Home > News > Ecco Perchè Premium Play non è su Android!

Ecco Perchè Premium Play non è su Android!

iOS 5.0.1 è stato da poco rilasciato con il preciso scopo di correggere i problemi di scarsa autonomia di iPhone 4S. Le prime testimonianze degli utenti sono contraddittorie: per alcuni il bug è stato corretto, altri continuano a lamentare la scarsa durata della batteria.

Apple ha rilasciato iOS 5.0.1 solo da poche ore. Tale minor release, la prima, tra l'altro, distribuita via OTA senza necessità di procedere all'upgrade via iTunes, ha diviso il pubblico sulla sua capacità di risolvere il problema della scarsa autonomia di iPhone 4S. Alcuni utenti riportano testimonianze positivi, per altri la soluzione definitiva al problema non sembra essere ancora arrivata.

C'è da dire che iPhone 4S è in ogni caso uno smartphone dual-core a differenza del primo modello che utilizzo un processore singolo, utilizza in maniera differente il sensore di prossimità che resta sempre acceso contestualmente all'accensione del display e, per finire, che la durata della batteria è legata ad una serie di fattori che non sempre sussistono nei medesimi termini per tutti gli utenti (es. intensità del segnale telefonico, abitudini individuali, etc.).

Sulla base di questi elementi prevedere una durata della batteria non così lunga come il precedente modello potrebbe essere verosimile. Per approfondire il tema degli effetti del recente aggiornamento sull'attuale base installata, vi rimandiamo al forum di supporto Apple, che è in queste ore è particolarmente attivo.

Personalmente abbiamo preferito non aggiornare il device in attesa di raccogliere ulteriori testimonianze considerato anche che l'esemplare in nostro possesso, in uno scenario d'uso che non si discosta da quello tipico, non ha manifestato particolari inefficienze del sistema di gestione della batteria.

Fonte: Apple forum via Pocket Now

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Direttamente dalla pagina Ufficiale di Mediaset Premium arriva un lungo post nel qualeviene spiegato il perchè dell’assenza dell’applicazione Premium Play sullo Store…

Questo lungo post può essere sintetizzato in 2 punti : Troppe personalizzazioni e Frammentazione…

Mediaset quindi non ha intenzione di dedicarsi a sviluppare l’app anche per Android Mentre fa sapere però che è già al lavoro per lo sviluppo su un’altra piattaforma… (Windows 8 probabilmente) E nei prossimi mesi ci saranno sicuramente moltissime novità…

Difficile poter dire se cambieranno idea o no ma al momento la situazione resta quella spiegata nel Post integrale che riporteremo di seguito… :

“Cari Follower

 

in tantissimi ci chiedete perché Premium Play non è su Android. Siccome la domanda è lecita cerchiamo di spiegare qui le motivazioni in modo da togliervi ogni dubbio (o magari farvene venire di altri).

 

Intanto diciamo subito che parliamo solo di Tablet, infatti al momento Premium Play non è su nessun modello di Smartphone in quanto, essendo la nostra offerta principalmente incentrata su Cinema e Serie on demand, pensiamo che il piccolo schermo di un telefono non sia l’ideale per una visione soddisfacente.

 

Vi rassicuriamo comunque che stiamo lavorando anche sul filone Smartphone (soprattutto per gli appassionati di Calcio) ma non sono previsti sviluppi a breve.

 

Tornando ai tablet al momento siamo solo su iPad e iPad mini e da qui la richiesta di molti “perché non siete su Android?”.

 

Dovendo partire da un tipo di tablet, la scelta non poteva che ricadere su iPad, non per una predilezione nei confronti di Apple ma solo perchè, ad esempio, i dati dell’estate scorsa indicavano che il 91% degli accessi a siti web effettuati con un tablet proveniva da un iPad. Nell’ultimo periodo le vendite dei tablet Android sono molto aumentate rispetto al passato (arrivando quasi a raggiungere iPad) ma le proporzioni sul numero di pezzi nelle case degli Italiani rimangono sbilanciate pesantemente su iPad.

 

Detto questo veniamo alla questione Android, su cui (anche considerando l’aumento delle vendite di cui sopra) ci siamo messi a lavorare. Quello che forse non tutti considerano è che Android non è un sistema operativo unico e uguale per tutti, ma ogni casa che produce tablet (Samsung, Asus, LG, ecc.) realizza una versione propria di Android (introducendo delle modifiche o aggiungendo delle parti sviluppate in proprio) quindi un’applicazione realizzata per una marca di tablet non è detto funzioni sulle altre e, ancora peggio, Android ha esso stesso diverse versioni successive come Honeycomb, Ice Cream Sandwich, JellyBean (che è l’ultima rilasciata) e molti dispositivi nati con una versione non possono essere aggiornati alla più recente.

 

Va da se che un’applicazione realizzata per una versione non è necessariamente compatibile con le altre.

 

Ad esempio un servizio analogo realizzato da un competitor (che non posso nominare ma inizia con S e finisce con KY) è disponibile su tablet Android ma solo su 2 modelli di un’unica marca e, al momento, solo se non aggiornati all’ultimo sistema operativo (JellyBean).

 

In sintesi la questione è molto complessa e se non siamo al momento su Tablet Android non è per scarsa attenzione nei confronti dei nostri utenti.

 

Quello che però vi possiamo anticipare (a bassa voce) è che probabilmente tra qualche mese arriveremo su altri tablet (con un sistema operativo meno customizzabile di Android)… noi non possiamo ancora dirvi quali, ma magari indovinate ;-)