Home > Apple > Apple starebbe lavorando a “Street View” per le proprie Mappe?

Apple starebbe lavorando a “Street View” per le proprie Mappe?

Apple Mappe Maps

Apple potrebbe essere al lavoro su un nuovo importante aggiornamento per la sua applicazione Mappe disponibile per tutti gli utenti iOS e Mac. A San Francisco, infatti, sarebbe stato avvistato più volte un van con un impressionante numero di telecamere fissate sul tetto, e lo stato della California avrebbe confermato che si tratta di un veicolo affittato da Apple

L’analista Rob Enderle di CBS (un’emittente televisiva americana) ha provato ad esporre i suoi pensieri su cosa potrebbe essere questo misterioso van utilizzato da Apple: secondo lui il mezzo utilizzerebbe troppe videocamere (ben 12) per poter essere utilizzato a registrare la mappatura delle strade in stile Google Street View (ma secondo altri le auto di Google ne utilizzano ben di più). 

Apple starebbe lavorando a “Street View” per le proprie Mappe?

Da qui la convinzione di Enderle nel sostenere che il van è un modello di prova per un veicolo a guida autonoma, un’ipotesi sostenuta anche dalla comparsa di un video su YouTube (che vi lasciamo qui sotto) in cui si può vedere un furgone molto simile a quello avvistato di recente che a quanto pare, riuscirebbe a guidare in modo autonomo

Tuttavia solo sei aziende hanno ottenuto dei permessi ufficiali per testare tali veicoli, ed Apple non è una di loro. Tutto questo ci porta dunque ad una conclusione molto più probabile: Apple sarebbe al lavoro su un servizio simile a Google Street View per poterlo integrare nelle proprie Mappe, disponibili da alcuni anni sia su iOS che Mac

Apple Mappe - Van

Il van di Apple avvistato sulle strade di San Francisco

Se Apple starebbe seriamente lavorando a questo progetto, è probabile che vedremo arrivare questa nuova funzionalità su iOS 9 e OS X 10.11, che debutteranno molto probabilmente entro fine anno. Va comunque sottolineato che conoscendo la grandezza del progetto a godere di tali funzionalità saranno solo alcune importanti città al momento del lancio, con un successivo roll-out di nuove città nei mesi a seguire. 

Via