Home > Android > Nuovo brevetto Google per le fotografie

Nuovo brevetto Google per le fotografie

A distanza di pochi giorni dalla chiusura ufficiale degli store online Nokia nei principali mercati di tutto il mondo (inclusi Italia, Regno Unito e Stati Uniti), arriva la notizia della decisione del produttore finlandese di tagliare il prezzo in Europa di alcuni dei suoi principali smartphone.

Nokia N8

Si tratta di una decisione che non sorprende più di tanto gli utenti più attenti al mondo della telefonia: con l'annuncio della scelta di adottare Windows Phone come principale OS per i propri futuri smartphone, infatti, Nokia ha "condannato" Symbian ad un lento ma inarrestabile declino.

Stando a quanto pubblicato da Reuters, il prezzo degli attuali terminali di punta del produttore finlandese, come il Nokia N8, il C7 ed anche il nuovissimo E6 è stato tagliato di circa il 15% mentre altri modelli hanno subito un abbassamento di prezzo minore.

Resta da scoprire, a questo punto, quale sarà la politica dei prezzi che Nokia deciderà di adottare per i nuovi modelli basati su piattaforma Symbian: sono infatti in arrivo l'N5, il 701 Helen, il 700 Zeta, il 600 Cindy ed il 500 Fate. Aggrediranno il mercato con prezzi competitivi o saranno commercializzati secondo i normali "canoni"?

Fonte: Reuters (via Unwired View)

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

In questo periodo Google sta rilasciando molti brevetti. Ultimo fra questi è l’auto regolazione della fotocamera sui dispositivi. In tutti gli smartphone di ultima generazione è possibile modificare determinate caratteristiche e valori della fotocamera, come l’esposizione il bilanciamento, l’ISO, contrasti ecc.  ovviamente per poter scattare foto magnifiche bisogna saperle bilanciare e non tutti ne sono capaci. Per questo motivo Google ci è venuta incontro.

L’ultimo brevetto Google permette di regolare automaticamente tutti questi valori per poter scattare una fotografia decentemente. Come? Semplice, grazie all’utilizzo del GPS e dell’analisi meteo, tutto in tempo reale. Lo smartphone sarà in grado di connettersi ad un sistema che identifica la posizione del dispositivo e verificata la posizione, ne verifica anche il meteo. Ricavate queste informazioni, verranno apportati i cambiamenti necessari per poter scattare la miglior foto.

Il brevetto è decisamente interessante ma sorgono comunque delle domande. Per esempio quanto tempo occorre alla fotocamera a preparare tutte le funzioni per scattare la foto? Tecnicamente questo processo dovrebbe essere istantaneo, ma comunque qualche secondo dovrà pur passare.

Ne sapremo sicuramente di più in futuro e soprattutto, noi di Vita Da Smartphone, vi terremo informati su questo brevetto.