Home > Android > “Ok Google”, ecco la guida su come abilitarlo in Italiano

“Ok Google”, ecco la guida su come abilitarlo in Italiano

L'HTC One è protagonista di una nuova apparizione sul Web in anteprima. Sarà la volta giusta?

HTC One rendering

Quando manca ormai solo una settimana alla presentazione ufficiale dell'atteso prossimo top di gamma Android di HTC, lo smartphone fa una nuova apparizione sul Web.

E' ancora una volta l'utente evleaks su Twitter a pubblicare una presunta immagine rendering dell'HTC One (noto anche con il nome in codice M7), stuzzicando così la fantasia dei fan del colosso asiatico.

Premettendo che non vi sono garanzie sulla sua autenticità, l'immagine ci ripropone un design già visto in un precedente leak e che si caratterizzerebbe per la presenza di un doppio altoparlante frontale ai lati del display, che dovrebbe vantare una diagonale da 4,7 pollici e risoluzione Full HD (1920x1080 pixel).

L'immagine ci mostra anche la presunta nuova versione dell'interfaccia utente Sense (la v5.0), che dovrebbe girare sull'HTC One insieme ad Android 4.2 Jelly Bean.

Tra le altre feature del terminale dovremmo trovare un processore Qualcomm Snapdragon quad-core da 1,7GHz, 2GB di RAM e una fotocamera da 13 megapixel con la tecnologia Ultrapixels.

Non ci resta che attendere gli eventi organizzati da HTC a New York e Londra per martedì 19 febbraio, con la speranza che Peter Chou, CEO di HTC, sia capace di stupirci.

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Oggetto: 
Produttori: 

sayokgooglelittleesOggi vi presentiamo una guida su come abilitare il comando “OK Google” anche in italiano su Android 4.4, tramite una veloce modifica al sistema.

wyatt376, l’autore della modifica, ha scoperto come abilitare il comando vocale “OK Google”, utilizzando l’ADB, anche in Windows, sono necessari però i permessi di Root e almeno 20Mb di spazio libero nel dispositivo per ogni lingua che volete inserire in /system.

Il tutto deve essere già configurato, Root, e la shell ADB, che deve essere funzionante su windows, altrimenti riceverete solo messaggi di errore, su Windows 7 e 8 è necessario prestare maggiore attenzione ai driver dei device, infatti non sempre il sistema installa autonomamente quelli corretti, effettuate un backup di sicurezza e state attenti ai passaggi da effettuare, il blog non si assume nessuna responsabilità per eventuali problemi.

Ora quindi basta aprire un terminale e digitare in ordine questi comandi:

  • adb shell
  • su
  • mount – o rw, remount /system
  • cd /system/usr/srec
  • ls -l
  • cp -r en-US it-IT
  • chmod 755 it-IT
  • cd it-IT
  • chmod 644 *
  • mount -o ro, remount /system 
  • exit
  • adb reboot

A questo punto basta riavviare il terminale per rendere effettive le modifiche, non sarà presente però la dicitura Pronuncia “OK Google” all’interno della barra di ricerca, a meno che non reinstallate Google Search, per farlo è necessario ricollegare il terminale al PC e da terminale digitare:

  • adb uninstall com.google.android.googlequicksearchbox

il telefono quindi cancellerà completamente i dati di Search, per reinstallarlo basterà riavviare il telefono a cercarlo sul Play Store, a seguire una galleria che mostra il funzionamento della modifica.