Home > News > Ecco perchè iPhone 4S ha “solo” 512 MB di RAM

Ecco perchè iPhone 4S ha “solo” 512 MB di RAM

Il recente disassemblaggio di iPhone 4S realizzato da iFixit ha definitivamente dissolto i dubbi in merito al quantitativo di RAM integrata in iPhone 4S. La webzine Gizmodo cerca di trovare una spiegazione al perchè tale quantitativo non sia stato portato ad 1GB da Apple.

apple a5

Il quantitativo di RAM integrtato in iPhone 4S, in senso assoluto, appare inferiore a quello di altri smartphone già presenti sul mercato che portano ad 1 GB il valore della memoria interna. Il perchè Apple abbia scelto di dotare il nuovo portabandiera del sistema operativo iOS di "soli" 512 MB di RAM è un tema affrontato di recente dalla webzine Gizmodo.

Secondo Gizmodo sono sostanzialmente tre le ragioni della scelta:

  • Il contenimento dei consumi
  • Il contenimento dei costi
  • Il diverso impatto che iOS ha sulle risorse di sistema a differenza di altre piattaforme concorrenti

I modelli di iPhone più recenti hanno visto progressivamente crescere l'autonomia che raggiunge senza troppe difficolta la giornata di utilizzo. Il tema dei consumi è stato sempre a cuore da Apple che ha scelto di escludere dalla dotazione di serie dei suoi dispositivi mobili alcune feature in grado di incidere negativamente sui consumi: es. il primo iPhone non era compatibile con le reti 3G, così come l'attuale iPhone 4S non è compatibile con le reti LTE. Il raddoppio della dotazione di memoria avrebbe rappresentato una ulteriore fonte di consumo.

Il raddoppio della dotazione di memoria, poi, avrebbe inciso negativamente anche sull'aspetto dei costi, tenuto conto del gran quantitativo di esemplari prodotti. Il risparimo in termini di costi potrà essere impiegato da Apple, ad esempio, per curare le attività di ricerca e sviluppo dei prodotti futuri.

E' però anche il diverso impatto sulle risorse di sistema di iOS a suggerire che 512 MB potranno essere sufficienti ad assicurare prestazioni ottimali. iOS 5 è una versione ulteriormente migliorata ed ottimizzata della piattaforma e proprio l'ottimizzazione dell'OS per un unico hardware potrebbe continuare a segnare la differenza rispetto agli smartphone Android dotati da 1 GB di RAM.

Per seguire il ragionamento di Gizmodo, possiamo schematizzare lo scenario sottolineando che i produttori degli smartphone Android devono tenersi piuttosto larghi con la RAM onboard perchè non sempre sanno quando interverranno e quali saranno i cambiamenti introdotti da Google nel sistema operativo. Soprattutto non è sempre prevedibile in ambito Android l'impatto dei cambiamenti su una line-up di smartphone molto articolata e dotata di hardware molto diversi. Per tali ragioni i produttori più lungimiranti tendono ad integrare un quantitativo sovrabbondante di RAM per evitare di ritrovarsi con un hardware inadeguato alle future release del sistema operativo.

Questi ultimi meccanismi sono assenti in ambito iOS. L'iPhone è e resta uno, così come il suo OS, modellato alla perfezione per adattarsi al suo hardware in maniera ottimale. In tale prospettiva, la corsa per integrare il quantitatico di RAM più elevato può essere tranquillamente disertata da iPhone 4S che continua a capitalizzare l'esperienza di Apple nell'ottimizzazione dell'OS sull'hardware su cui deve "girare".

Fonte: Gizmodo (foto iFixit)

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Il recente disassemblaggio di iPhone 4S realizzato da iFixit ha definitivamente dissolto i dubbi in merito al quantitativo di RAM integrata in iPhone 4S. La webzine Gizmodo cerca di trovare una spiegazione al perchè tale quantitativo non sia stato portato ad 1GB da Apple.

apple a5

Il quantitativo di RAM integrtato in iPhone 4S, in senso assoluto, appare inferiore a quello di altri smartphone già presenti sul mercato che portano ad 1 GB il valore della memoria interna. Il perchè Apple abbia scelto di dotare il nuovo portabandiera del sistema operativo iOS di "soli" 512 MB di RAM è un tema affrontato di recente dalla webzine Gizmodo.

Secondo Gizmodo sono sostanzialmente tre le ragioni della scelta:

  • Il contenimento dei consumi
  • Il contenimento dei costi
  • Il diverso impatto che iOS ha sulle risorse di sistema a differenza di altre piattaforme concorrenti

I modelli di iPhone più recenti hanno visto progressivamente crescere l'autonomia che raggiunge senza troppe difficolta la giornata di utilizzo. Il tema dei consumi è stato sempre a cuore da Apple che ha scelto di escludere dalla dotazione di serie dei suoi dispositivi mobili alcune feature in grado di incidere negativamente sui consumi: es. il primo iPhone non era compatibile con le reti 3G, così come l'attuale iPhone 4S non è compatibile con le reti LTE. Il raddoppio della dotazione di memoria avrebbe rappresentato una ulteriore fonte di consumo.

Il raddoppio della dotazione di memoria, poi, avrebbe inciso negativamente anche sull'aspetto dei costi, tenuto conto del gran quantitativo di esemplari prodotti. Il risparimo in termini di costi potrà essere impiegato da Apple, ad esempio, per curare le attività di ricerca e sviluppo dei prodotti futuri.

E' però anche il diverso impatto sulle risorse di sistema di iOS a suggerire che 512 MB potranno essere sufficienti ad assicurare prestazioni ottimali. iOS 5 è una versione ulteriormente migliorata ed ottimizzata della piattaforma e proprio l'ottimizzazione dell'OS per un unico hardware potrebbe continuare a segnare la differenza rispetto agli smartphone Android dotati da 1 GB di RAM.

Per seguire il ragionamento di Gizmodo, possiamo schematizzare lo scenario sottolineando che i produttori degli smartphone Android devono tenersi piuttosto larghi con la RAM onboard perchè non sempre sanno quando interverranno e quali saranno i cambiamenti introdotti da Google nel sistema operativo. Soprattutto non è sempre prevedibile in ambito Android l'impatto dei cambiamenti su una line-up di smartphone molto articolata e dotata di hardware molto diversi. Per tali ragioni i produttori più lungimiranti tendono ad integrare un quantitativo sovrabbondante di RAM per evitare di ritrovarsi con un hardware inadeguato alle future release del sistema operativo.

Questi ultimi meccanismi sono assenti in ambito iOS. L'iPhone è e resta uno, così come il suo OS, modellato alla perfezione per adattarsi al suo hardware in maniera ottimale. In tale prospettiva, la corsa per integrare il quantitatico di RAM più elevato può essere tranquillamente disertata da iPhone 4S che continua a capitalizzare l'esperienza di Apple nell'ottimizzazione dell'OS sull'hardware su cui deve "girare".

Fonte: Gizmodo (foto iFixit)

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: