Home > News > Microsoft offre asilo agli sviluppatori WebOS con Windows Phone

Microsoft offre asilo agli sviluppatori WebOS con Windows Phone

L'annuncio di HP relativo alla cessazione della produzione di hardware WebOS inzia a produrre i suoi effetti anche rispetto ad altre piattaforme. Microsoft, infatti, non ha perso molto tempo ed ha già iniziato a "corteggiare" gli sviluppatori di applicazioni WebOS che potrebbero aver mal digerito la decisione di HP.

microsoft webos

Brandon Watson, responsabile dello sviluppo di applicazioni per la piattaforma Windows Phone 7, con un post su Twitter a dir poco esplicito, ha teso immediatamente la mano agli sviluppatori WebOS, proponendo un'offerta molto allettante. Recita testualmente il post: "Vi daremo tutto quello di cui avrete bisogno per avere successo con Windows Phone". Il pacchetto completo comprende: smartphone gratuiti, strumenti di sviluppo, training e molto altro.

Watson ha cavalcato l'onda della crisi che sta attraversando la piattaforma WebOS. La proposta, tuttavia, interviene in una fase in cui, mentre i destini dell'hardware WebOS sembrano ormai segnati, non lo sono altrettanto quelli del sistema operativo. Tra le possibili opzioni relative al futuro della piattaforma WebOS, infatti, ci potrebbe essere anche la concessione della licenza di utilizzare il sistema operativo ad altri produttori.

Sarà interessante valutare se l'appello di Watson verrà raccolto dagli sviluppatori di applicazioni WebOS.  Obiettivo di Microsoft, come sempre, è quello di rafforzare l'ecosistema che ruota attorno alla piattaforma Windows Phone e gli sviluppatori rappresentano uno dei pilastri fondamentali per realizzarlo. Nonostante la modesta quota di mercato detenuta dalla piattaforma WebOS, l'apporto dato dai suoi sviluppatori potrebbe in ogni caso rivelarsi ugualmente utile per rafforzare il cosiddetto "terzo polo" del mercato, ovvero la piattaforma Windows Phone 7.

Fonte: Brandon Watson

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

L’annuncio di HP relativo alla cessazione della produzione di hardware WebOS inzia a produrre i suoi effetti anche rispetto ad altre piattaforme. Microsoft, infatti, non ha perso molto tempo ed ha già iniziato a “corteggiare” gli sviluppatori di applicazioni WebOS che potrebbero aver mal digerito la decisione di HP.

microsoft webos

Brandon Watson, responsabile dello sviluppo di applicazioni per la piattaforma Windows Phone 7, con un post su Twitter a dir poco esplicito, ha teso immediatamente la mano agli sviluppatori WebOS, proponendo un’offerta molto allettante. Recita testualmente il post: “Vi daremo tutto quello di cui avrete bisogno per avere successo con Windows Phone“. Il pacchetto completo comprende: smartphone gratuiti, strumenti di sviluppo, training e molto altro.

Watson ha cavalcato l’onda della crisi che sta attraversando la piattaforma WebOS. La proposta, tuttavia, interviene in una fase in cui, mentre i destini dell’hardware WebOS sembrano ormai segnati, non lo sono altrettanto quelli del sistema operativo. Tra le possibili opzioni relative al futuro della piattaforma WebOS, infatti, ci potrebbe essere anche la concessione della licenza di utilizzare il sistema operativo ad altri produttori.

Sarà interessante valutare se l’appello di Watson verrà raccolto dagli sviluppatori di applicazioni WebOS.  Obiettivo di Microsoft, come sempre, è quello di rafforzare l’ecosistema che ruota attorno alla piattaforma Windows Phone e gli sviluppatori rappresentano uno dei pilastri fondamentali per realizzarlo. Nonostante la modesta quota di mercato detenuta dalla piattaforma WebOS, l’apporto dato dai suoi sviluppatori potrebbe in ogni caso rivelarsi ugualmente utile per rafforzare il cosiddetto “terzo polo” del mercato, ovvero la piattaforma Windows Phone 7.

Fonte: Brandon Watson

Sistema Operativo: 
Contenuto: