Home > Android > Facebook per Android non si aggiornerà più tramite Playstore

Facebook per Android non si aggiornerà più tramite Playstore

iNightLife è il titolo di un'applicazione per iPhone, iPod touch ed iPad che potrebbe risultare molto utile agli utenti in questo periodo di vacanze: il suo scopo, infatti, è quello di fornire tutta una serie di informazioni sui locali disponibili in una determinata zona.

iNightLife per iPhone

Stai cercando un locale intorno a te e non ricordi il nome? Oppure vuoi passare la serata a ballare o a bere in un pub o in un nightclub? Hai trovato l'applicazione giusta! Con INightLife puoi cercare tutti i clubs intorno alla tua zona semplicemente impostando un raggio a tuo piacimento!

iNightLife per iPhone

Qualora avessi trovato il posto giusto, hai tutte le informazioni che ti servono per arrivarci e sopratutto puoi sapere l'evento della serata!! I nostri database sono aggiornati in tempo reale, non rimarrai deluso! E sopratutto è un servizio completamente gratuito!

iNightLife per iPhone

iNightLife per iPhone può essere scaricata gratuitamente dall'App Store.

Fonte: AgeMobile

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Sin da quando è  disponibile sui devices Android, l’applicazione di Facebook è stata sempre aggiornata tramite Play Store. Dal prossimo aggiornamento invece, dopo aver accettato i termini dei servizi per poter usarla, si aggiornerà in modo silente senza bisogno di nessun intervento da parte dell’utente.

“Stiamo lavorando molto per migliorare l’esperienza Facebook su Android e vogliamo essere sicuri che ogni utente abbia sempre a disposizione l’ultima release dell’applicazione.
Gli aggiornamenti avverranno solo tramite reti wi-fi in modo da non intaccare assolutamente le tariffe dati”

Questa è la spiegazione di Ragavan Srinivasan in un thread sul forum di assistenza su Facebook. Una spiegazione che lascia un po’ il tempo che trova anche perché l’utente medio (per non parlare dello smanettone o nerd) tende ad aggiornare appena possibile le proprie applicazioni.

Che Facebook voglia bypassare PlayStore per inserire contenuti non permessi dalla politica Google?
Attendiamo nuovi risvolti sulla vicenda.