Home > Android > Pixel 4a utilizzerà memoria di archiviazione di tipo UFS 2.1

Pixel 4a utilizzerà memoria di archiviazione di tipo UFS 2.1

Il Google I/O è un evento che ogni anno introduce diverse novità ma nel 2019 una delle più rivoluzionarie è stata la presentazione dei primi Pixel “economici”, ossia i Pixel 3A e Pixel 3A XL. Per quanto 400 euro non sono pochi per uno smartphone con un processore di fascia media e 64 GB di memoria eMMC, rimane il fatto che per questa cifra non esiste nulla sul mercato che possa garantire una qualità fotografica simile e 3 anni di supporto per aggiornamenti ufficiali e patch di sicurezza mensili.

Qualche giorno fa abbiamo parlato di quella che dovrebbe essere la prossima generazione dei Pixel economici in occasione della pubblicazione di alcuni renders. Oggi torniamo a parlare proprio di Pixel 4A perché ci sono state altre indiscrezioni e a quanto pare, il problema della memoria eMMC dovrebbe essere stato risolto dato che il prossimo medio gamma di casa Google dovrebbe essere dotato di memoria UFS 2.1.

Sicuramente il passaggio dalla memoria eMMC alla UFS 2.1 unito al passaggio dal processore Snapdragon 675 al processore Snapdragon 730 dovrebbe consentire al Pixel 4a un discreto boost prestazionale rispetto al Pixel 3a, smartphone che è stato criticato proprio per le prestazioni non al top per un dispositivo da 400 euro. 

Certo, a 400 euro ci sono molti smartphone top di gamma sul mercato che offriranno sicuramente qualcosa in più a livello hardware, ma Pixel 4a punterà come sempre all’esperienza Pixel (quindi supporto e velocità degli aggiornamenti Android) oltre all’ormai famosa e apprezzata Google Camera.

Difficile ora ipotizzare una data di presentazione dato che il Google I/O è stato annullato a causa del coronavirus ma probabilmente sarà presentato ugualmente in primavera.

Via