Home > Apple > Gli scambi di denaro in iMessage richiederanno la verifica della carta d’intentità

Gli scambi di denaro in iMessage richiederanno la verifica della carta d’intentità

Una delle principali novità del sistema operativo iOS 11, che si appresta a venir rilasciato a tutti (probabilmente il roll out avverrà nel momento in cui iPhone 7s, iPhone 7s Plus e iPhone 8 verranno presentati), è sicuramente la possibilità di scambiare denaro attraverso l’applicazione iMessage.

Disponibile come un’opzione al pari degli stickers, lo scambio di denaro sfrutta la piattaforma di Apple Pay per prelevare denaro dalla nostra carta prepagata, di debito o di credito e trasferirlo in una carta virtuale chiamata Apple Pay Cash. Attraverso però l’analisi del codice di iOS 11 beta 7 si è scoperto qualcosa di interessante.

Lo scambio di denaro con iMessage avrà una particolare restrizione

Sembra infatti che per poter inviare e ricevere denaro con iMessage sarà necessario procedere a una verifica della carta di identità o della patente di guida. In pratica, bisognerà scannerizzare con la fotocamera sia il davanti che il retro del documento. Non sappiamo esattamente come mai verrà adottata questa misura di sicurezza, dal momento che l’utilizzo di Apple Pay (scambio di denaro fra una persona e un commerciante) non richiede una cosa del genere.

E’ possibile che ciò sia stato pensato al fine di evitare che i bambini, chattando con i propri amici, “dilapidino” il conto corrente in banca dei genitori. Staremo a vedere come Apple presenterà la cosa e soprattutto se la disponibilità sarà limitata ai soli Stati Uniti o magari arriverà in tutti quei mercati in cui è disponibile Apple Pay (quindi anche l’Italia).

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che Apple Pay ora è compatibile, oltre che con Unicredit, anche con Banca Mediolanum.

VIA