Home > Accessori > Le AirPods non possono più essere un regalo di Natale

Le AirPods non possono più essere un regalo di Natale

Apple AirPods

Il Natale è ormai alle porte e, stando a una recente ricerca di mercato, circa il 15% degli italiani sta pensando ai regali in maniera last minute. A tal proposito, vi segnaliamo che se avete le AirPods nella vostra lista regali, li potete tranquillamente cancellare.

Per via dei numerosi ordini e conseguentemente delle scorte limitate, negli Apple Store fisici è molto difficile trovarli mentre su quello online viene prevista la consegna solo per il 2 Gennaio. Insomma, un ottimo prodotto ma non più percorribile come regalo di Natale.

Le AirPods sono tecnologia allo stato puro

Per chi non lo sapesse, oltre a un design molto minimale (che tra l’altro fa storcere il naso a molti), le AirPods sono un concentrato di tecnologia, in cui Apple ha investito molto. Al centro di tutto vi è il chip W1, compatibile però solo con iPhone, iPad e Mac di ultima generazione (iOS 10 o successivo):

Grazie all’esclusivo chip Apple W1, gli auricolari AirPods sanno quando li indossi, perché i sensori ottici e un accelerometro di movimento rilevano il contatto con l’orecchio. Il chip W1 attiva automaticamente il microfono e indirizza l’audio a entrambi gli auricolari, o solo a quello che stai usando.

Esso permette anche di ottimizzare il consumo energetico, garantendo un’autonomia a entrambi gli auricolari di ben 5 ore (il case può ricaricarli per ulteriori 24 ore di autonomia).

Tutto ciò però viene a un costo: il prezzo di listino elevato (179 euro in Italia) e la complessità nella costruzione. Fortunatamente sono previsti degli aumenti nella produzione di massa delle AirPods, tanto che nel 2018 le vendite potrebbero addirittura raddoppiare mantenendo bassi i tempi di attesa.

VIA