Home > News > GPU Nvidia Maxwell Saranno Ottimizzate Per Il Mercato Mobile

GPU Nvidia Maxwell Saranno Ottimizzate Per Il Mercato Mobile

gpu_nvidia_maxwell_home_insert

Nonostante l’azienda abbia temporeggiato piuttosto a lungo sul lancio della nuova generazione di GPU Nvidia Maxwell – che prendono il nome dal noto matematico e fisico scozzese James Clerk Maxwell – l’interesse e l’attesa degli utenti non sembra essere andata a diminuire, anzi rimane molto elevata soprattutto per quanto riguarda le soluzioni destinate al mercato mobile.

gpu_nvidia_maxwell_insert

GPU Nvidia Maxwell per dispositivi mobili: un’uscita non proprio a breve

Le GPU Nvidia Maxwell prevedono un chip con TDP di 200 Watt superiore rispetto alle schede video più potenti, arrivando fino ai 2/3 Watt dei SoC destinati al mondo mobile, ma probabilmente il loro lancio non avverrà in tempi brevissimi, tant’è che per questo primo semestre dovremmo vedere i primi prodotti desktop GeForce e solo a seguire arriveranno le soluzioni per i dispositivi portatili.

gpu_nvidia_maxwell_home_insert

Infatti, per quanto riguarda i SoC Tegra di nuova generazione destinati al mercato mobile, dovremo aspettare il secondo semestre del 2014, se non forse addirittura i primi mesi del 2015; una lunga attesa che, però, non dovrebbe deludere l’utenza, considerato che si parla di soluzioni nettamente più potenti e ottimizzate rispetto al già performante Tegra K1 recentemente presentato e del quale saranno dotati a breve i primi terminali mobili.

Insomma, dopo l’uscita della prossima generazione dei SoC Tegra, le GPU Nvidia Maxwell saranno le prime ad essere concesse in licenza ai vari produttori, una mossa, quest’ultima, che potrebbe aiutare l’azienda ad espandere ulteriormente le proprie quote di mercato con un prodotto altamente performante che dovrebbe far gola a diverse società produttrici di dispositivi mobili.

A quanto pare la maggiore attenzione delle nuove GPU Nvidia Maxwell, adeguandosi giustamente alle attuali tendenze di mercato, sembrerebbe confluire sempre più a favore dei dispositivi mobili che, da qui a qualche anno, considerate le richieste degli utenti, saranno ancora più potenti e ci offriranno una migliore esperienza d’uso anche a livello videoludico.

Via