Home > News > Microsoft: Il futuro di Internet all’insegna di cloud e condivisione

Microsoft: Il futuro di Internet all’insegna di cloud e condivisione

Altro: 
i-mate K-JAM

Smartphone

Windows Mobile 5.0 Pocket PC
EDGE - Wi-Fi - QWERTY

Categoria:
  • Smartphone
Sistema Operativo:
  • Windows Mobile 5 for Pocket PC Phone Edition
Funzionalità telefoniche:
  • GSM/GPRS/EDGE:850/900/1800/1900MHz
  • GPRS class B, Multi-slot 10
Display e tastiera:
  • TFT LCD da 2,8" Transflective risoluzione 320x240 pixels da 65536 colori
  • Rotazione dell'orientamento automatico
  • Tastiera QWERTY da 39 tasti integrata
Processore e memoria:
  • Texas Instruments OMAP 850 a 200 MHz
  • 128 MB di ROM (disponibili: 38.60)
  • 64 MB di RAM (disponibili 27.42)
  • Slot di espansione miniSD
Fotocamera integrata:
  • Sensore principale: CMOS da 1.3 Megapixel (1280 x 960) con Flash Led
  • Sino a 2 Megapixel con interpolazione software
  • Operante da 5 Lux
Connettività:
  • Porta IrDA SIR
  • Bluetooth 1.2 Class 2
  • Wi-Fi 802.11b/g
  • USB client 1.1 (su porta miniUSB)
Funzioni aggiuntive:
  • Doppio speaker di sistema
  • Full duplex
  • Audio sampling rate 16-bits a 8KHz, 11KHz, 22KHz, 44.1KHz
  • Jack Audio 2,5 mm
  • Pad direzionale a 5 vie
  • Controllo volume
  • Pusalnte fotocamera
  • Pulsante di registrazione vocale
  • Pulsante Wireless Manager
Batteria:
  • Rimovibile ai polimeri di litio da 1250mAh
  • Autonomia in stand-by: sino a 200 ore
  • Autonomia in conversazione: GSM sino a 5 ore
Dimensioni e peso:
  • 108 x 58 x 23.7 mm
  • 160 grammi batteria inclusa
Link:

Sistema Operativo: 
Tipologia: 
Produttori: 

microsoft skydriveIl futuro di Internet all'insegna di cloud e condivisione è stato il tema dell'evento organizzato da Microsoft martedì scorso a Milano.

Nel corso della serata sono stati presentati i risultati dello studio di Nextplora sui rapporti tra gli italiani ed i cloud service, le novità di Hotmail e i servizi cloud integrati in Windows Phone

Già da tempo abbiamo affrontato il tema dei servizi cloud che, con il passare dei mesi, sono divenuti sempre più diffusi ed accessibili sia da PC che dai dispositivi mobili.

Lo spunto di riflessione offerto da Microsoft  rappresenta un'ulteriore conferma del sempre maggiore utilizzo della cloud sia da parte degli utenti che hanno particolare dimistichezza con gli strumenti informatici, sia da parte di chi li utilizza in maniera più o meno inconsapevole. 

microsoft nextplora

All'evento hanno preso parte Emanuele Colli, Responsabile della Divisione Online di Microsoft Italia, Stefania Duico responsabile Windows Phone e Alessandra Costa di Nextplora.

Ad aprire l'evento è stata Alessandra Costa che ha presentato i risultati dell'indagine condotta da Nextplora su un campione di 1000 individui e finalizzata ad accertare se e come gli italiani utilizzano i servizi cloud.

alessandra costaalessandra costa
Alessandra Costa illustra i risultati dell'indagine "Osservatorio Internet 2011" di Microsoft Windows Live condotta da Nextplora

Analizzando i dati raccolti ed organizzati da Nextplora, possiamo affermare indubbiamente che gli "italiani vivono sulle nuvole" (cloud = nuvola): 

microsoft nextplora

L'88% dei partecipanti allo studio utilizza in maniera inconsapevole la cloud, ovvero usa i servizi cloud senza identificarli come tali, il 38% conosce la cloud, mentre il 15% la utilizza in maniera consapevole.

I contenuti maggiormente condivisi dagli utenti che accedono alla cloud riguardano le foto e video e tutto ciò che afferisce alla proprie passioni, alla musica preferita o alla sfera personale.

Interessante notare come lo studio mette in evidenza che il concetto maggiormente associato alla cloud è quello della condivisione. Anche se i servizi cloud comprendono lo storage remoto e soddisfano l'esigenza di mettere sempre a disposizione dell'utente in qualsiasi luogo i propri file, uno degli stimoli che spinge gli individui ad immettere in rete gran parte della propria sfera personale è la volontà di condividerla tramite il web.

microsoft nextplora
"Cloud" è spesso sinonimo di "Condivisione"

 

La cloud di Microsoft: Hotmail e Skydrive tra PC e Windows Phone:

Mentre lo studio ha chiarito quelle che sono le abitudini degli utenti, è stata Microsoft a proporre la sua personale soluzione per continuare a seguirle al meglio. E' una soluzione che si basa sui rinnovati servizi di Hotmail che nel corso degli anni sono stati ulteriormente potenziati e resi fruibili non solo tramite PC, ma anche in mobilità grazie ai Windows Phone.

microsoft nextplora
Windows Live SkyDrive, il servizio per lo storage remoto, è uno dei pilastri su cui poggia la cloud di Microsoft e mette a disposizione dell'utente fino a 25GB di spazio per condividere foto e documenti

Prima di passare ad esaminare come la cloud di Microsoft è stata migliorata nel corso degli anni, riportiamo la risposta alla domanda che abbiamo rivolto a Microsoft sul perchè un utente dovrebbe preferire la sua cloud piuttosto che quella di uno dei numerosi concorrenti, come la recente iCloud di Apple o i servizi offerti da Google legati all'account di Gmail.

Microsoft punta a due aspetti: all'elevata integrazione della cloud nei vari device usati dall'utente (PC e smartphone sempre sincronizzati con la "nuvola") e agli strumenti di produttività (basti pensare a Microsoft Office e OneNote, integrati sia in Windows che in Windows Phone).

Vedremo nel corso dell'articolo come questi due elementi, in effetti, contrassegnano in maniera profonda l'esperienza d'uso dei servizi cloud di Microsoft.

 

Hotmail

Il lancio di Hotmail risale ormai a 15 anni fa. Nel corso degli anni Microsoft ha migliorato notevolmente il servizio, come ha chiario Emanuele Colli, Responsabile della divisione Online di Microsoft Italia:

emanuele colliemanuele colli
Emanuele Colli illustra i miglioramenti apportati al servizio Hotmail negli ultimi anni

Microsoft ha lavorato su più fronti per migliorare Hotmail e più nello specifico ha:

  • Ridotto la percentuale di spam dal 55% del 2006 a meno del 3% nel 2011
  • Aumentato la velocità di fruizione del servizio che risulta 10 volte più rapido rispetto al passato
  • Aumentato la capacità di storage, portandola dagli originali 2MB del 2004 ad una virtualmente illimitata
  • Aumentato la sicurezza introducendo nuove feature come SmartScreen
  • Reso fruibile in mobilità Hotmail supportando i sistemi operativi mobili più disparati (Android, iOS, Windows Phone)

microsoft nextplora
Gli investimenti sui servizi di HotMail continuano. Basta dare un rapido sguardo alla quantità di Petabyte destinati allo storage, valore pari a 140 nel mese di settembre 2011

Anche l'ambito delle funzioni di Hotmail è stato ulteriormente esteso nel corso dei mesi e le più recenti novità comprendono: le azioni istantanee direttamente dalla propria Inbox ( possibilità di spostare, cancellare e flaggare le proprie email in maniera immediata), il contrassegno dei messaggi e la possibilità di spostarli in cima alla Inbox, la pianificazione della pulizia, la gestione delle cartelle, Fotomail e Docmail e le categorie personalizzate.

 

La gestione dei propri file in mobilità tramite la cloud e Windows Phone

Veniamo alla parte che forse interesserà ancor di più i nostri lettori, ovvero alla gestione in mobilità dei molteplici servizi cloud di Microsoft tramite lo smartphone Windows Phone che, con la più recente release, migliora ulteriormente sia le funzioni dedicate ai servizi di posta elettronica, sia quelli relativi alla condivisione di foto, video e messaggi sfruttando le reti di social networking.

Ad illustrare alcune delle nuove funzioni di Windows Phone (7.5 "Mango") nei video che seguono è Stefania Duico responsabile di Windows Phone.

Nel primo video che vi proponiamo vengono descritte alcune delle novità introdotte nel client mail: la ricerca contestuale, utile per ritrovare, ad esempio, tutte le mail inviate da un determinato contatto, la possibilità di archiviare le mail seguendo la struttura della cartelle creata da PC, la ricerca delle mail in base all'oggetto e per finire la gestione unificata delle inbox.


Windows Phone 7.5: client mail

Tra le più recenti novità introdotte con Hotmail figura anche la possibilità di creazione degli account "Alias", account di posta elettronica temporanei collegati all'account principale ed utili qualora sia ha l'esigenza di utilizzare un indirizzo mail solo per task specifici, come la vendita di un oggetto sul web, ad esempio, senza rivelare la propria mail personale. Anche la gestione degli account alias può essere effettuata in mobilità tramite lo smartphone:


Window Phone 7.5 la sincronizzazione dell'account "Alias" creato con Hotmail

Foto e video, come emerso dallo studio di Nextplora, sono i contenuti maggiormente condivisi. La cloud di Microsoft tramite il servizio SkyDrive mette a disposizione dell'utente uno storage nella cloud che può essere gestito sia da PC che da Windows Phone. Nel prossimo video assisteremo alla fase di condivisione delle foto contenute nel PC e alla sincronizzazione con lo smarthone Windows Phone.


Windows Phone 7.5: condivisione e sincronizzazione di foto e video con SkyDrive

Microsoft punta anche agli strumenti di produttività per differenziarsi dai servizi cloud offerti dalla concorrenza. Il video che segue è dedicato proprio agli strumenti di produttività personale di Microsoft Office e OneNote. Per entrambe è prevista la possibilità di creazione, condivisione e sincronizzazione dei contenuti tra tutti i device che hanno accesso allo stesso account di Windows Live.


Windows Phone 7.5: Office e OneNote in mobilità

Nell'ultimo video viene ribadito l'approccio di Windows Phone, diametralmente opposto rispetto ai sistemi operativi "app-centrici" e viene mostrata una ulteriore applicazione di questo modo di concepire la UI dello smartphone. Sono l'utente e i suoi contatti i "protagonisti" del sistema operativo e non le app necessarie per comunicare. Indipendentemente dallo strumento utilizzato (Facebook, Messenger, SMS, etc.) Windows Phone 7.5 Mango consente di comunicare e condividere le informazioni con immediatezza:


Windows Phone 7.5: le nuove funzioni "social"

Chiudiamo il nostro resoconto dell'evento,  ringraziando Microsoft per l'ospitalità accordataci e con una piccola "chicca" emersa nella parte finale dell'incontro. Ad ampliare ulteriormente gli strumenti di condivisione messi a disposizione dai nuovi Windows Phone contribuirà il client di Skype, frutto della recente acquisizione attuata dalla casa di Redmond. Stando a quanto dichiarato nell'ambito dell'evento, l'applicazione di Skype, almeno per ora, sarà di tipo stand-alone e non integrata nel sistema operativo. Ulteriori dettagli saranno comunicati in maniera più certa nelle prossime settimane.

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Sezioni: