Home > Smartphone > Apple: un prossimo schermo in 3D

Apple: un prossimo schermo in 3D

L'HP TouchPad, il primo tablet WebOS arrivato nel mercato americano la settimana scorsa, è dotato di un browser web molto completo e compatibile con Adobe Flash Player. Continuiamo a scoprirlo dopo la comparativa con iPad 2 che vi abbiamo mostrato pochi giorni fa.

hp touchpad browser

Le prime recensioni dell'HP TouchPad non sono state del tutto positive proprio a causa delle prestazioni velocistiche che sono apparse migliorabili. Nonostante siano auspicabili degli aggiornamenti che miglioreranno le performance, già da subito il browser dell'HP Touch Pad  è in grado di mostrare  diversi punti di forza: dalla gestione dei tab, al supporto a Flash, ad una velocità di rendering delle pagine che, per quanto non ai vertici della categoria, appare già abbastanza buona.

Ancor più eloquente delle descrizioni sarà il video realizzato dallo staff di Techno Buffalo. Buona visione:


HP TouchPad: prova del browser

Ricordiamo le recenti parole di Jon Rubinstein: lo sviluppo di WebOS non si tradurrà in uno sprint, ma in una maratona. Lecito quindi attendersi costanti aggiornamenti della piattaforma.

Fonte: Techno Buffalo

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Secondo le ultime informazioni apparse sul web, Apple sarebbe intenzionata a creare uno smartphone con uno schermo in 3D.

Secondo l’ultimo brevetto depositato dalla casa di Cupertino, il display dovrebbe coprire l’intera superficie e potrebbero essere inclusi due schermi AMOLED, uno posizionato sopra l’altro. Questo consentirebbe a dare un illusione della profondità, mimando un esperienza in 3D

La maggior parte dei produttori di dispositivi mobili implementa uno schermo che ha una sola funzione, cioè quella di visualizzazione e utilizzo dello smartphone, mentre altri display non vengono utilizzati, per salvare il pulsante occasionale o l’interruttore. Questo fattore si presta a dispositivi che sono esteticamente gradevoli e maneggevoli.

Apple invece prevede di creare un dispositivo dai bordi arrotondati e le superfici anteriori e posteriori curve, in modo tale che i due display possano far visualizzare i dati e rispondere in modo eccellente al tatto.

In questo modo Apple cerca di farla finita col tasto fisico, che finora è stato presente in tutti i suoi dispositivi. Inoltre mancheranno anche i tasti fisici come il bilancere del volume. Le loro funzioni verranno sostituite da  gesti tattili del software basati su controlli dello schermo.

Questa mossa sarebbe piaciuta molto all’ex fondatore di Apple Steve Jobs. Inoltre se si avverrà si tratterà di una grandissima innovazione per una delle case che detengono il mercato degli smartphone.