Home > Apple > iPhone: In USA nel Q4 2014 ha rappresentato il 50% di attivazioni

iPhone: In USA nel Q4 2014 ha rappresentato il 50% di attivazioni

Apple iPhone 6

Sia gli analisti che i dati ufficiali di vendite hanno dimostrato che Apple ha chiuso l’anno con vendite record per tutti i suoi iPhone: a trainare l’enorme successo sono stati ovviamente i nuovi iPhone 6 e 6 Plus che hanno conquistato, assieme ai modelli precedenti, il 50% di attivazioni totali di smartphone in USA durante tutto il Q4 2014

I dati pubblicati oggi dalla Consumer Intelligence Research Partners rivelano dunque come Apple con i nuovi melafonini abbia surclassato in tutti i sensi i suoi competitor per lo meno in America, dove tutti gli iPhone venduti durante il Q4 2014 hanno rappresentato il 50% di tutti gli smartphone venduti in tutto il paese: dati record che dovranno di certo far riflettere le aziende concorrenti. 

iPhone: In USA nel Q4 2014 ha rappresentato il 50% di attivazioni

L’indagine è stata effettuata nel trimestre che va da ottobre a dicembre e mostra un incremento del 28% in termini di market share rispetto al trimestre precedente che andava da luglio a settembre. Dal report si è anche scoperto che l’86% degli acquirenti era già fedele ad Apple, andando a confermare la quota di mercato che l’azienda già aveva in precedenza; al contrario di Samsung ed LG che hanno perso rispettivamente il 25% e il 18% dei clienti, che sono andati ad acquistare un iPhone

iPhone market share Q4 2014

Il lancio di iPhone 6 e iPhone 6 Plus avvenuto a Settembre ha portato Apple a dominare il mercato smartphone in USA nell’ultimo trimestre dell’anno: le vendite di melafonini sono state doppie rispetto agli smartphone Samsung, e di 5 volte superiori rispetto ad LG. Nessun’altra azienda in America ha superato il 5% di market share durante lo stesso periodo.

Gli analisti prevedono inoltre come le vendite di iPhone 6 e iPhone 6 Plus continueranno ad essere forti anche nei primi mesi del 2015, con diversi sondaggi che prevedono la metà degli utenti intenzionati a cambiare smartphone nel giro dei prossimi 3 mesi indirizzati all’acquisto di un nuovo iPhone

Via