Home > Accessori > PayPal porta i pagamenti in mobilità con gli SmartWatch Pebble

PayPal porta i pagamenti in mobilità con gli SmartWatch Pebble

PayPal

Apple Pay è diventato in pochissimi giorni dal lancio il sistema di pagamenti mobile più utilizzato al mondo (nonostante per ora sia attivo solo in USA) ma il colosso di Cupertino non è riuscito a stipulare accordi con PayPal: le ragioni sono attualmente sconosciute, tuttavia il colosso dei pagamenti sul web ha appena annunciato la propria app per gli Smartwatch Pebble che prevede la possibilità di effettuare pagamenti in mobilità: ecco come funziona.  

Proprio come anticipato in apertura, Apple Pay è già diventato il sistema di pagamenti mobile più utilizzato al mondo grazie alla sua semplicità di utilizzo garantita dal chip NFC presente nei nuovi iPhone 6, che si collega ai POS ContactLess sparsi in tutto il mondo, oltre che l’elevata sicurezza offerta dal sistema Touch ID (riconoscimento delle impronte digitali) che deve essere utilizzato per ogni acquisto.

PayPal porta i pagamenti in mobilità con gli SmartWatch Pebble

PayPal non è di certo stata a guardare per molto il nuovo servizio del colosso di Cupertino, che rappresenta a tutti gli effetti una “macchina dei soldi” per Apple (per via delle commissioni applicate alle banche che forniscono le carte di credito con le quali gli utenti connettono il proprio account Apple Pay), presentando ufficialmente la propria app per gli SmartWatch Pebble che permettere di effettuare pagamenti in mobilità: ecco come.

PayPal vs Apple PayDiversamente da quanto accade con Apple Pay, l’app di PayPal per Pebble non richiede uno smartphone e la tecnologia su cui si basa non è NFC: il sistema, infatti, genera un codice di pagamento che può essere utilizzato per completare un acquisto. Un’altra differenza tra i due sistemi, è che su Apple Pay l’utente può decidere quale carta di credito utilizzare, mentre con l’app di PayPal si è “costretti” ad utilizzare il loro unico servizio. 

Purtroppo non sono ancora emersi dettagli più specifici sull’effettivo funzionamento e tantomeno è stata rilasciata una data ufficiale di lancio e tantomeno un debutto in Europa: ci aspettiamo che proprio come accaduto con ApplePay, questo nuovo sistema di pagamenti mobile venga rilasciato inizialmente in USA

Via