Home > News > Ecco il primo device con batteria da 5000 mAh, il Changhong Z9

Ecco il primo device con batteria da 5000 mAh, il Changhong Z9

Changhong-Z9

Nonostante i grandi e blasonati nomi presenti sul panorama hi-tech internazionale, le migliori novità nell’ambito dello sviluppo smartphone arrivano dalla Cina e precisamente dal produttore Changhong che parrebbe aver finalmente fornito una risposta esaustiva al problema, ben noto da molto tempo ai più, della limitata durata delle batterie attuali rispetto alle numerose funzionalità offerte dai device di ultimi generazione.

La soluzione ha il nome di Changhong Z9, ovvero un dispositivo che tra le sue caratteristiche, ben congegniate per un mercato di media fascia, vanta una batteria unica nel suo genere e dalla capacità di 5000 mAh, decisamente il doppio, a volte anche il triplo, rispetto alle batterie standard montate sui principali dispositivi e che garantisce così almeno due giorni d’attività continua sul proprio dispositivo. Il device oltre questo aspetto, presenta un processore MediaTek MT6589 con CPU quad-core dalla frequenza di 1,2 GHz associato alla memoria RAM di 1GB il tutto in una scocca spessa appena 9 mm e nella quale s’incastonano il display da 5,5 pollici con risoluzione da 720p ed una fotocamera posteriore da 8 megapixel a Led.

Per adesso è noto soltanto che il modello, che sarà equipaggiato con Android 4.2, sarà commercializzato sul solo mercato cinese, forse con estensione al più ampio asiatico ma non in Europa, sebbene viste le qualità espresse potrebbe esser richiesto a gran voce da moltissimi utenti, interessati a risolvere l’annosa questione della durata della batteria con un modello che lancia segnali di ottimismo. Possibile che questo possa essere il primo modello di una lunga serie magari prodotta anche dai principali colossi mondiali, che gioverebbero dall’introduzione di una soluzione di questo genere sia per quanto riguarda la fidelizzazione degli utenti che, soprattutto, riguardo le vendite, questi ultimi due parametri collegati.

Non ci resta quindi che attendere ulteriori sviluppi e vedere se il Changhong Z9 sarà imitato, magari anche in tempi brevi.