Home > News > Il nuovo Windows 10 SDK ha rivelato il progetto di un Surface Phone flessibile e con chip ARM

Il nuovo Windows 10 SDK ha rivelato il progetto di un Surface Phone flessibile e con chip ARM

Microsoft Surface Phone

Dalla fine dello scorso anno, abbiamo notato un certo numero di brevetti di Microsoft relativi a un dispositivo pieghevole che, secondo quanto riferito, funziona su una versione speciale di Windows 10 chiamata Andromeda OS. I brevetti indicano un dispositivo ibrido che, in base ala piegatura, può funzionare da tablet o da smartphone. Si ipotizza che questo sia il tanto atteso Microsoft Surface Phone, un prodotto la cui esistenza ha raggiunto uno status da mitologia.

Apparentemente nascosto nell’ultimo SDK di Windows 10 (Windows 10 17672 SDK), vi è un codice che menziona il sistema operativo Andromeda. A scoprire il codice è stato il leaker WalkingCat, il quale in passato ha anche scoperto in precedenza un elenco di app solo per smartphone nascoste all’interno del Windows Store e collegate al sistema operativo Andromeda.

Dai dettagli del codice, possiamo prelevare alcuni indizi allettanti: sembra che il sistema operativo Andromeda supporterà sia le CPU ARM che X86, anche se il dispositivo effettivo sarà alimentato da processori con processore ARM.

Secondo il codice, il sistema operativo Andromeda è elencato internamente come “Factory OS Andromeda” e il codice menziona persino il dispositivo reale (il presunto Microsoft Surface Phone). Alcuni dei brevetti che sono stati approvati a Microsoft sono legati alla cerniera e sembra che sia stato fatto molto lavoro su quella parte del prodotto.

Le indiscrezioni precedenti menzionavano la presenza di magneti che apparivano su entrambi i lati della “colonna vertebrale” dell’unità per dare una mano nelle fasi di piegatura. Il Microsoft Surface Phone ripiegabile sarà in grado di piegarsi in varie posizioni denominate modalità tablet, modalità tenda, modalità laptop e modalità piegata. Un’app app per le note speciali consentirà agli utenti di scrivere sui due schermi come se stesse annotando le informazioni su un normale taccuino di carta.

Il codice trovato nell’ultima versione dell’SDK contiene anche riferimenti a WindowsCoreOS, che trasforma Windows 10 in una piattaforma modulare e a Polaris. Quest’ultima è una versione di C-Shell che mette una UI desktop su WindowsCoreOS.

VIA