Home > Applicazioni (pagina 361)

Applicazioni

Recensione: Best Timer 2.0

Best TimerUn software che passa quasi inosservato può rivelarsi una chicca interessante: corridori, insegnanti, casalinghe in combutta con il timer del forno..a raccolta! Best Timer porta infatti sul vostro cellulare non solo un timer ben organizzato, ma anche un cronometro a prova di sportivo.

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Utility
  • Sistema operativo richiesto: Symbian S60 3rd e 5th Edition
  • Licenza: Shareware (Trial 14 giorni disponibile)
  • Versione recensita: 2.00
  • Lingue supportate: Inglese, Russo
  • Link per il dowload: Best timer per S60 3rd - Best Timer per S60 5th

 

Utilizzo:

Il programma, come tutti gli altri prodotti di casa Smartphoneware, si apre su una pagina pulita e sobria, nella cui parte superiore si individuano due schede: Timer e Stopwatch (cronometro).

Best Timer
Le due icone in basso permettono di aggiungere un nuovo evento Timer (+) oppure di passare alla scheda cronometro.

Aggiungere un nuovo allarme è semplicissimo: basta cliccare sull'apposita icona (o su Options>New Timer) per veder comparire una scheda da cui sarà possibile impostare un nome indicativo e il tempo tra cui dovrà suonare il timer. Potremo inoltre scegliere il suono che ci avviserà (la scelta è limitata ai suoni di sistema del cellulare) e il volume di tale suoneria. Una volta riempiti tutti i campi, basterà cliccare su Opzioni>Done.

Best TimerBest Timer
A sinistra: creazione di un nuovo allarme.
A destra: listato di tutti i timer creati.
Dopo la creazione i timer non partono automaticamente; bisognerà invece cliccare sull'icona di "play". Da quel momento, e fino allo scadere del tempo, l'icona a forma di orologio a sinistra della voce relativa inizierà una semplice animazione: sarà quindi facile capire a colpo d'occhio se il timer è in funzione o meno.

 

La sezione Stopwatch è forse quella più interessante; il programma mette a disposizione non uno, ma addirittura tre tipologie di cronometri:

  • Simple Stopwatch: come da dicitura, è il cronometro di base. Con numeri grandi e chiaramente visibili, indica quanti minuti, secondi e millisecondi sono trascorsi dal suo avvio:
  • Best Timer
    Per stoppare il cronometro, sarà sufficiente premere l'icona di "pause" oppure il tasto Stop.

  • Stopwatch Lap Time: per cronometrare i tempi di più persone senza dover aprire ogni volta una sessione di cronometro, utilissima è questa modalità:
  • Best Timer
    Per ottenere un parziale basta cliccare sul pallino (Lap Time) che si trova nella fila di icone in basso: verranno elencati i risultati netti di ciascun cronometraggio, in ordine di esecuzione. Il programma è anche in grado di ricavare il miglior tempo conseguito (voce Best nel riquadro centrale).
    Esempio d'uso: più soggetti da cronometrare, uno per uno, in rapida successione.

  • Stopwatch Split Time: simile al Lap Time, ogni volta che si clicca sul tasto Split Time elenca non tanto i tempi netti, quanto il tempo complessivamente trascorso dall'avvio:
  • Best Timer
    L'impostazione grafica è del tutto analoga alla modalità precedente.
    Esempio d'uso: gara di corsa a più partecipanti, per rilevare il tempo impiegato da ciascuno rispetto allo start.

In entrambi i casi, possono essere rilevati più di 50 tempi.

 

Conclusioni:

Il programma si è rivelato veramente versatile ed ampiamente utilizzabile. Il timer è preciso, pratico e discreto, mentre il cronometro, con la sua semplicità, fa invidia ai classici cronometri "da taschino".

 

Pregi:

  • semplicità d'uso
  • diverse modalità di cronometro
  • grafica semplice ed intuitiva

Difetti:

  • nessun difetto rilevante riscontrato

Voto di AgeMobile: 9

 

Link per il dowload: Best timer per S60 3rd - Best Timer per S60 5th

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Leggi Articolo »

Recensione: iFinance Mobile 1.0.1

iFinance MobileiFinance Mobile è un'utility realizzata per controllare le proprie finanze registrando ogni singolo movimento di entrata o di uscita.

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Produttività
  • Sistema operativo richiesto: iPhone OS 3.0 o superiore
  • Lingue supportate: Italiano, Olandese, Inglese, Tedesco, Portoghese, Spagnolo
  • Versione recensita: 1.0.1
  • Licenza: Commerciale
  • Link per il download: iFinance Mobile

 

Utilizzo del software:

Una volta lanciato il programma, la prima operazione da eseguire è la creazione di un database in cui si registreranno le nostre risorse economiche divise in contanti, conti correnti e carte.

iFinance MobileiFinance MobileiFinance Mobile

Una volta aperto il nostro database possiamo scegliere l'ammontare iniziale di ogni fonte di denaro ed iniziare a effettuare transazioni.

iFinance Mobile

L'interfaccia grafica risulta intuitiva e sobria. Con pochi passaggi si possono registrare movimenti di uscita o di entrata, avendo delle opzioni a disposizione quali la suddivisione in categorie, la possibilità d'inserire etichette e commenti e la ripetizione programmata. 

iFinance MobileiFinance Mobile
La schermata di aggiunta di una transazione è comoda e intuitiva.

Dalla schermata di riepilogo di un fondo si può osservare la lista delle transazioni e l'attuale bilancio dello stesso; si può inoltre scegliere tra una visualizzazione settimanale, mensile ed annuale.

iFinance MobileiFinance Mobile
Confronto fra le modalità di visualizzazione "Anno" e "Settimana"

Passando alle possibilità di personalizzazione di iFinance, si possono gestire le categorie delle transazioni creandone nuove o modificando quelle di base, scegliendone il nome, le parole chiave, il colore ed eventualmente creando delle sottocategorie.

iFinance MobileiFinance Mobile
Ogni colore assegnato ad una categoria permette una identificazione della stessa più facile ed immediata.

Per quanto riguarda le preferenze d'utilizzo si può scegliere la valuta, il giorno d'inizio della settimana e la protezione con password.

iFinance MobileiFinance Mobile
iFinance MobileiFinance Mobile
Con la password i dati dei vostri bilanci saranno sempre al sicuro.

Ultima ma non meno importante caratteristica presente in iFinance è la possibilità di sincronizzazione con il suo corrispettivo desktop per Mac Os X. Con la sincronizzazione è possibile tenere aggiornati entrambi i software condividendo transazioni, categorie, conti, database e tutte le altre informazioni utilizzate.

iFinance Mobile

 

Conclusioni:

iFinance risulta sufficientemente completo permettendo di gestire bene transazioni, database e conti.
A nostro avviso una feature che avrebbe potuto migliorare iFinance è la creazione di un grafico delle spese, caratteristica comunque presente nella versione desktop. Il prezzo attuale di 1,59 € ci sembra adeguato ad un software di questa categoria, essenziale ma allo stesso tempo molto utile.

 

Pregi:

  • Semplicità d'utilizzo e interfaccia intuitiva
  • Affidabilità, sicurezza e rapidità nella gestione delle transazioni

Difetti:

  • Nessun difetto da segnalare

Voto di AgeMobile: 8

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Leggi Articolo »

Recensione: Best Jotter 2.01

Best JotterIl blocco note del vostro cellulare implora pietà? Siete stanchi di note diposte alla rinfusa e vorreste mettere un po' d'ordine tra liste della spesa, codici e appunti? Ecco la soluzione: Best Jotter è proprio il programma che fa per voi.

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Utility
  • Sistema operativo richiesto: Symbian S60 3rd e 5th Edition
  • Licenza: Shareware (Trial 14 giorni disponibile)
  • Versione recensita: 2.01
  • Lingue supportate: Inglese, Russo
  • Link per il dowload: Best Jotter

 

Utilizzo:

Il programma ci dà sin da subito un'incoraggiante impressione di pulizia e chiarezza:

Best Jotter
I tre tasti nella barra in basso servono, nell'ordine, ad inserire una nuova nota, creare una nuova cartella ed effettuare la ricerca tra le note: le tre funzioni principali sono dunque a portata di click.
Per le impostzioni avanzate, invece, sarà necessario cliccare su Opzioni.

 

La creazione di una nuova nota è semplice; come nel blocco note di default, clicchiamo sull'apposita icona (oppure scegliamo New Note dal menu Opzioni) per veder comparire la schermata in cui andremo a scrivere il nostro appunto:

Best JotterBest Jotter
Oltre alla semplice scrittura, Best Jotter ci permette di modificare il colore di background della nota (bianco o nero), di zoomare -anche se di poco- il testo immesso, e di eseguire operazioni di editing di base (selezionare/deselezionare il testo, copiarlo, ed eventualmente reincollarlo in un'altra nota).

 

Le nuove note verranno visualizzate nella pagina principale del programma ad ogni avvio, proprio come accade con il blocco note di default; Best Jotter, però, ci dà la possibilità di raggruppare le note per cartelle: l'idea, seppur semplice, non è ancora stata realizzata da alcun altro programma di nostra conoscenza. Questa possibilità si rivela particolarmente utile: dividendo le note per categorie sarà molto più facile orientarci nel mare magnum dei nostri appunti.

Best JotterBest Jotter
Anche per creare una nuova cartella bastano pochi click: dal menu Opzioni > New folder si aprirà una finestra nella quale inserire il nome della cartella, la quale comparirà puntualmente nella schermata principale. Le note già inserite potranno essere spostate nella cartella desiderata: basterà cliccare su Opzioni>Move>Move to folder.

 

Infine, ricordiamo altri due interessanti aspetti del programma:

  • Impostazioni di sicurezza: se custodite codici o informazioni sensibili tra le note del vostro cellulare, potreste essere interessati a questa opzione; è possibile infatti impostare una password di accesso al programma (NON alla singola cartella), ed eventualmente impostare anche il blocco periodico del programma stesso, con conseguente richiesta password, dopo un tot di tempo (definibile dall'utente).
  • Funzione di ricerca: nonostante la suddivisione in cartelle trovate ancora difficile orientarvi tra le note? Nessun problema: l'opzione di Search ricercherà per voi l'appunto, basterà fornirgli alcune parole (o parti di parola) contenute nella nota "incriminata".

 

Conclusioni:

Il programma è decisamente comodo: rapido, preciso ed intutivo, permette una gestione avanzata delle note senza però perdersi in inutili dettagli o in opzioni di personalizzazione troppo spinte. Risponde perfettamente alle esigenze di ordine, pulizia e sicurezza, e permette di riordinare persino la lista di note più confusionaria.

In altre parole: consigliatissimo.

 

Pregi:

  • semplice, pratico e funzionale
  • buone funzioni di ricerca, creazione cartelle e password-protection

Difetti:

  • Nessun difetto rilevante riscontrato

 

Voto di AgeMobile: 9

 

Link per il download:

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Leggi Articolo »

Recensione: SBSH Calendar 1.5

SBSH CalendarDopo Handy Calendar e AquaCalendar, proviamo oggi il terzo PIM più diffuso su piattaforma Symbian: SBSH Calendar.

 

La prova è stata effettuata su un Nokia 5230 dotato di schermo touchscreen.

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Utility
  • Sistema operativo richiesto: Symbian S60 3rd e 5th Edition
  • Licenza: Shareware (Trial 14 giorni disponibile)
  • Versione recensita: 1.5
  • Lingue supportate: Inglese, Francese, Tedesco, Italiano
  • Link per il download: SBSH Calendar

 

Utilizzo:

Al primo avvio, l'interfaccia che ci accoglie è pulita ed essenziale:

SBSH Calendar

Com'è facile vedere, da qui si aprono due possibilità.

Cliccando su Viste, si apre un pannello che -almeno in linea teorica- ci dovrebbe permettere di passare alla vista a noi più congeniale, tra le diverse disponibili (mensile, settimanale, giornaliera, impegni, lista):

SBSH Calendar
Nella realtà, questo pannello sembra del tutto insensibile al tocco, risultando di fatto inutile. Attribuiamo il motivo di questo comportamento anomalo (peraltro riscontrato anche in altre situazioni) alla relativa giovinezza del touch in campo symbian.

Ecco come appaiono, ad esempio, la vista mese e quella giornaliera:

SBSH CalendarSBSH Calendar

Il programma funziona anche in modalità landscape; anzi, la visualizzazione è in questo caso migliore, dal momento che le diverse parti appaiono più armoniche e ben proporzionate:

SBSH CalendarSBSH Calendar
I diversi impegni e le principali proprietà di ciascun elemento sono segnalati da delle pratiche icone.

 

Il tasto Menu ci permette invece di gestire tutte le operazioni più comuni:

1- Inserire un nuovo elemento in calendario: in pochi click è possibile aggiungere un anniversario, un appuntamento, un impegno o un promemoria:

SBSH Calendar

Ciascuno di questi elementi ha diversi e specifici campi da riempire. Vediamo qualche esempio:

SBSH CalendarSBSH CalendarSBSH CalendarSBSH Calendar

2- Filtrare gli elementi del calendario: il programma mette a disposizione diversi filtri, modificabili dall'utente, che permettono di visualizzare solo gli appuntamenti appartenenti ad una o più categorie:

SBSH CalendarSBSH Calendar

3- Modificare le opzioni del programma: e sono davvero, davvero tante! Uno degli aspetti più sorprendenti è la notevolissima possibilità di personalizzazione del calendario, soprattutto per quanto concerne l'aspetto grafico: dalla durata di default di un appuntamento al giorno di inizio-settimana, dalla dimensione al colore del carattere, dal formato della data alla dimensione del testo delle anteprime, ogni più piccolo dettaglio può essere modificato a proprio gusto. Per farvi capire a che livello si spingono le opzioni, ecco un paio di screenshot:

SBSH Calendar
Schermata iniziale delle opzioni.

SBSH CalendarSBSH CalendarSBSH Calendar
La scheda Generale permette di modificare, per l'appunto, i caratteri generali del programma, tra cui la visualizzazione a schermo intero, il giorno di inizio settimana e la durata tipica di una giornata.

SBSH CalendarSBSH Calendar
Da qui è possibile cambiare il colore di ogni elemento del programma.

 

Conclusioni:

Nel complesso, il programma risulta abbastanza chiaro ed intuitivo; non offre nessuna funzione particolarmente innovativa, ma la grafica gradevole e la facilità d'uso lo rendono un buon concorrente dei due software recensiti in precedenza. È stato rilevato qualche bug grafico (in alcune situazioni -soprattutto nell'uso in landscape- il tasto Menu viene coperto dal calendario; alcune descrizioni troppo lunghe non scorrono), ma tutto sommato si tratta di un buon programma.

 

Pregi:

  • altamente personalizzabile
  • intuitivo
  • lingua italiana
  • supporto online ben organizzato

Difetti:

  • alcuni bug estetici
  • switch viste non correttamente funzionante

Voto di AgeMobile: 7

Link per il download: SBSH Calendar

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Leggi Articolo »

Recensione: Track & Field 1.2.3

Track & FieldTrack & Field porta il mondo dell'atletica leggera nelle vostre tasche.

 

Il parco applicazioni di iPhone cresce giorno dopo giorno, ed anche il settore di giochi dell'App Store è in continuo aggiornamento. I titoli per iPhone sono dei generi più disparati e consentono molteplici esperienze di gioco. Con Track And Field è possibile avere a portata di mano il mondo dell'atletica leggera per intrattenersi con il proprio iPhone.

Track & Field

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Gioco
  • Sistema operativo richiesto: iPhone OS 2.1 o superiori
  • Lingue supportate: Inglese, Italiano, Francese, Tedesco e Spagnolo
  • Versione recensita: 1.2.3
  • Licenza: Commerciale
  • Link per il download: Playman Track And Field

 

Utilizzo del software:

L'installazione avviene agevolmente via iTunes considerando il peso leggero dell'applicativo. Una volta lanciato in esecuzione dall'home dell'iPhone, si può iniziare immediatamente a gareggiare nella modalità "Sfida" senza perdere troppo tempo a familiarizzare con i comandi.

Track & FieldTrack & Field
La modalità Pro è sbloccabile solo dopo aver completato il gioco come Dilettante.

All'inizio di ogni gara viene illustrato come toccare lo schermo affinché il nostro atleta compia i giusti movimenti. Non sono richieste manovre complesse: ad esempio con il semplice tocco di due pulsanti verdi la cui comparsa è alternata sulle due estremità dello schermo si effettua la rincorsa (o la corsa normale nelle gare di velocità). Tra le specialità in cui cimentarsi troviamo i 100 metri piani, 110 metri ad ostacoli, salto in lungo, salto con l'asta e lancio del giavellotto.

Track & FieldTrack & Field

Track & FieldTrack & Field

 

Grafica

RealArcade ha realizzato una grafica essenziale ma allo stesso tempo gradevole. Essa non impegna particolarmente la cpu dell'iPhone permettendo così un'esperienza di gioco dinamica e fluida, sicuramente uno dei punti di forza di Track And Field.

Track & FieldTrack & Field

Track & FieldTrack & Field
Grafica accattivante ed essenziale, ma anche sufficientemente curata nei dettagli (vedi il pubblico in background).

 

Longevità

Come abbiamo detto prima è possibile cimentarsi in 5 specialità, giocabili in diverse modalità. Terminando la serie di sfide singole con un avversario (2 difficoltà: dilettati e professionisti) viene infatti sbloccata la modalità torneo, nella quale bisogna competere con altri atleti in più specialità.

Track & FieldTrack & Field

Terminato il torneo si ha accesso alla "sopravvivenza": si fronteggia nuovamente un singolo avversario in ogni specialità proposta round dopo round, con lo scopo di posticipare il più possibile la propria sconfitta per ottenere più punti.

 Track & FieldTrack & Field
La modalità sopravvivenza è uno stimolo ad accumulare sempre più punti per non essere mai sconfitti e stabilire ogni volta un nuovo record.

Track & Field
Nella modalità sopravvivenza non si compete più nello scenario di uno stadio ma ci si trova in uno luogo aperto (in questo caso montagne innevate).

 

Sonoro

In Track And Field è assente una colonna sonora ma, fortunatamente, è possibile ascoltare i brani registrati sul proprio iPhone durante le competizioni.

 

Conclusioni:

Track And Field è un gioco adatto alla portabilità di iPhone: nei momenti morti di una giornata ci si può ritrovare in pochi istanti in un campo d'atletica a correre, saltare ed effettuare lanci. La semplicità di utilizzo e la possibilità di interrompere facilmente le gare ogni qualvolta se ne ha il bisogno sono altri due fattori che a nostro avviso sono estremamente importanti per un videogioco su iPhone.
Il divertimento offerto è discreto, ed anche i non appassionati dell'atletica leggera potranno divertirsi nel comandare gli atleti caratterizzati da una piacevole grafica e fluidità nei movimenti.

Track & FieldTrack & FieldTrack & Field

 

Pregi:

  • Grafica accattivante
  • Fluidità

Difetti:

  • Un po' ripetitivo
  • Mancano alcune specialità dell'atletica leggera

Voto di AgeMobile: 8

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Leggi Articolo »

Recensione: iBomber 1.1

iBomber 1.1Disponibile in App Store già da diversi mesi, iBomber è uno dei più divertenti giochi per iPhone ed iPod touch tra quelli dedicati alla "guerra vista dall'alto", cioè da un aereo (nel caso specifico un bombardiere).

Possiamo assicurarvi sin d'ora che l'enorme successo riscosso fino a questo momento da iBomber non è frutto di fortuna: si tratta di un gioco davvero molto divertente, capace di tenere l'utente incollato allo schermo del device di Apple anche per alcune ore consecutive (batteria permettendo, ovviamente).

Di cosa renda speciale questo titolo ne parleremo successivamente. Procediamo per gradi, iniziando con le informazioni generali.

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Giochi
  • Sistema operativo richiesto: iPhone OS 2.0 o superiore
  • Lingue supportate: Inglese
  • Versione recensita: 1.1
  • Licenza: Commerciale
  • Link per il download: iBomber

 

Utilizzo del software:

Una volta avviato il gioco, ci si trova nella schermata principale, dalla quale è possibile settare le principali impostazioni e quindi cominciare a volare con il proprio bombardiere alla ricerca di nemici da distruggere ed obiettivi da raggiungere.


Nella parte in basso viene visualizzato il profilo attivo.

 

Tra le opzioni che l'utente ha la possibilità di impostare a proprio piacimento troviamo la musica di sottofondo, il volume degli effetti sonori, la sensibilità dell'accelerometro ed il livello di difficoltà (normale o elite).


Interessante la possibilità di scegliere la propria colonna sonora

 

A questo punto si passa a scegliere il profilo: si tratta dell'inserimento del proprio nome in modo tale da poter ripartire successivamente dai risultati già conseguiti senza perdere i progressi.

Fatto ciò, è possibile cominciare a giocare: all'inizio l'utente avrà a propria disposizione solo 3 missioni tra cui scegliere quella in cui cimentarsi. Man mano che si superano le varie missioni, eseguendo più o meno completamente tutti i compiti di ciascuna di esse, se ne sbloccheranno di nuove (la versione attuale ne comprende 14 ma non è escluso che possano aumentare con nuovi aggiornamenti).


Man mano che si superano le missioni, ne divengono disponibili altre.

 

Scelta la missione, l'utente legge sul display le principali informazioni ad essa relative e quindi, prima di inziare a volare, un breve ripasso sui comandi di gioco: l'aereo viene pilotato sfruttando l'accelerometro. 


Questo breve sommario della missione serve per immettere l'utente nella giusta atmosfera.

 


L'aereo viene pilotato sfruttando l'accelerometro: portando in avanti o indietro il device, il bombardiere accelera o decelera; inclinandolo verso sinistra o destra, l'aereo vira.

 


Ciascuna missione ha i propri obiettivi, che possono essere visualizzati dall'utente in qualsiasi momento.

 


Durante le missioni l'utente, distruggendo determinati obiettivi, potrà usufruire di speciali bombe (ciascuna delle quali con caratteristiche diverse).

 

A questo punto l'utente si trova a bordo di un bombardiere che sorvola i territori nemici: i primi 5 minuti di gioco saranno necessari per capire come pilotare il proprio velivolo ed abituarsi a virare, accelerare e decelerare utilizzando l'accelerometro. Le bombe vengono sganciate toccando l'apposito comando posto nella parte in basso a destra del display.


Prendere la mira è molto semplice: basta usare l'apposito mirino sempre fisso al centro del display. Per sganciare le bombe bisogna sfiorare il tasto rosso con scritto "Bombs away".

 

Per trovare gli obiettivi della missione è di grande aiuto il radar posto nella parte in basso a sinistra del display, che fornisce anche informazioni sulla posizione di cannoni, navi ed aerei nemici (ovviamente intenzionati ad abbattere il bombardiere).


Man mano che si va avanti con le missioni, distruggere le postazioni ed i mezzi nemici diviene sempre più difficile.

 

Durante la missione l'utente può beneficiare di diversi bonus (concessi quando vengono distrutti determinati obiettivi), costituiti da bombe più potenti o da una ricarica dell'energia del bombardiere (ebbene sì, non è indistruttibile).


Per raccogliere i vari bonus basta toccare la relativa icona quando appare sul display.

 

Durante la battaglia, quando l'aereo dell'utente si trova sotto il fuoco nemico, si avverte una sorta di vibrazione che va a simulare i proiettili che colpiscono la carcassa del bombardiere, divenendo più complicato riuscire a prendere la mira per colpire gli obiettivi: tale feature ha il merito di rendere ancora più piacevole e verosimile l'esperienza di gioco.


Per prendere la mira andranno valutate la velocità dell'aereo e la sua inclinazione: bastano poche partite per divenire dei precisi cecchini.

 

Conclusioni:

Possiamo tornare all'argomento con il quale avevamo iniziato questa recensione: i motivi del grande successo riscosso da iBomber nel corso di questi mesi.

Non si tratta di un gioco con grafica 3D o con effetti speciali che rendono problematico all'utente compiere qualsiasi azione: iBomber, al contrario, è basato su una grafica semplice (ma molto curata) e può vantare una giocabilità davvero eccezionale. Ecco i segreti di questo titolo.

Unica pecca è rappresentata dal consumo della batteria: iBomber (come la maggior parte dei giochi per iPhone, del resto) è una vera "spugna" che costringe l'utente a tenere a portata di mano il caricabatterie: ciò anche perchè, una volta che si è iniziato a giocare, è davvero difficile smettere.

 

Pregi:

  • Comandi facili e precisi
  • Grafica semplice ma curata
  • Due livelli di difficoltà
  • Nemici sempre più potenti
  • Effetti sonori

Difetti:

  • Sola lingua Inglese 
  • Consumo della batteria

 

Voto di AgeMobile: 9

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Leggi Articolo »

Recensione: FExplorer Pro 2.0

FExplorer ProAlla ricerca di un file manager semplice, facile da usare ed altrettanto efficiente? FExplorer Pro potrebbe essere la scelta giusta!

FExplorer Pro

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Utility
  • Sistema operativo richiesto: Symbian S60 3rd e 5th Edition
  • Licenza: Shareware (Trial 14 giorni disponibile)
  • Versione recensita: 2.00
  • Lingue supportate: Inglese
  • Link per il download:  FExplorer Pro

 

Utilizzo:

Sin dal primo avvio il programma ci mostra un'interfaccia sobria e rassicurante:

FExplorer Pro
L'elenco dei quattro drive di rito è seguito dalle voci che indicano rispettivamente i processi e le applicazioni attive.
Per esplorare il contenuto dei dischi, sarà sufficiente un click: compariranno (in ordine alfabetico) prima tutte le cartelle, poi tutti i file di quel drive. Le icone aiutano ad identificare il tipo di file che abbiamo di fronte:

FExplorer ProFExplorer Pro
Interessante la possibilità di vedere le cartelle nascoste del sistema, facilmente riconoscibili dal simbolo di divieto; tuttavia, l'accesso a queste cartelle è interdetto per ragioni di sicurezza.

Sui file possiamo compiere le tipiche azioni di taglia, copia, incolla; possiamo rinominarli, cancellarli, visualizzare in dettaglio le loro proprietà o impostarne gli attributi (archivio, sola lettura..)..il tutto in maniera rapida ed intuitiva. Ecco alcuni esempi:

FExplorer ProFExplorer ProFExplorer Pro

L'unico difetto riscontrato è che, contrariamente a quanto dichiarato nelle specifiche del programma, non siamo riusciti a creare un archivio .zip a partire dai singoli file, se essi avevano grandi dimensioni.

Nota di merito è invece la rapidità di esecuzione: a differenza di altri file manager, il programma è particolarmente reattivo e veloce nell'apertura delle cartelle, anche se esse sono piuttosto voluminose.
Insomma, la sezione browser supera quasi completamente l'esame.

Oltre a fungere da file manager, però, FExplorer offre diverse altre possibilità. Come fare per utilizzarle? Beh, riguardando ciascuno degli screenshot precedenti, noterete che una frase compare costante nelle intestazioni: [5] toggles tabs.
Ecco, quella è la chiave: premendo il tasto "5" della tastiera, compariranno altre 4 schede navigabili! Ottima trovata, peccato aver nascosto in un inciso apparentemente insignificante diverse altre funzioni del programma..
Superato lo scoglio, andiamo ad analizzare il contenuto delle singole schede.

FExplorer Pro

Sotto la voce Tools vengono raccolti alcuni strumenti aggiuntivi:

  • uno screenshot maker, minimale ma perfettamente funzionante
  • uno strumento che ci permette di mantenere accesa la retroilluminazione del telefono "ad libitum"
  • il collegamento alla gestione del bluetooth
  • una utility di deframmentazione della memoria
  • due voci, "Instal. applications" e "Dump files list", che creano due txt contenenti rispettivamente l'elenco delle applicazioni installate e l'elenco dei file e delle cartelle presenti nel nostro dispositivo:

FExplorer Pro
(clicca per ingrandire)

 

La scheda Phone punta a fornire le indicazioni di base sul telefono in uso (modello, IMEI, livello batteria, IMSI), sulla rete cui siamo agganciati e sulla memory card, se presente. Sono informazioni di per sè reperibili anche per altre vie, ma può risultare comodo trovarle tutte riunite. In questa scheda è inotre presente il comando di Restart, che ci dà la possibilità di riavviare il dispositivo.

FExplorer Pro

 

Infine, la scheda Settings permette di personalizzare le impostazioni del programma: cambiare il colore delle scritte, scegliere il disco di salvataggio degli screenshot o impostare una password di accesso al programma sono alcune delle opzioni modificabili:

FExplorer ProFExplorer ProFExplorer Pro
Nei primi due screenshot, le diverse opzioni di personalizzazione; nell'ultimo, il risultato della modifica della voce "Color in list" da nero a rosso.

 

Conclusioni:

Il programma è comodo, efficiente e semplice da utilizzare nella maggior parte dei casi.

Oltre ad essere un ottimo file manager, raccoglie diverse funzioni aggiuntive, che lo rendono particolarmente utile ed interessante. L'unica pecca di un certo rilievo, oltre alla presenza della sola lingua inglese, è la mancanza di una guida che, per quanto minimale, sarebbe stata utile per interpretare il significato di alcune voci.

FExplorer resta comunque un must have per il nostro dispositivo.

 

Pregi:

  • interfaccia chiara e pulita
  • browsing fluido
  • funzioni aggiuntive (tra le più significative: screenshot, backlight, restart)

Difetti:

  • solo in lingua inglese
  • guida completamente assente

Voto di AgeMobile: 8

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Leggi Articolo »

Recensione: Handy Alarm 2.01

Handy AlarmQuante volte ci sarebbe piaciuto far precedere il suono dell'odiata sveglia mattutina dal nostro .mp3 preferito?

Questo piccolo software va ad integrare la già completa sveglia dei terminali Symbian OS aumentandone le funzionalità.

 

Caratteristiche:

  • Versione recensita: 2.01
  • Categoria: Utility
  • Sistema operativo: Symbian S60 3rd edition
  • Lingue supportate: russo, inglese, bulgaro, ungherese, greco, spagnolo, italiano, lettone, tedesco, olandese, norvegese, polacco, portoghese, romeno, slovaco, sloveno, turco, filandese, francese, croato, ceco, svedese
  • Licenza: Shareware, 14 giorni di prova
  • Link: Handy Alarm for S60

 

Utilizzo del software:

L'interfaccia del programma è, come per molti programmi Epocware, molto pulita ed intuitiva; tutte le funzioni sono accessibili tramite tasto sinistro.

Handy AlarmHandy Alarm
La semplice interfaccia: in pochi passaggi, il nuovo allarme sarà pronto per l'uso

Le possibilità offerte sono molteplici: potremo, innanzitutto, impostare più sveglie e scegliere la melodia (unica, per tutte). Anche se questa funzione è già implementata nella sveglia standard, il vantaggio sta nel poter anche definire il volume.

Handy Alarm
Il programma permette di scegliere tra alcune melodie di default; potremo usare il nostro file .mp3 preferito, a patto che esso sia salvato nella memoria del telefono.

Inoltre, ci è data la possibilità di decidere se tale allarme dovrà partire una volta sola, ogni giorno, uno specifico giorno della settimana oppure nei cosiddetti "Giorni lavorativi", definibili dall'utente in base alle sue esigenze.
Anche qui, niente di nuovo rispetto alla sveglia di casa Symbian, che integra già tutte queste funzionalità.

Handy AlarmHandy Alarm

La nostra sveglia è quindi pronta a partire, anche se il telefono è in modalità "Silenzioso" o "Offline".

Handy Alarm
La sveglia in funzione: per uno snooze di 4 minuti è sufficiente premere il tasto "Annulla".
Se non stoppiamo la sveglia entro 40-50 secondi, la melodia si interromperà automaticamente; riprenderà a suonare ogni 3-4 minuti per alcune decine di secondi.Premendo un qualsiasi tasto, questa sequenza di avvio-stop verrà disattivata.

Finora quindi, un software di facile utilizzo che apporta qualche piccola miglioria alla sveglia integrata; il principale difetto è che il programma non funziona a telefono spento. Si può ovviare a questo inconveniente impostando il fly-mode: il dispositivo resta comunque acceso, ma spegnendo il modulo telefonico si minimizzano i consumi.
Inoltre, la durata dell'allarme potrebbe risultare per alcuni un po' troppo breve, e l'impossibilità di scegliere melodie o canzoni memorizzate sulla memory card potrebbe non essere una scelta vincente.
Infine, segnaliamo la presenza di un piccolo bug:

Handy AlarmHandy Alarm

Supponiamo oggi, 6-01-10, di impostare la sveglia alle 15.00 dell' 8-01-10. Una volta dato l'ok, osservate cosa ci segnala il contatore: "Tempo rimanente: 2 ore e 0 minuti". È, fortunatamente, solo un difetto di forma: la sveglia infatti partirà correttamente dopo 2 giorni.

 

Conclusioni:

Se un software del genere venisse proposto a possessori di Symbian un po' datati, susciterebbe il più ampio entusiasmo, dal momento che la sveglia di quei modelli era abbastanza essenziale. Se installato invece su un dispositivo di ultima generazione, si rivela un programma che introduce poche migliorie ed anzi qualche pecca da correggere.

Pregi:

  • personalizzazione del volume della melodia
  • la sveglia si sente anche se il telefono è in modalità "Silenzioso"

Difetti:

  • la sveglia non si avvia a telefono spento
  • durata melodia troppo breve

Voto di AgeMobile: 6,5

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Leggi Articolo »

Recensione: Alarms 1.1

Alarms v1.1Solitamente le sveglie di default dei vari OS non sono particolarmente curate: anche Android rispetta questa regola. A tal proposito interviene Alarms, un'utile applicazione che va a sostituire quella scarna di default dell'OS di Google.

Parlare di Alarms come soltatnto di una sveglia è quasi riduttivo: si tratta, infatti, di un'applicazione estremamente personalizzabile e con diverse feature che la rendono adatta anche per un uso che travalica quello classico di strumento per svegliarsi la mattina. Ma valuteremo attentamente le caratteristiche di Alarms dopo le informazioni generali.

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Utility
  • Sistema operativo richiesto: Android 1.1, 1.5, 1.6, 2.0
  • Lingue supportate: Inglese
  • Versione recensita: 1.1
  • Licenza: Commerciale
  • Link per il download: Alarms

 

Utilizzo del software:

Una volta lanciato Alarms, l'utente si trova di fronte ad un'interfaccia abbastanza semplice ma non per questo poco curata. Bastano pochi minuti per imparare ad utilizzare l'applicazione e tutte le sue feature che, come già anticipato prima, sono maggiori di quelle che si si può aspettare di trovare in un programma di questo tipo.

 

 

Impostare un nuovo allarme è quanto di più semplice ed intuitivo ci sia: l'utente, a questo punto, può settare a proprio piacimento tutta una serie di opzioni (nome dell'allarme, data, eventuali ripetizioni, tipo di suoneria, snooze, categorie e note).

 


L'interfaccia è molto intuitiva ma non per questo poco completa. La seconda immagine mostra la possibilità di scegliere che tipo di suono utilizzare per l'allarme (si va dalle normali notifiche ai brani musicali presenti nel device).

 


Interessante la possibilità offerta all'utente di registrare un suono da utilizzare poi per gli allarmi.

 


Le possibilità di personalizzazione comprendono anche la frequenza dell'allarme (giornaliera, settimanale, mensile o anche libera, pienamente impostabile dall'utente).

 


Non manca la possibilità di impostare l'intervallo di snooze. Il secondo screenshot, infine, mostra una feature particolarmente importante (inserimento di una nota per l'allarme), che rende l'applicazione più vicina ad un'agenda che ad una normale sveglia.

 

I diversi allarmi possono poi essere visualizzati tutti insieme o solo per categoria, in ordine alfabetico o di scadenza.

 


L'elenco completo, con i nomi degli allarmi, l'orario, la data e la frequenza: l'icona sulla desta può essere utilizzata per attivare o disattivare l'allarme.

 


Gli allarmi possono essere visualizzati per categoria, titolo, scadenza, ordine alfabetico, ecc.

 


Anche la feature che consente di associare gli allarmi ad una categoria rende l'applicazione molto versatile ed adatta per un utilizzo come efficace promemoria.

 

 
L'utente può impostare un segnale orario, settando a proprio piacimento l'intervallo di ripetizione, i giorni della settimana in cui deve essere attivo e la suoneria.

 

Tra le impostazioni dell'applicazione di particolare rilievo non manca la possibilità di effettuare un backup (o un restore) dei dati memorizzati nella (o dalla) memory card.

 

 

Quando scatta l'orario impostato per l'allarme, infine, sullo schermo appaiono anche le informazioni aggiuntive precedentemete settate dall'utente, come il nome e le note oltre alla possibilità di modificare lo snooze.

 


Ecco il risultato finale delle numerose impostazioni.

 

Conclusioni:

Alla fine di questa recensione possiamo tornare all'argomento con il quale avevamo iniziato: la possibilità, cioè, di ritenere Alarms un'applicazione che travalica i confini di una normale sveglia per andare ad avvicinarsi ad un'agenda o, quantomeno, ad un promemoria in piena regola.

Con semplicità, infatti, l'utente sarà in grado di impostare Alarms come un valido assistente per ricordare tutti i propri principali impegni, dalle telefonate da fare, agli appuntamenti od alle più svariate attività quotidiane.

Ci sentiamo di consigliare quest'applicazione sia a chi è stanco della sveglia di default del proprio smartphone Android e desidera svegliarsi finalmente con la propria canzone preferita, sia a coloro che intendono farne un uso più "professionale".

 

Pregi:

  • Semplicità di utilizzo
  • Completezza 
  • Possibilità di personalizzazione

Difetti:

  • Sola lingua Inglese 

Voto di AgeMobile: 9

 

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Leggi Articolo »

Recensione: Handy Calendar 2.0

Handy CalendarHandy Calendar v.2.0 promette di migliorare drasticamente l'Agenda standard del sistema Symbian. Manterrà le promesse?

Handy Calendar

 

Caratteristiche:

  • Categoria: Utility
  • Sistema operativo richiesto: Symbian S60 3rd e 5th Edition
  • Licenza: Shareware (Versione Trial disponibile)
  • Versione recensita: 2.00
  • Lingue supportate: Inglese, Tedesco, Italiano, Svedese, Olandese, Cinese, Russo, Brasiliano, Portoghese, Cinese, Ceco, Francese, Croato, Ungherese, Giapponese, Spagnolo, Lituano, Norvegese, Slovacco, Sloveno, Serbo, Turco, Ucraino, Finlandese.
  • Link per il dowload:  Handy Calendar

Durante la recensione faremo riferimento a AquaCalendar, una applicazione simile recensita qualche mese fa. I due software, anche se in apparenza molto simili, si distinguono nettamente, sia per estetica che per funzionalità. HandyCalendar si apre con un'interfaccia chiara e semplice, ma con tutto il necessario: nella parte superiore il calendario del mese corrente, nella parte inferiore gli eventuali appuntamenti del giorno

Handy Calendar
L'interfaccia iniziale: gli appuntamenti in basso possono essere zoomati all'occorrenza, grazie alla specifica funzione Zoom.

In pochi secondi è facile capire come destreggiarsi tra le opzioni del programma: innanzitutto possiamo cambiare il tipo di visualizzazione a seconda delle nostre preferenze:

Handy CalendarHandy CalendarHandy Calendar
Da sinistra: vista settimanale,vista giornaliera e, disponibile dalla v.2.00, vista tabella.

Inoltre, con pochi click, è possibile aggiungere un nuovo impegno, una nuova attività, un compleanno, un evento, un promemoria.. Per ciascuno possiamo definire orario di inizio e di fine, tipologia e modalità di allarme, e aggiungere eventuali note aggiuntive.

Handy CalendarHandy CalendarHandy Calendar
Processo di creazione di un nuovo appuntamento. È possibile inserire velocemente informazioni aggiuntive quali il nome di un contatto, il corpo di un sms ricevuto o di un file di testo, la località (il programma genera un elenco che comprende tutte le località usate per gli appuntamenti precedenti).

Una volta aggiunti i nuovi eventi, il calendario si popolerà di pacchettini, puntini blu e stelline che, anche se un po' piccoli, ci aiuteranno a distinguere, a colpo d'occhio, i diversi impegni della giornata.

Handy CalendarHandy CalendarHandy Calendar
Ecco cosa vediamo una volta aggiunti i nostri impegni (da sinistra:vista mese, vista settimana, vista giorno): pur essendo numerosi, si ha un costante senso di ordine e cura dei dettagli.
Niente a che fare con AquaCalendar che, a parità di appuntamenti inseriti, si presentava  più o meno così:

 Handy CalendarHandy CalendarHandy Calendar
Screenshot presi da AquaCalendar: Vedere gli appuntamenti brutalmente tagliati o sovrapposti non dava certo una bella impressione.

Infine, è possibile modificare le impostazioni predefinite di HandyCalendar, ad esempio la vista preferita, l'ordine di visualizzazione degli eventi, la suoneria dell'allarme..
Fino alla versione precedente non avevamo invece nessuna possibilità di personalizzazione "cromatica": HandyCalendar, infatti, cambiava la sua combinazione di colori in base al tema usato nel cellulare, in modo del tutto automatico. Dalla v.2.00, invece, questa è diventata una delle opzioni a disposizione, affiancata dalle colorazioni standard (giallo, blu, rosso, grigio e verde) impostabili dall'utente.

 

Conclusioni

Ci sentiamo di promuovere a pieno titolo HandyCalendar tra i programmi che ognuno dovrebbe avere nel proprio dispositivo: non promette miracoli, ma svolge perfettamente i compiti che gli spettano, dandoci una sensazione di precisione e affidabilità.
Inoltre, si integra perfettamente con l'agenda di default e con l'interfaccia del telefonino stesso. La guida, in italiano, è essenziale ma completa; in ogni caso ne avrete veramente poco bisogno.

 

Pregi:

  • interfaccia chiara e funzionale
  • ottima usabilità
  • sincronizzazione automatica con agenda di default e pannello iniziale

Difetti:

  • Nessun difetto riscontrato.

Voto di AgeMobile: 9

Sistema Operativo: 
Contenuto: 

Leggi Articolo »