Home > Android > Huawei Mate 9 Pro arriva in Italia ad un prezzo “salatissimo”

Huawei Mate 9 Pro arriva in Italia ad un prezzo “salatissimo”

La Huawei che proponeva smartphone di fascia media a prezzi competitivi è ormai lontana: oggi è stato ufficializzato l’arrivo in Italia dello smartphone Huawei Mate 9 Pro al prezzo consigliato di 999 Euro.

Indubbiamente abbiamo a che fare con un top di gamma in ogni aspetto, dal display al processore, dalla fotocamera all’autonomia. Ma il prezzo è davvero troppo elevato per rendere questo smartphone interessante. 

Vediamo se un breve riepilogo delle caratteristiche tecniche vi farà cambiare idea su questo smartphone. E si, è uno smartphone perché il display è da “soli” 5,5 pollici. 

Ecco la scheda tecnica:

 

  • Display: AMOLED curvo 5,5″ WQHD (2560 x 1440), 534ppi; 16,7M colori
  • CPU: HUAWEI Kirin 960, Octa-Core (4 x 2,4 GHz A73 + 4 x 1,8 GHz A53)
  • GPU: Mali-G71 MP8
  • Sistema Operativo: Android 7.0 (Nougat)
  • EMUI: EMUI 5.0
  • Memoria: 6GB RAM + 128GB ROM
  • Connetività: WiFi 802.11 a/b/g/n/ac con supporto WiFi Direct; BT4.2 BLE; USB Type-C
  • Fotocamera: principale – Doppia fotocamera 20MP Monocromatica + 12MP RGB, f/2.2 con OIS (stabilizzatore ottico d’immagine); registrazione video 4K; frontale – 8MP AF, f/1.9
  • Batteria: 4000mAh
  • Dimensioni: altezza: 152mm; larghezza: 75mm; spessore: 7,5mm
  • Peso: 169g
  • Colori: Haze Gold/Titanium Gray 

I punti di forza secondo Huawei sono principalmente tre: display, fotocamera e autonomia. In particolare, la fotocamera è dotata di un sensore monocromatico da 20 Megapixel e da uno RGB da 12 Megapixel, di Zoom Ibrido con ingrandimento 2X e di effetti fotografici come il bokeh. 

La batteria da 4000 mAh può raggiungere fino a 2 giorni di autonomia secondo Huawei e grazie alla tecnologia SuperCharge, con 20 minuti di ricarica si può arrivare fino a un giorno di utilizzo.

HUAWEI Mate 9 Pro sarà disponibile in Italia nei colori Haze Gold e Titanium Gray al prezzo consigliato di 999 Euro, a partire dal prossimo 20 marzo.

Via – Press Release