Home > News > Apple vuole sfruttare Lightning anche per le cuffie

Apple vuole sfruttare Lightning anche per le cuffie

Molto probabilmente sui prossimi dispositivi Apple sarà possibile ascoltare musica mediante cuffie e/o auricolari collegati attraverso il connettore Lightning, piuttosto che con classico connettore jack da 3,5 mm. La compagnia di Cupertino, infatti, ha aggiornato il programma MFi (made for iPhone) consentendo ai produttori di creare cuffie che possano essere utilizzate con device iOS tramite lo standard Lightning, che ha fatto il suo debutto per la prima volta su iPhone 5.

Beats-lightning

Quale sarebbe il vantaggio dell’ascoltare musica mediante il connettore Lightning?

Le cuffie così collegate sarebbero in grado di ricevere audio digitale stereo a 48KHz e di inviare un segnale mono, sempre digitale, a 48KHz. Sempre mediante Lightning sarà possibile inviare l’input di altri comandi, ad esempio per cambiare brano o aumentare e diminuire il volume.

Nel caso in cui queste nuove tipologie di cuffie/auricolari richieda l’apporto di energia perché prive di batteria interna, queste potranno attingere direttamente dalla batteria del nostro dispositivo iOS. Al contempo vale anche il contrario. Nel caso in cui questi accessori siano dotate di una batteria interna, saranno loro a poter fornire energia al dispositivo.

In sostanza l’utilizzo della connessione Lightning apre a diverse nuove possibilità, così come ad esempio la facoltà di ricevere aggiornamenti per il firmware delle proprie cuffie. Queste diventerebbero strumenti dalle funzionalità avanzate, quali l’elaborazione digitale del suono e la cancellazione attiva del rumore di fondo.

beats_2647973b

Sicuramente tutta questa attenzione per la musica trova riscontro anche nella recente acquisizione, da parte di Apple, di Beats Electronics.

Volendo azzardare qualche ipotesi, in futuro potremmo assistere al rilascio di cuffie Ear-Pod con connettore Lightning e forse anche ad una eliminazione del jack da 3,5 mm in favore di un unico connettore (sappiamo bene che Apple cerca di ricavare anche il più piccolo spazio all’interno dei suoi dispositivi, quindi sarebbe uno scenario del tutto plausibile.)

via