Home > Apple > Apple Watch: watchOS 2 in arrivo con il supporto alle applicazioni native

Apple Watch: watchOS 2 in arrivo con il supporto alle applicazioni native

Apple Watch Aggiornamento

Nel corso della WWDC 2015 che si sta tenendo proprio in questi intanti, Apple ha tolto i veli su quello che sarà il prossimo aggiornamento dedicato all’Apple Watch, il primo smartwatch del colosso di Cupertino. Una possibile data per l’arrivo in Italia è ancora sconosciuta, sfortunatamente, ma Apple pensa già ai futuri aggiornamenti software del proprio Watch.

Al momento per utilizzare Apple Watch è necessario un iPhone in quanto per il momento lo smartwatch non supporta le applicazioni native. Questo significa che quando apriamo un applicazione sull’Apple Watch, questa viene avviata sul nostro iPhone e successivamente inviata al dispositivo al nostro polso. Questo giustifica l’attuale lentezza di apertura e di esecuzione delle applicazioni sullo smartwatch, ma nel corso della WWDC 2015 è stato annunciato un nuovo aggiornamento software che prende il nome di watchOS 2.

watchOS 2 è disponibile da oggi per gli sviluppatori, mentre arriverà per tutti gli utenti questo Autunno, sicuramente in concomitanza con iOS 9. Disponibile da oggi anche il nuovo SDK dedicato agli sviluppatori che finalmente permetterà l’esecuzione di applicazioni native di terze parti sull’Apple Watch. Tutte le applicazioni di terze parti potranno sfruttare la Digital Crown, i vari sensori biometrici e tutto quello che attualmente lo smartwatch offre. Una notizia attesa da tutti gli sviluppatori che aspettavano fin dal suo annuncio questa apertura da parte di Apple nei loro confronti.

Non solo novità per gli sviluppatori, ma anche per tutti gli utenti. watchOS 2 porta nuove watchfaces sull’Apple Watch, permettendo per esempio di impostare una foto presente nel proprio iPhone oppure un time lapse di 24h di qualche famosa città (es. Londra, New York ecc). Inoltre, mentre il nostro Apple Watch è in carica, sarà possibile visualizzare l’ora ed utilizzarlo come una vera e propria sveglia.

Inoltre sarà possibile effettuare chiamate audio su Facetime, rispondere alle email direttamente dal nostro Apple Watch, le applicazioni per il fitness ora potranno essere avviate nativamente e Siri potrà integrarsi con esse. L’applicazione Mappe mostrerà le indicazioni dei mezzi pubblici anche sul Watch e, non meno importante, la possibilità di impostare delle watchfaces personalizzate. Come già detto, watchOS 2 sarà disponibile per tutti gli utenti in autunno.

Via