Home > Guide > BlackBerry: cosa aspettarsi nel 2014

BlackBerry: cosa aspettarsi nel 2014

Schermata 2014-12-30 alle 15.15.49

Ormai tutti sono al corrente che la situazione di BlackBerry non è certo delle migliori, eppure la compagnia sembra convinta più che mai del proprio potenziale, come anche alcuni azionisti che continuano ad investire il proprio capitale.

La società canadese ha annunciato, lo scorso 20 dicembre, i risultati per il terzo trimestre finanziario del 2014, che non erano affatto buoni. Il fatturato dichiarato ammonta a 1,2 miliardi di dollari, con una contrazione del 56% rispetto allo stesso trimestre dello scorso scorso anno.

Gli smartphone venduti sono stati 4,3 milioni, contro i 14,2 milioni venduti nello stesso trimestre di appena due anni fa. Ma BlackBerry stenta ancora a demordere, e dopo aver nominato un nuovo CEO e rinnovato l’esecutivo aziendale, delinea le basi per un futuro migliore.

Ma cosa cosa possiamo aspettarci nel 2014 da BlackBerry?

Il CEO John Chen stima che la sua compagnia tornerà in attivo nel 2016, quindi il prossimo anno sarà la prima parte di un decisivo piano di recupero. Di seguito riassumiamo tutte le più recenti indiscrezioni e speculazioni riguardo a quello che il 2014 riserverà a BlackBerry.

BBM

Schermata 2014-12-30 alle 15.15.38

Il recente approdo del BlackBerry Messenger su iOS ed Android fa capire che la compagnia punti molto sul suo servizio di messaggistica instantanea. Il 19 dicembre BlackBerry ha comunicato alcune delle nuove funzioni in arrivo per gli utenti di iOS e Android nel corso del 2014, feature già presenti sui dispositivi con sistema operativo BB10.

Tra le nuove funzionalità in arrivo troviamo:

  • chiamate vocali tra contatti BBM;
  • introduzione di BlackBerry Channels;
  • condivisione migliorata per foto, note e nostra localizzazione;
  • set di emoticon rinnovato.

Questi cambiamenti porterebbero le potenzialità di BBM al pari di quelle di Skype, WhatsApp e Google Voice in Hangouts. Il Wall Street Journal sostiene che Chen veda BBM come una risorsa fondamentale per i servizi offerti da BlackBerry. La pubblicità attraverso Channels potrebbe portare ingenti introiti nelle casse della società canadese. Inoltre, non è escluso che in futuro, soprattutto per le aziende che ricorrono a BBM come client di messaggistica, possa essere richiesto un piccolo abbonamento in virtù degli alti standard di sicurezza offerti.

L’accordo con Foxconn

john-chen

Il nuovo CEO ha repentinamente stretto accordi con Foxconn, produttore famoso soprattutto perché si occupa dell’assemblaggio di iPhone e altri dispositivi Apple. BlackBerry e Foxconn, lo scorso 20 dicembre, hanno firmato un contratto di cinque anni che permetterà alla compagnia canadese di concentrarsi maggiormente sullo sviluppo del software e dei servizi, piuttosto che sulla progettazione dell’hardware.

Il primo smartphone che Foxconn produrrà con marchio BlackBerry sarà lanciato tra marzo e aprile del 2014. Si tratta di un dispositivo 3G che utilizza come sistema operativo BlackBerry 10. Il nuovo device sarà inizialmente lanciato in Indonesia, mercato dove il brand BlackBerry possiede ancora un certo appeal, per poi puntare sul mercato di altri paesi in via di sviluppo.

Remota è la possibilità è che questo device BB10 possa essere lanciato anche nel nostro continente, incrementando la diffusione del sistema operativo canadese. Stabilizzate le risorse finanziarie con questo primo smartphone prodotto con Foxconn, BlackBerry punterebbe poi ad un nuovo top di gamma dal prezzo competitivo.

Il prezzo di vendita è sicuramente uno degli attuali problemi dei prodotti BlackBerry, il recente Z30 è sicuramente un ottimo terminale, ma costa troppo, spingendo l’acquirente a scegliere Android o iOS.

Nessun nuovo dispositivo BB10 fino a Marzo

Schermata 2014-12-30 alle 15.15.15

BlackBerry ha confermato che almeno fino a marzo 2014 non saranno lanciati nuovi dispositivi. La priorità va per tanto attribuita ai dispositivi già in commercio: BlackBerry Z30 e Z10, BlackBerry Q10 e Q5.

Il CEO John Chen sembra essere determinato nel ricollocare BlackBerry come una compagnia più orientata sul mercato enterprise. Non a caso, uno dei più recenti successi di BlackBerry è la piattaforma BlackBerry Enterprise Service 10 (meglio nota come BES10), la quale permette di gestire device BlackBerry, Android e iOS su reti interne aziendali.

Lo Z30 è ultimo dispositivo BB10 lanciato da BlackBerry nel 2013. Secondo le più recenti indiscrezioni riportate da Phone Arena, la compagnia sta attualmente lavorando sul BlackBerry Z50 e sul BlackBerry Q30, che molto probabilmente non verranno lanciati nella prima metà del 2014.

Il presunto Z50 dovrebbe avere un display da almeno 5 pollici e un processore quad -core, invece il BlackBerry Q30 dovrebbe avere un display compreso tra i 3,5 e i 4 pollici e l’iconica tastiera QWERTY.

BlackBerry OS 10

Schermata 2014-12-30 alle 15.15.31

Ad incidere sul futuro della società canadese un altro ruolo importante potrebbe averlo BB10, il sistema operativo basato su QNX. Al di là dei risultati commerciali, il lavoro svolto da Blackberry sul versante software è notevole e da apprezzare. Molti esperti del settore concordano nell’affermare che ha fatto più progressi BB10 in un anno che Windows Phone in quattro. Il prossimo aggiornamento del sistema operativo è previsto per gennaio, mese durante il quale dovrebbe essere rilasciata la versione ufficiale del firmware 10.2.1 (qui maggiori informazioni).

La nuova release conterrà tante novità, ottimizzazioni e soprattutto la possibilità di installare direttamente gli apk di applicazioni Android. Uno dei problemi fondamentali di BB10 è il poco interesse da parte degli sviluppatori verso questa piattaforma, che si concretizza in un ridotto numero di applicazioni disponibili su BlackBerry World. Le app fondamentali ci sono e sono fatte anche molto bene, ma mancano alcuni nomi importanti come ad esempio Instagram e non solo. In ogni caso il negozio di applicazioni di BlackBerry cresce e cresce bene, ma solo il maggior interesse da parte degli sviluppatori può migliorarne le sorti.

La linea di sviluppo tracciata dal nuovo CEO sembra essere chiara. Competere con iOS e Android è inutile e controproducente,  quello su cui la società si concentrerà è il settore delle imprese in crescita, dei servizi aziendali e dei prodotti pensati per l’utenza business.

Qualunque sia il percorso di BlackBerry nel 2014, noi saremo qui per tenervi sempre aggiornati!

Fonte