Home > Accessori > Asus ROG Orion: la nostra recensione

Asus ROG Orion: la nostra recensione

Qualche giorno fa, grazie all’ufficio marketing di Asus, abbiamo avuto il piacere di provare un paio di cuffie Asus ROG Orion. Dopo averle testate per bene sotto tutti i punti di vista, siamo finalmente pronti a darvi la nostra opinione in merito.

Asus ROG Orion

Innanzitutto va ricordato che le Asus ROG Orion, proprio perchè hanno la denominazione ROG, appartengono alla categoria “Republic of Gamers” di Asus, per cui sono molto consigliate in quell’ambito. Questo non ci vieta però di poterle usare anche per altri scopi, come durante l’ascolto di musica o durante la visione di un film. Un’altra premessa che vogliamo farvi è che, nonostante in test abbiamo ricevuto la versione classica delle cuffie, era presente anche lo Spitfire che generalmente è contenuto nella versione Pro delle cuffie Asus ROG Orion.

Asus ROG Orion

Molto robuste ma allo stesso tempo comode da indossare

Partendo dalla qualità strutturale, Asus ha fatto veramente un ottimo lavoro, curando tutti i particolari, come d’altronde ci ha sempre abituati. Non appena tocchiamo queste Asus ROG Orion, il touch-and-feel è sicuramente migliore di molte altre cuffie che abbiamo provato in passato. Esternamente sono realizzate in plastica di buona qualità, mentre la parte che sta a contatto con la nostra testa è fatta di un materiale morbido, ideale per non crearci fastidi.

Asus ROG Orion

Passando a parlare invece dei padiglioni auricolari, essi esternamente riportano il logo ROG in colore argentato, cosa molto piacevole alla vista. Dal punto di vista interno, la cuffia presenta un diametro di ben 100 mm, capace in questo modo di adattarsi a qualsiasi dimensione di orecchio e di racchiudere il suono in maniera superba. Ad agevolare il confort, ci pensa l’anello isolante in pelle posto in modo da isolarci dal “mondo esterno” e farci quindi immergere nel suono che stiamo ascoltando. Da questo punto di vista, la stessa Asus dichiara che l’isolamento delle cuffie è di 30 dB.

Il cavo di collegamento, che parte dalle cuffie e termina con i due connettori jack (uno per il suono e l’altro per il microfono), è veramente lungo. Essendo progettate per il gaming, non poteva mancare un microfono. Esso può essere retratto all’interno della cuffia e all’occorrente tirato fuori. Dai test che abbiamo condotto, durante le videochiamate Hangouts non abbiamo avuto nessun problema di sorta, con il interlocutore che ci sentiva perfettamente, segno che anche il microfono è realizzato in ottimo modo.

Suono ricco e avvolgente per Asus ROG Orion

Prima di darvi le nostre considerazioni, vi riportiamo qui di seguito le specifiche tecniche di Asus ROG Orion:

Dimensioni driver Diametro 50mm
Materiale del driver Magnete in neodimio
Impedenza 32ohm
Sensibilità 100dB/mW (@1KHz, 179mV)
Input massimo 50mW
Risposta in frequenza 20Hz-20KHz
Microfono Bi-direzionale
Sensibilità microfono -30dB
PNC (isolamento disturbi) Massimo 30dB
Peso 268 grammi
Dimensioni 20,5 x 19,5 cm
Tipo/lunghezza cavo Intrecciato/2,5 metri
Processore audio ROG Spitfire (solo per Orion Pro) FPS EQ – Surround virtuale 7.1 – Amplificatore cuffie

 

Per quanto riguarda il suono in uscita, riteniamo che il driver al neodimio da 50 mm installato nei padiglioni faccia egregiamente il loro lavoro. La pulizia, il volume, le tonalità e la qualità in generale del suono è molto elevata. Possiamo tranquillamente dire che queste cuffie si meritino in pieno il logo ROG che hanno impresso. Abbiamo notato una buona presenza di bassi così come anche di tonalità alte. Ovviamente per un buon ascolto, è necessario avere sia un buon file di partenza che una buona scheda audio. Nel nostro caso, la prova è stata fatta su un iPad 4, uno dei migliori dispositivi da questo punto di vista.

Asus ROG Orion

Una cosa molto importante per migliorare la qualità dell’audio emesso dalle Asus ROG Orion è quella di utilizzarle in abbinata allo Spitfire (presente solo nella versione Pro), un accessorio che è dotato di particolari caratteristiche. E’ possibile infatti emulare un sistema virtuale 7.1 surround, così da avere un’immersione totale all’interno dei film in alta risoluzione.

Inizialmente abbiamo testato le Asus ROG Orion ascoltando un pò di musica da Google Play Music, così da avere la qualità massima possibile del file. Successivamente abbiamo visionato alcuni film in Full HD, con audio 5.1, su un iPad 4. In entrambi i casi, sembrava di avere in testa un paio di cuffie da 200-300 euro. E si, di prezzo ancora non abbiamo parlato. Uno degli store che offre queste Asus ROG Orion al miglior prezzo, come succede spesse volte, è Amazon, dove le potete trovare al costo di 58 euro.

Conclusioni

Sinceramente abbiamo avuto molta fatica a trovare qualche difetto a queste cuffie. Se proprio ne dobbiamo trovare uno, riteniamo che hanno un peso un pò eccessivo, che alla lunga potrebbe stancare. Ma ripetiamo, questo è il voler trovare il pelo nell’uovo. Come detto in precedenza, la qualità generale di queste Asus ROG Orion varrebbe sicuramente di più dei 58 euro richiesti per il suo acquisto. Per finire, vogliamo ancora una volta ringraziare l’ufficio stampa di Asus per averci inviato questo paio di cuffie in redazione.

 

Pro

  • Qualità audio
  • Robustezza
  • Estetica

Contro

  • Peso