaramente in questo modo la riproduzione multimediale si baserà totalmente sulla connessione ad internet, con conseguente adattamento della trans-codifica in base alla banda disponibile. Per chi ha a disposizione un collegamento ad internet in fibra ottica, si tratta senza dubbio di un ottimo servizio.

Per poter utilizzare Plex Cloud è anche necessario avere a disposizione l’abbonamento Plex Pass (4,99 euro al mese o 39,99 euro l’anno). Il video a cui vi lasciamo qui di seguito mostra in maniera molto dettagliata la procedura per poter abilitare Plex Cloud:

VIA  FONTE