Home > Recensioni > Huawei Ascend P6, la nostra recensione

Huawei Ascend P6, la nostra recensione

Huawei Ascend P6Grazie alla gentile concessione di Huawei Italia, siamo riusciti ad ottenere un esemplare di Huawei Ascend P6, il top di gamma della casa cinese dello scorso anno, che si presenta ad un pubblico abbastanza vasto con buone caratteristiche, ottimi materiale ed un ottimo prezzo.

Come prima cosa ecco a voi la nostra videoreview:

 

Confezione

Quando è arrivato presso la nostra redazione, questo Huawei Ascend P6 era avvolto da una busta da spedizione e pertanto non abbiamo ricevuto la confezione. Andando a spulcare per il web abbiamo scoperto che al suo interno troviamo: i soliti manuali d’uso, cuffie con jack da 3.5mm in formato Standard, caricatore da muro con ingresso USB, cavo dati USB/microUSB ed una cover in silicone.

Se non fosse per la cover, che è un plus molto utile,  la confezione sarebbe in linea con quella di tutti gli altri dispositivi Huawei e non.

Materiali & Ergonomia

Huawei Ascend P6 è molto famoso per il suo elegantissimo design e per i suoi materiali “nobili”. Nonostante le linee generali riprendano abbastanza quelle degli iPhone 4/4s, il design risulta sempre molto accattivante. Mentre la banda nella parte inferiore dello smartphone, dove troviamo l’ingresso per il jack da 3.5mm, che viene coperto dalla puntina per aprire il vano microSIM e microSD, è in plastica; il corpo di Ascend P6 è completamente in alluminio satinato, nel nostro caso bianco. I materiali però sono abbastanza “fragili” ed infatti lo smartphone si graffia facilmente. Il display è in vetro.

Le dimensioni ne consentono un ottima presa, ma i materiali risultano un po’ scivolosi. Quando impugnerete questo smartphone per la prima volta sembrerà quasi di non tenere nulla per le mani, sia per il peso:120g, sia per lo spessore veramente ridotto 6.18mm, motivo per il quale lo smartphone venne presentato il 18/6 (basta leggere la data nell’ordine mese/giorno e vi risulterà la dimensione dello spessore).

Huawei Ascend P6 è presente nel nostro mercato in tre diverse colorazioni: Bianca, Nera e Rosa.

 

Hardware & Display

Huawei Ascend P6 è stato il top di gamma della casa cinese dello scorso anno e pertanto doveva montare delle ottime caratteristiche. Nonostante sia uscito nel periodo dove andava di moda montare sui i nuovi dispositivi in uscita potentissimi processori, del calibro dello Snapdragon 600 o dello Snapdragon 800, Huawei decide di rischiare, montando un processore proprietario (Huawei K3V2 quad core da 1.5GHz) su questo smartphone. Il processore svolge abbastanza bene il suo compito, ma non a livelli ottimali come ci saremmo aspettati. Durante i nostri test abbiamo effettuato diversi Benchmark, ottenendo dei risultati discreti (circa 14mila, andandosi a posizionare sotto al Samsung Galaxy SIII). Spesso abbiamo diversi rallentamenti all’interno della UI o di alcune applicazioni e dopo un po’ che lo utilizzeremo il device si surriscalderà nella parte posteriore. Ad aiutare il processore abbiamo una GPU Vivante GC4000 ed un quantitativo di RAM pari a 2Gb. Tra le altre caratteristiche troviamo 8Gb di memoria interna, ovviamente espandibili tramite microSD.

Il display di Huawei Ascend P6 è un’ampia unità da 4.7″ con una risoluzione buona, 1080x720p HD, con 313ppi. La motrice è TFT e, nonostante la rinomata fama per i colori slavati, questa volta si comporta molto, ma molto bene. I colori sono veramente naturali, il nero è abbastanza profondo, i contrasti buoni e gli angoli di visione sono veramente ampi. Inoltre, il display ha una luminosità molto elevata da risultare eccessiva.

La connettività, invece non è molto vasta. Manca la connessione LTE ed anche il chip NFC. Non possono mancare sicuramente i soliti: Bluetooth, Wi-fi, cavo microUSB 2.0.

Scheda tecnica Huawei Ascend P6:

Display 4.7″ HD TFT, 313ppi
Processore Quad core 1.5GHz Huawei V3K2
Ram 2Gb
Connettività Wi-fi, Bluetooth, HSPA
Memoria 8Gb, espandibile con microSD
Fotocamera anteriore 5mpx, posteriore 8mpx
Batteria 2000mAh

Autonomia

L’autonomia di Huawei Ascend P6 non è molto vasta. A causa dell’amperaggio un po’ ridotto (200mAh) ed al processore poco performante difficilmente raggiungerete la giornata intera di utilizzo.

Multimedialità & Fotocamera

Andando a parlare della fotocamera e del reparto multimediale in generale, questo Huawei Ascend P6 viene promosso a pieni voti. La fotocamera posteriore è in grado di scattare delle ottime foto alla risoluzione massima di 8mpx, grazie alle lenti BSI ed al potente flashLED, i video vengono girati a 1080p FullHD, 3ofps, e risultano buoni. La fotocamera anteriore, invece, è perfetta per gli amanti delle “selfie” grazie alla risoluzione da 5mpx e riesce a girare video in HD.

Durante le nostre prove, abbiamo affiancato Ascend P6 al nostro Nexus 4 e i risultati ottenuti sono senza ombra di dubbio appannaggio di P6.

L’audio riprodotto è molto ricco, grazie all’equalizzatore Dolby Digital Plus, ed il volume abbastanza alto. Unica pecca è la posizione delle casse, poichè quando andremo ad appoggiare lo smartphone su una qualsiasi superficie questa assorbirà l’audio.

Software & Esperienza d’uso

Huawei Ascend P6 nasce con Android 4.2.2 Jelly Bean accompagnato dalla Emotion UI 1.6 di Huawei. Questa interfaccia utente consente di vedere tutte le applicazioni dell’utente (scaricate e non) all’interno delle schermate “Home”, in quanto non vi è alcun Drawer. Sempre grazie alla UI proprietaria di Huawei sarà possibile monitorare diverse cose, come ad esempio: la possibilità di bloccare i permessi delle applicazioni, l’accesso al centro notifiche da alcune applicazioni e sarà possibile cambiare il tema, la transizione delle pagine ecc… Purtroppo, nonostante sia molto semplice come interfaccia, lo smartphone fa fatica spesso a svolgere delle azioni. Spesso lo smartphone effettuerà dei refresh alla home, si bloccherà e ci sono diversi lag nella transizione delle pagine.

La navigazione Internet è abbastanza fluida con il browser di sistema e anche con Chrome. Però, non è per niente esente da bug. Non sappiamo e è un problema di questo dispositivo, ma durante la navigazione a volte Huawei Ascend P6 perderà il segnale Wi-fi, causando diversi problemi.

Anche nel gaming lo smartphone non si comporta bene. Abbiamo testato diversi giochi, dai più “leggeri” a quelli più “pesanti”, ma il risultato non migliorava troppo. Giocare risulta spesso quasi impossibile.

Conclusioni

Finiamo qui la nostra recensione. Nelle settimane di prova Huawei Ascend P6 ci ha leggermente deluso. Le nostre aspettative andavano ben oltre. Nell’utilizzo giornaliero è un buon dispositivo, ma ci sono molti problemi: processore scarso, batteria scadente… Sicuramente non può essere considerato un top di gamma, o degno concorrente di altri smartphone come Galaxy SIII, Nexus 4, Sony Xperia Z ecc…

Tutto sommato, Ascend P6 ha anche i suoi “pro”, come sicuramente i materiali, che sono sicuramente i migliori che si possano trovare su dispositivi mobili. Ottimo è anche il rapporto qualità prezzo: all’uscita costava poco più di 400€, mentre adesso si trova anche a meno di 270€.

Consigliamo questo smartphone a tutti coloro che vogliono fare per la prima volta il loro ingresso nel mondo Android senza spendere un “patrimonio”. Un saluto da VitaDaSmartphone.

 

Grazie alla gentile concessione di Huawei Italia, siamo riusciti ad ottenere un esemplare di Huawei Ascend P6, il top di gamma della casa cinese dello scorso anno, che si presenta ad un pubblico abbastanza vasto con buone caratteristiche, ottimi materiale ed un ottimo prezzo. Come prima cosa ecco a voi la nostra videoreview:   Confezione Quando è arrivato presso la nostra redazione, questo Huawei Ascend P6 era avvolto da una busta da spedizione e pertanto non abbiamo ricevuto la confezione. Andando a spulcare per il web abbiamo scoperto che al suo interno troviamo: i soliti manuali d'uso, cuffie con…

Score

Confezione - 8
Materiali & Ergonomia - 9.5
Hardware & Display - 7.5
Autonomia - 6
Fotocamera - 7
Audio - 8
Software & Esperienza d'uso - 6.5

7.5

8
  • Joepaglia89

    Non compratelo! Consiglio da chi lo ha comprato e se ne è pentito…

  • Nico

    Compratelo…consiglio da chi ce l’ha da due anni e NON se ne è pentito.