Home > Guide > Guida all’uso di VLC remote per Android

Guida all’uso di VLC remote per Android

Altro: Palm LifeDrive PDA Palm OS 5.4 HDD 4GB - Wi-Fi Categoria: PDA Sistema Operativo: Palm OS® 5.4 (Garnet) Display e tastiera: Schermo tattile a colori Transflective TFT 320 x 480 da 65000 colori (16 bit) con possibilit...

VLCVLC Remote è un'applicazione particolarmente utile agli accaniti utilizzatori del famoso player multiformato e multipiattaforma open source. Non vi è mai capitato di sedervi sul divano a guardare la TV collegata al vostro PC e di non sapere come controllare il player? VLC Remote vi viene in aiuto!

Prima di proseguire con la guida mettiamo in chiaro alcune cose: il sistema operativo utilizzato è Windows 7, mentre VLC è alla versione 1.1.7, ma usare differenti versioni di Windows o di VLC non cambia le operazioni da svolgere. Se non avete l'ultima versione di VLC il consiglio è quello di aggiornarla seguendo questo link.

 

Preparazione del sistema

Poichè è necessario che VLC Remote dialoghi con il PC sul quale è installato VLC, sarebbe consigliabile che tale computer usasse un indirizzo IP statico, ma come vedremo più avanti configurare il client è un'operazione veloce e quindi questo passaggio non è indispensabile. Assumeremo però che il nostro "server" abbia indirizzo 192.168.1.6.

Il passo successivo è quello di accertarsi che Windows Firewall non stia bloccando le connessioni da e per VLC. Apriamo il Pannello di controllo e scegliamo Sistema e sicurezza, poi Consenti programma con Windows Firewall. Cerchiamo VLC media player e spuntiamo sia la casella alla sua sinistra che tutte quelle alla sua destra:

Impostazione di Windows Firewall

 

Configurazione di VLC

Appena installato, VLC non consente di essere controllato con interfacce diverse da quella classica. Accedendo alle preferenze dal menu Strumenti e scegliendo la visualizzazione di tutte le opzioni cliccando su Tutto nel campo Mostra le impostazioni possiamo configurare ciò che ci interessa: espandiamo la voce Interfaccia e selezioniamo Interfacce principali. Da questa schermata abilitiamo la voce Interfaccia di controllo a distanza HTTP come mostrato nell'immagine:

Preferenze di VLC

Una volta abilitata questa voce e riavviato VLC, possiamo capire cosa abbiamo fatto accedendo tramite il browser internet all'indirizzo http://localhost:8080. Si aprirà una pagina da cui possiamo controllare completamente VLC.

Interfaccia web di VLC

Purtroppo se procedessimo alla configurazione di VLC Remote in questo momento, ci accorgeremmo che non siamo in grado di controllare il programma. Questo perchè, per motivi di sicurezza, l'accesso all'interfaccia web è riservato di default solamente all'interfaccia di rete locale. Così facendo si previene l'eventualità che qualcuno possa controllare il nostro player, ma a noi interessa allentare un po' le misure di sicurezza e per farlo dobbiamo spostarci nella cartella di installazione di VLC (di default è C:ProgrammiVideoLANVLC). Qui troviamo la cartella http e dentro ad essa il file .hosts che dobbiamo modificare come indicato dall'immagine:

Impostazione file hosts

La modifica consiste nella rimozione del # all'inizio della riga evidenziata, ma dobbiamo capire, sempre per motivi di sicurezza, cosa abbiamo fatto: rimuovendo quel simbolo abbiamo permesso a tutti i PC connessi alla nostra LAN di poter controllare il nostro player. Se la cosa vi disturba potete, anzichè togliere il # da quella riga, aggiungere l'indirizzo IP del telefono che volete utilizzare da telecomando alla fine del file, ma perchè il tutto funzioni è necessario che anche il telefono usi un indirizzo IP statico e potrebbe non essere possibile (per esempio perchè si accede a più reti wireless, ma le impostazioni di Android non permettono di diversificare le regole di connessione e scegliere con quale indirizzo collegarsi a quale rete).

Possiamo comunque considerare che il problema maggiore derivante da una scelta meno restrittiva come quella di abilitare tutti gli indirizzi, non è poi così grave visto che il rischio che si corre è che qualcuno, connesso alla nostra stessa rete, interrompa la riproduzione del film o della musica che stiamo "gustando".

 

Configurazione VLC Remote

A questo punto possiamo passare alla configurazione del client sul dispositivo Android. Nelle preferenze l'unica opzione disponibile, oltre ad una scorciatoia per accendere e spegnere la scheda WiFi, è quella per aggiungere un nuovo server VLC:

Aggiungere un nuovo server VLC

Inserendo l'indirizzo IP del server e lasciando inalterata la porta, abbiamo terminato la configurazione. Se tutto è andato correttamente, uscendo dalle preferenze noteremo che le impostazione del player sul PC sono state riportate anche sullo schermo del nostro dispositivo: il volume, che prima della connessione era impostato a 0, indica quello effettivamente settato su VLC e accanto al piccolo cd possiamo leggere il nome del file in esecuzione

Interfaccia di VLC Remote

I controlli della barra in basso non hanno bisogno di commenti (provate a ruotare il cellulare in landscape e si aggiungeranno ulteriori pulsanti), mentre tra quelli della parte alta i più importanti sono il tasto eject per aprire nuovi file dal PC, quello per la visualizzazione della scaletta e il controllo per lo schermo intero.

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Sezioni: 

  • carol

    ciao ho seguito tt alla perfezione però mi sono bloccata al passaggio dove devo trovare la il file .hosts nella cartella HTTP. la cartella l’ho trovatama il file non c’è proprio….ho un VLC 2.1.3
    grazie