Home > Applicazioni > La musica si ascolta con lo smartphone: la classifica delle App piu scaricate

La musica si ascolta con lo smartphone: la classifica delle App piu scaricate

Image1

I nostri smartphone. oltre ad essere delle perfette macchine fotografiche, sono ormai anche dei quasi perfetti juke-box. Abbiamo detto addio ai lettori cd, ai lettori mp3. La musica, nel 2016, passa dallo smartphone direttamente nelle nostre cuffie. Attenzione al traffico dati.

Mentre da casa, magari con un contratto infostrada fibra che ci permette di navigare ad altissima velocità non abbiamo problemi, dallo smartphone rischiamo di prosciugare i nostri gb. Consiglio? Scaricare la musica col wifi per poi ascoltarla successivamente. Oggi vogliamo offrirvi una piccola classifica dell app musicali a disposizione.

 

Apple Music.

La App di Apple, oltre che su iPhone e iPad, è disponibile su Android e su Windows, tramite iTunes, ma non è accessibile via browser. La selezione dei canali destinati alla scoperta è molto vasta anche se la ricerca è un po confusionaria. L’empatia dell’App è limitata. Non è facile far comprendere i propri gusti musicali. Il servizio ha un costo di 9,99 euro al mese. E’ possibile scaricare la versione prova per tre mesi.

Google Play Music.

Si possono caricare fino a 50.000 brani propri fornendo i dettagli su un sistema di pagamento. Esistono playlist predefinite e lo strumento di ricerca è molto buono. Per trovare nuove playlist bisogna affidarsi al tasto “feel lucky”. Il costo è sempre lo stesso. 9,99 euro al mese. La prova è di 60 gg. 

Spotify

E’ sicuramente una delle migliori App tra quelle analizzate. L’ App è di buona qualità. Molto empatica, comprende i nostri gusti musicali. Ci aiuta nella ricerca, permette di realizzare playlist e spostare brani in coda. La versione gratuita su Android è molto più limitata rispetto a quella per Pc. Nella versione gratuita, con la pubblicità, la musica è codificata a una frequenza più bassa rispetto alla versione premium, ma la differenza è impercettibile. Gratis con pubblicità o 9,99 euro al mese. 

YouTube

Forse il servizio per ascoltare musica più noto e più social. Presenta, però, diversi limiti. La qualità degli audio e dei video è legata all’utente che li ha caricati. Il servizio si interrompe per ogni azione svolta sul proprio smartphone. Insomma, non è pensata davvero per offrire un servizio di qualità. Il servizio è  completamente gratuito.