Home > Recensioni > Bear Pro il clone economico di HTC One

Bear Pro il clone economico di HTC One

Bear Pro

Bear ProTechdy è una nuova azienda cinese che progetta e produce dispositivi mobili, e fino a qui non c’è niente da dire, anzi, ma il suo ultimo dispositivo ha lasciato a bocca aperta tutti.

Qualche settimana fa ha presentato il suo ultimo dispositivo, uno smartphone di fascia medio alta ma dal costo realmente economico, un device da sogno se non ci fosse un piccolo problema, il Bear Pro messo in vendita da Techdy è pressoché identico al HTC One.

Non solo si tratta del designer fotocopiato ma anche le funzionalità sono molto simili al HTC One.

Bear Pro è uno smartphone che non ha nulla da invidiare rispetto ai suoi colleghi più costosi, ha un display multi-touch da 4.7 pollici e una risoluzione in FullHD da 1920×1080 pixel a 468 PPI.

Sono presenti ben due fotocamere, quella posteriore da 8 megapixel e quella anteriore da 2 megapixel ed entrambe con Auto Focus.

Per quanto riguarda il cuore pulsante del dispositivo, che fa sempre la differenza tra un dispositivo con ottime prestazioni o meno, secondo la scheda tecnica il Bear Pro si avvale di un processore Qualcomm Snapdragon 600 quad-core da 1.7GHz, la scheda grafica integrata è Adreno 320.

Inoltre il dispositivo può sfruttare fino a 2 giga di memoria RAM e 16 giga di memoria interna, la presenza di uno slot per MicroSD permette di espandere ulteriormente la memoria interna.

Il sistema operativo scelto per il Bear Pro è Android 4.2.1 Jelly Bean non personalizzabile ed è l’unica pecca presente su questo incredibile dispositivo.

Lo smartphone è disponibile in cinque diverse colorazioni: nero, blu, bianco, rosso e argento.

Un dispositivo non solo bello ma anche leggero in quanto pesa soltanto 128g compresa la batteria da 2300mAh.

Come avete appena visto da queste caratteristiche Bean Pro è uno smartphone incredibile considerando che è in vendita a solo 249 Dollari circa 190 euro, un dispositivo che personalmente trovo straordinario, sebbene abbia attinto a piene mani dal HTC One, che purtroppo vedremo difficilmente in Europa.