Home > News > Motorola RAZR già “roottato” prima dell’esordio ufficiale ?

Motorola RAZR già “roottato” prima dell’esordio ufficiale ?

Il Motorola RAZR è uno degli Android phone di fascia alta più interessanti ed attesi del momento. La community di sviluppatori indipendenti non sembra avere perso tempo ed ha già annunciato di essere riuscita ad ottenere il root del terminale.

motorola razr

Ad annunciare la notizia è P3Droid dalle pagine di Twitter. Non sono state diffuse notizie più certe per quanto riguarda il metodo utilizzato e la natura del root (temporaneo o permanente), ma è verosimile ipotizzare che il lo strumento impiegato sia stato lo stesso tool già utilizzato con gli altri terminali del produttore statunitense basati su Gingerbread. Stando a quanto riportato nel tweet, le istruzioni dettagliate su come procedere al root verranno rilasciate in seguito.

La notizia appena riportata appare abbastanza incoraggiante per gli utenti in attesa di conoscere se e come il Motorola RAZR sarà modificabile. Sulla base delle indiscrezioni disponibili al momento, la versione internazione del Motorola RAZR dovrebbe avere un bootloader sbloccabile al contrario del Morola Droid RAZR. Le prospettive per ottenere ROM custom dedicate al nuovo top di gamma di Motorola appaiono quindi buone.

Non ci resta che attendere le indicazioni dettagliate su come procedere al root, anche senza eccessiva urgenza, considerato che il terminale non è ancora arrivato sugli scaffali dei negozi.

Fonte: P3Drodid via Phone Arena

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Il Motorola RAZR è uno degli Android phone di fascia alta più interessanti ed attesi del momento. La community di sviluppatori indipendenti non sembra avere perso tempo ed ha già annunciato di essere riuscita ad ottenere il root del terminale.

motorola razr

Ad annunciare la notizia è P3Droid dalle pagine di Twitter. Non sono state diffuse notizie più certe per quanto riguarda il metodo utilizzato e la natura del root (temporaneo o permanente), ma è verosimile ipotizzare che il lo strumento impiegato sia stato lo stesso tool già utilizzato con gli altri terminali del produttore statunitense basati su Gingerbread. Stando a quanto riportato nel tweet, le istruzioni dettagliate su come procedere al root verranno rilasciate in seguito.

La notizia appena riportata appare abbastanza incoraggiante per gli utenti in attesa di conoscere se e come il Motorola RAZR sarà modificabile. Sulla base delle indiscrezioni disponibili al momento, la versione internazione del Motorola RAZR dovrebbe avere un bootloader sbloccabile al contrario del Morola Droid RAZR. Le prospettive per ottenere ROM custom dedicate al nuovo top di gamma di Motorola appaiono quindi buone.

Non ci resta che attendere le indicazioni dettagliate su come procedere al root, anche senza eccessiva urgenza, considerato che il terminale non è ancora arrivato sugli scaffali dei negozi.

Fonte: P3Drodid via Phone Arena

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: