Home > Apple > Apple. In arrivo un nuovo servizio radio?

Apple. In arrivo un nuovo servizio radio?

Un nuovo tassello si aggiunge all' aggiornamento firmware dell'HTC Sensation, del quale ci siamo occupati nella giornata di ieri. E' stata da poco diffusa in rete un'interessante screenshot che mostra la notifica di un aggiornamento di sistema del nuovo top di gamma HTC.

htc sensation

L'immagine che vi abbiamo proposto in apertura è stata inviata alla webzine Android Central da un utente anonimo e mostra la notifica di un aggiornamento firmware che apparentemente si troverebbe ancora in fase di test. Il numero di versione è 1.35.0.0 ed è molto simile a quello di cui vi abbiamo parlato ieri e che è stato distribuito tramite canali non ufficiali.

Come si può leggere nella descrizione presente nella notifica, le novità introdotte dall'upgrade riguardano il miglioramento delle performance e l'aggiunta di nuove feature. Si tratta di due obiettivi che il firmware leaked 1.35.401.1 sembra aver raggiunto stando alle impressioni degli utenti che lo hanno installato sugli HTC Sensation europei no-brand.

Non resta che pazientare ulteriormente sino al rilascio dell'upgrade ufficiale.

Fonte: Android Central

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

Apple è in procinto di implementare un nuovo servizio, basato sull’ascolto della radio, soprannominato i Radio, il cui via è previsto entro l’estate 2013. Questa decisione è stata presa grazie anche alle trattative con le due maggiori case discografiche, Universal e Warner. Apple inoltre dovrà trovare un accordo su quanto dovrà pagare alle due case discografiche. In questo modo si verrà a creare un competitor per i servizi come Pandora, Spotify ecc.

Su tale contratto non c’è ancora di certo, ma pare che Apple, qualche tempo fa, avesse offerto 6 centesimi per un pacchetto di 100 canzoni; la metà di quanto paga Pandora e un sesto di Spotify(36 cent a pacchetto). Le etichette delle case discografiche invece sembrano essere più propense sul fatto che Apple debba pagare una cifra stabilità dal Copyright Royality Board, cioè di 21 centesimi ogni 100 canzoni.

Ovviamente Apple non parla ancora di questo servizio e sul nome che potrebbe essergli attribuito.