Home > Apple > iPhone 6S, la produzione è in ritardo di due settimane

iPhone 6S, la produzione è in ritardo di due settimane

Apple-iPhone-6s-concept-render (1)

Ming Chi Kuo, autorevole e precisissimo analista di KGI Securities, torna a farsi sentire e stavolta lo fa snocciolando una serie di previsioni che riguardano la messa in produzione del prossimo gioiellino Apple. Secondo il parere di Kuo, la produzione di massa dei vari iPhone 6S e iPhone 6S Plus avrebbe subito qualche intoppo e tarderà quindi di entrare nel vivo per una o al massimo due settimane. La produzione di massa vera e propria, in sostanza, dovrebbe iniziare solo questo mese.

Con l’occasione Ming Chi Kuo afferma che a Foxconn sia stata attribuita il 60% della produzione, mentre la rimanente parte dei lavori dovrebbe naturalmente esser stata affidata alle mani di Pegatron. Il fatto stesso che gli ordinativi chiamino in causa numeri tanto imponenti e i ritardi venuti alla luce nel corso di queste ore, però, non fanno che delineare uno scenario alquanto teso: sembra infatti che i lavoratori di Foxconn che operano nello stabilimento Zhengzhow siano costretti a fare grossi straordinari pur di evitare ulteriori slittamenti.

Per quel che riguarda la data di lancio non ci saranno modifiche varie (anche grazie all’intensificazione dei piani di lavoro): l’inaugurazione dovrebbe avvenire in giornata 11 Settembre, mentre la disponibilità sui mercati partire dal prossimo 18 Settembre. L’attesa a questo punto è davvero tanta, soprattutto perchè i nuovi iPhone 6S dovrebbero farsi pionieri di nuove tecnologie, di nuove sfide e soprattutto di una “visione delle cose” alquanto inedita per casa Apple!

via